Entombed – Wolverine Blues (1993)


Molto difficilmente il 1993 verrà ricordato come un “grande anno” per l’heavy metal. Dischi ottimi ne sono usciti, certo, ma quello era il periodo del declino, del grunge che rosicchiava spazi e ascoltatori e lentamente spingeva il metal verso l’underground… Però un disco come Wolverine Blues, degli svedesi Entombed, fa venire quasi nostalgia per quel periodo.

Gli Entombed, nati Nihilist, avevano avuto subito un esordio folgorante con “Left Hand Path”, ancora oggi uno degli album death metal più belli mai usciti (anzi, dopo me lo riascolto), si erano confermati alla grande con Clandestine eppoi… beh, nonostante il grande successo hanno deciso di cambiare rotta. Con Wolverine Blues hanno riscoperto le radici: l’hard rock, i black sabbath, i riffoni pesanti con attitudine rock’n roll… mischiamo i generi: DEATH’N ROLL!!!

Il ritorno di Lars Goran Petrov, cantante del gruppo, ha senz’altro influito nella composizione del disco: 10 tracce compresse in 35 minuti di grande musica, capace di “spaccare” alla grande ma di trasmettere nel contempo un groove invidiabile. “Eyemaster”, “Demon”, “Rotten Soil” ma soprattutto la titletrack Wolverine Blues sono i migliori biglietti da visita possibili in un gruppo che senza grosse individualità (anche se il batterista Nicke Andersson era tra i migliori…) dimostra compattezza, talento compositivo, precisione, ma soprattutto stile e coinvolgimento.


/5

Godetevi “Wolverine Blues”!

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Kebabbari vs Alieni!

Kebabbari vs Alieni!

Alvaro è uno studente universitario. O almeno, tecnicamente potrebbe definirsi tale, ma la verità è che il suo libretto universitario giace pressochè intonso dentro un cassetto, chissà poi quale. Nella grande città ci sono troppe distrazioni per pensare allo studio. Troppe feste, troppe...

4 Comments

  1. niccolo’ 30 May 2008
    Rispondi

    Nel 1993 in realta’ di roba fighissima ne usci’ a pacchi: oltre al disco qui presente, pensa a “Heartwork” dei Carcass, “Chaos AD” dei Sepultura, “Objection Overruled” degli Accept, “The Missing Link” dei Rage, “Embedded” dei Meathook Seed, “Industrial” dei Pitchshifter… cioe’, spaccaggio a randa, maggiore di molta merda anni ’80. Oh, ciao Blecchedogghe, che e’ un po’ che non ci si sente!

  2. Limerick 31 May 2008
    Rispondi

    E’ uscito anche Bastards! dei Motorhead, il che basterebbe a giudicarlo un grande anno da solo secondo me 🙂 Però ovviamente mi riferivo all’andazzo generale, come di “ritirata” per il metal classico. Ciao Nic!

  3. Rob 2 June 2008
    Rispondi

    buon compleanno carA 😀
    ho aperto il blogghe nòvo, eh…

  4. Limerick 3 June 2008
    Rispondi

    Grazie Robertinha!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.