Joe Lansdale – La Morte ci Sfida

Joe Lansdale, lo ripeto ogni volta, è il mio scrittore preferito. Il suo mix di letteratura “alta” e “bassa”, il suo giocare coi generi, l’amore per la “serie b”, i personaggi trucidi, il rifiuto del politically correct e soprattutto l’intelligenza e la passione che trasudano dalle sue pagine mi incantano, e non potevo quindi esimermi dall’acquisto di questo volume, letto e divorato nel giro di un paio di giorni, attratto anche dalla grezza copertina western.

Jebediah Mercer, un predicatore pistolero che vaga da una cittadina all’altra, tra sermoni poco ispirati e sbronze colossali, si ritrova a Mud Creek, Texas Orientale, paese dimenticato da dio in cui pochissimo tempo prima è avvenuto un brutale fatto di sangue: un guaritore/sciamano indiano, accusato ingiustamente dell’omicidio di una ragazzina, è stato linciato dalla folla insieme alla sua ragazza mulatta. Gli abitanti del paese vorrebbero dimenticare, e in fretta… ma si accorgeranno presto che è difficile perdere la memoria, soprattutto quando i morti scalpitano per uscire dalle loro tombe.

Un horror di serie B ambientato nel vecchio west, questo è, nè più nè meno, La Morte ci Sfida, e Lansdale stesso ci avverte di non aspettarci niente di più. Così facendo ci si può gustare un romanzo dal ritmo incalzante, divertente, con scene d’azione riuscitissime e personaggi caratterizzati piuttosto bene. Certo, nulla di eccezionale, ma emergono echi dello Stephen King più scazzone, e questo è un complimento, e letture così servono per ricaricare le pile una volta ogni tanto. Discreto acquisto.

La quarta di copertina

“Questo non è un libro di ‘grandi riflessioni. Più che altro è come un film dell’orrore che gurdavi alla televisione la sera tardi”. Una sorta di vecchia pellicola tra il western e l’horror in bianco e nero in cui spicca soltanto il rosso del sangue. Una diligenza fantasma, i cui passeggeri sono svaniti nel nulla, Jebidiah Mercer, un reverendo armato di una calibro .36, dedito al whisky e persecutore dei peccatori; una creatura dalla forma mutevole che vaga nella notte ululando per le vie di una polverosa cittadina del Texas. A Mud Creek, quando il sole tramonta, i morti si aggirano in cerca di carne umana della quale nutrirsi. Riuscirà il reverendo Mercer, l’unico in grado di spezzare la malediizone lanciata da un guaritore indiano impiccato ingiustamente dai cittadini, a rinnovare la propria fede per sconfiggere il male o il destino della popolazione è irrimediabilmente segnato?

Info:

La Morte ci Sfida (Dead in the west)
di Joe Lansdale (1986)
Casa Ed.: Fanucci
Collana: TIF Extra
COMPRALO ONLINE

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.