Venerdì Gnocca #180: Lola Astanova

Giocare è bello e divertente fino a un certo punto, ma arriva un momento della vita in cui è necessario crescere e cominciare a pensare alle cose serie, da adulti. Per questo ho deciso che questo Venerdì Gnocca sarà dedicato a un’arte purtroppo ormai poco apprezzata: la musica classica. Senza ulteriore indugio ecco quindi a voi Lola Astanova!

LOLA ASTANOVA

Lola Astanova

Lola Astanova è una talentuosa pianista uzbeka, un vero prodigio fin da piccolissima. A sei anni è entrata nella V. Uspensky Specialized School of Music for Gifted Children di Tashkent, probabilmente perché i genitori pensavano di trovarsi di farne un X-Men. Non è andata così, ma in fondo non è neanche andata troppo male.

Lola Astanova

A otto anni ha cominciato a esibirsi in concerto, da sola e con l’orchestra, in patria e in giro per il ...

Read More

Le uscite della settimana – al cinema con Ford e Cannibal Kid!

Quando uno come me riceve l’invito a collaborare alla più nota rubrica di due mostri sacri della blogosfera come Cannibal Kid di Pensieri Cannibali e James Ford di White Russian, beh, la risposta non può che essere “mi sa che avete sbagliato persona”. Ma visto che hanno insistito (credo a questo punto per gentilezza) che no, stavano cercando proprio me, allora eccomi, mi getto a testa bassa nell’impresa di commentare insieme a loro i film in uscita nelle sale cinematografiche proprio oggi. Pensate voi che bella combinazione!

IL VEGETALE

Il Vegetale

Se è un invito a diventare vegetariani sappiate che mi è venuta voglia di mangiare un panda

Cumbrugliume: Il protagonista de Il Vegetale è Fabio Rovazzi, 24enne milanese neolaureato alla ricerca di un lavoro, interpretato, pensate un po’, da Fabio Rovaz...

Read More

Goat – siete proprio sicuri di volere entrare in una confraternita?

Ho sempre guardato con sospetto le confraternite. Sarà che sono cresciuto guardando grandi classici come La Rivincita dei Nerds, ma ho sempre pensato che se fossi nato in America sarei finito tra le fila di quei gruppi di perdenti che dai classici frat boys vengono quando va bene derisi, quando va male menati. Alla fine nelle mie fantasie e nei film il nerd riesce sempre comunque a conquistare la bella cheerleader (dopo averla spiata sotto la doccia), quindi diciamo che va bene così, ma ciò non toglie che nella mia mente confraternita = merda. Ecco, Goat non fa niente per farmi cambiare idea. Anzi.

Goat

Bastano pochi secondi del film per capire che Goat non ha proprio nulla a che vedere con le commedie alla Animal House...

Read More