Californication – Stagione Uno

Non avrei mai scommesso una lira su Californication, serie tv ideata, prodotta e interpretata da David Duchovny e trasmessa fino a non molto fa negli USA su Showtime. Primo perchè… beh, David Duchovny non è e non sarà mai un grande attore (se si eccettua la parte del modello manista in Zoolander!), poi perchè tutta l’idea della serie mi dava la sensazione di una furbata modaiola, in qualche modo senza anima.

La serie narra le vicende di Hank Moody, scrittore newyorchese strafamoso per il libro “God Hates Us All” e soprattutto per l’odiatissima (da lui) sua trasposizione in film “Crazy Little Thing Called Love”, con Tom Cruise e Katie Holmes, riduzione a dir poco traditrice del romanzo originario… Hank si è trasferito a Los Angeles ed è in una nerissima crisi. Personale, perchè il divorzio ancora fresco dalla moglie lascia strascichi infiniti, e professionale, visto che il blocco dello scrittore l’attanaglia ormai da anni. Hank passa da una donna all’altra per dimenticare i suoi guai, tenta di prendersi cura della figlia adolescente Becca e di riconquistare la ex moglie, e magari di risalire la china professionale, iniziando di malavoglia una rubrica come blogger per il seguitissimo magazine online Hell-A.

La serie… beh, è divertentissima. Scritta benissimo, e anche molto intelligente. Ricca di personaggi credibili e assurdi allo stesso tempo, di situazioni imbarazzanti, di tante scene di sesso e donne nude che non fanno certo male! Quello che più mi è piaciuto è il linguaggio, i dialoghi soprattutto, quasi Bret-Easton-Ellis-iani, rapidi, caustici, davvero ottimi. Spero non vengano in qualche modo traditi dalla versione italiana ormai in dirittura d’arrivo (6 Marzo prima puntata su Canal Jimmy).

L’unica cosa che in qualche modo mi ha lasciato l’amaro in bocca è un finale un po’ troppo banale (ma non faccio spoiler), che però potrebbe essere benissimo recuperato con la seconda serie, già messa in programma visto l’ottimo successo anche di ratings ottenuto. Insomma, vale davvero la pena di guardare Californication, anche perchè sono solo 12 puntate e durano meno di mezz’ora l’una. Preparate i videoregistratori, o… mettete il mulo in funzione 🙂 Buona visione!

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.