Guida al Bossi-Pensiero

La campagna elettorale in questi ultimi giorni è scossa dalle dichiarazioni di Umberto Bossi, che ha dichiarato che il popolo della Lega è “pronto ad imbracciare i fucili” in caso le schede elettorali non vengano ristampate. Grande scandalo è stato suscitato da queste parole, viste come incitazione alla violenza e un po’ bizzarre, poichè le schede elettorali sono state fatte seguendo la legge firmata dal suo collega di partito Calderoli… per fortuna è arrivato Berlusconi a spiegare meglio la cosa, dicendo che Bossi parla per slogan e dicendo “siamo pronti ad imbracciare i fucili” voleva in realtà significare “faremo una forte battaglia politica su questo argomento”.

Silvio Berlusconi è ormai il massimo esperto mondiale di dichiarazioni di Umberto Bossi, ma non tutti possiamo ricorrere al suo aiuto quando c’è bisogno di interpretare una sua fase, quindi vi propongo una Guida al Bossi-Pensiero ricorrendo a certe sue affermazioni passate, lontane solo pochi anni.

Umberto Bossi: Berlusconi è bollito. È un povero pirla, un traditore del Nord, un poveraccio asservito all’Ulivo, segue anche lui l’esercito di Franceschiello dietro il caporale D’Alema con la sua trombetta. Io ho la memoria lunga. Ma chi è Berlusconi?
Voleva dire: Silvio Berlusconi è un ottimo alleato, e sarà un grande Presidente del Consiglio come giù lo è stato in passato. Solo lui può salvarci dall’arrivo delle sinistre e dalla dittatura del proletariato.

Umberto Bossi:Berlusconi è l’uomo della mafia. È un palermitano che parla meneghino, un palermitano nato nella terra sbagliata e mandato su apposta per fregare il Nord. La Fininvest è nata da Cosa Nostra.
Voleva dire: Berlusconi è un grande imprenditore e una persona di onestà cristallina. La sua Fininvest è divenuta col tempo una grande realtà in tutto il Paese, ma mantiene solide radici nella nostra terra, il Nord.

Umberto Bossi: Berlusconi mostra le stesse caratteristiche dei dittatori. È un Kaiser in doppiopetto. Un piccolo tiranno, anzi è il capocomico del teatrino della politica. Un Perón della mutua. È molto peggio di Pinochet. Ha qualcosa di nazistoide, di mafioso. Il piduista è una volpe infida pronta a fare razzia nel mio pollaio.
Voleva dire: Berlusconi rappresenta un po’ il Gandhi del Terzo Millennio, la nostra ancora di salvezza in un mondo buio, la persona dall’agire più trasparente che possiamo avere come Presidente, quindi invito tutti a fargli un applauso e/o un pompino.

Umberto Bossi: Bisogna che si mettano in testa tutti, anche il Berlusconi-Berluskàz, che con i bergamaschi ho fatto un patto di sangue: gli ho giurato che avrei fatto di tutto, che sarei arrivato fino in fondo, per avere il cambiamento. E non c’è villa, non c’è regalo, non c’è ammiccamento che mi possa cambiare strada… Berlusconi deve sapere che c’è gente che ne ha piene le tasche e che è pronta a far il **** anche a lui.
Voleva dire: Tutti hanno un prezzo, ma vendersi a Berlusconi è talmente un piacere che sono disposto a farlo quasi gratis, in cambio dell’azzeramento di tutti i debiti della Lega e di Calderoli ministro alla Cassola.

Umberto Bossi: La Padania chiede a Berlusconi se è mafioso? Ma è andata fin troppo leggera. Doveva andare più a fondo, con quelle carogne legate a Craxi. Io con Berlusconi sarò il guardiano del baro. Siamo in una situazione pericolosa per la democrazia: se quello va a Palazzo Chigi, vince un partito che non esiste, vince un uomo solo, il Tecnocrate, l’Autocrate. Io dico quel che penso, lui fa quel che incassa. Tratta lo Stato come una società per azioni.
Voleva dire: Mi passate un altro po’ di Barolo? Grazie. E Viva Berlusconi!

Umberto Bossi: Silvio Berlusconi era il portaborse di Bettino Craxi. È una costola del vecchio regime. È il più efficace riciclatore dei calcinacci del pentapartito. Mentre la lega faceva cadere il regime, lui stava per il Mulino Bianco, col parrucchino e la plastica facciale. Lui è il tubo vuoto qualunquista. Ma non l’avete visto oggi, tutto impomatato fra le nuvole azzurre?
Voleva dire: Sogno di far sposare mia figlia con Piersilvio Berlusconi.

Umberto Bossi: Roma ladrona, la Lega non perdona!
Voleva dire: Roma nun fa la stupida staseraaaaa…

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Kebabbari vs Alieni!

Kebabbari vs Alieni!

Alvaro è uno studente universitario. O almeno, tecnicamente potrebbe definirsi tale, ma la verità è che il suo libretto universitario giace pressochè intonso dentro un cassetto, chissà poi quale. Nella grande città ci sono troppe distrazioni per pensare allo studio. Troppe feste, troppe...

2 Comments

  1. Sinensis 7 April 2008
    Rispondi

    Ma sono vere o te le sei inventate?

  2. Limerick 7 April 2008
    Rispondi

    Sono tutte vere, ovviamente!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.