10.000 a.C. (Roland Emmerich, 2008)

10.000 anni prima di Cristo una tribù che abita tra le montagne cacciando i mammuth è in grave pericolo: popolazioni più civilizzate danno loro la caccia per prenderli come schiavi, il cibo scarseggia sempre più e le profezie di rivalsa tardano a verificarsi. Dopo che la bella ragazza dagli occhi azzurri è stata rapita i pochi cacciatori rimasti sono costretti a intraprendere un lunghissimo viaggio, per salvare lei e con ella il loro popolo…

Il film di Roland Emmerich è stato quasi unanimemente stroncato dalla critica, ma in fondo non è neanche malaccio. Certo, il regista ha preso una parte di Apocalypto, due di Braveheart, ci ha sommato qualche amosfera esotica e due o tre animali preistorici ed ha shakerato il tutto senza sforzarsi più di tanto, ma dopo un inizio piuttosto palloso il film diventa un’onesta pellicola di azione persino meglio di tante altre sfornate da Hollywood nelle ultime stagioni. Se si cerca veridicità storica si è sbagliato film: Emmerich sfrutta la scusa dei “diecimila anni prima di Cristo” per creare un mondo senza alcuna pretesa di verosimiglianza, con popoli, culture, geografia, flora e fauna completamente inventati. La mia opinione: ha fatto bene, così nessuno gli può rompere le palle. In conclusione: film buono per passare due ore di pieno relax, non buono se siete intellettualoidi pallosi.

Voto:


1/2 /5
Il film su IMDB

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

3 Comments

  1. niccolo’ 2 July 2008
    Rispondi

    La penso uguale, e’ un film stronzone divertente. Come tutte le volte che c’e’ Emmerych di mezzo, i punti di svolta nella storia sono sbrigativi e mongoloidi, ma stavolta ha fatto molto meglio che in Gozzilla o Indipendenz Ghei ed ha quasi raggiunto i livelli del suo vertice Stargate.

  2. Limerick 3 July 2008
    Rispondi

    Ehi, Indipendenz Ghei a me era quasi piaciuto 😀

  3. Niccolò 4 July 2008
    Rispondi

    A me no, perche’ parte bene ma poi diventa palloso – il ritmo e’ sempre a mille e diventa noioso, ahime’. Eppure le premesse erano ok: alieni, esplosioni, calci rotanti in culo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.