Mafia vs. Ninja! (Robert Tai, 1984)

Veramente impagabile (e infatti non l’ho pagato) questo film di Robert Tai con la semi-leggenda di Hong Kong Alexander Lou, che si propone di affrontare l’impari sfida di mettere insieme i film di ninja e i film di kung fu all’interno di una cornice di nazionalismo pro-cinese e anti-giapponese. E anche anti-europeo, già che ci siamo.

La storia è quella di Jack, un poveraccio esperto di kung-fu che vaga per la Cina in cerca di fortuna. Sulla sua strada trova Pavido (nome d’arte datogli da noi, ovviamente), un’inutile spalla comica che prima lo accusa di essere uno stupratore, poi fa comunella con lui.

Complicato seguire la trama, visto che eravamo impegnati a mangiare le castagne e che il film era solo in inglese, ma sostanzialmente quello che abbiamo capito è che i due diventano degli sgherri di un mafioso di Shangai e lo aiutano a difendersi contro un mafioso giapponese che vuole impadronirsi del mercato dell’oppio cittadino. Visto che i cinesi sono forti i giapponesi acquisiscono i servigi di dei patetici ninja-carne da macello ma soprattutto dei QUATTRO BOSS DI FINE LIVELLO: un ninja acrobata, un ciccione samurai in ciabatte coi baffetti alla Hitler, un ITALIANO (e non francese! questo l’ho scoperto su imdb :D) che lancia i coltelli da cucina e un nero lentissimo.

E c’è pure posto per una storia d’amore: Jack infatti si invaghisce della RAGAZZA PIU’ BELLA DELLA CINA (un cesso), salvo poi avere la più grande delusione della sua vita quando scopre che lei è in realtà GIAPPONESE (storica la minaccia del padre di lei: “tu fai parte dei Ninja, sei stata addestrata a reprimere le tue emozioni!). E non solo: è lei anche la ninja più temibile di tutti!

Come intermezzo di cui non abbiamo capito il senso: la visita dei nostri eroi a un ristorante frequentato da europei che non li vogliono fare entrare perchè cinesi… COME OSANO? Jack li mena tutti (bellissimo come i clienti scappino in preda al panico) urlando “PUOI OFFENDERE ME, MA NON LA MIA PATRIA!!!”.

Scene storiche: diverse morti (quella della morte del samurai ciccione in ciabatte in primis, ma anche come schiattano – rantolando – gli sgherri è bellissimo), il combattimento con le liane più pesanti del mondo, i ninja che volano appesi a evidentissimi fili, i ninja che spariscono saltellando, Jack che grida REVENGE rivolto verso la telecamera, il combattimento col nero velocizzato, l’albero usato come arma ma SOPRATTUTTO I NINJA-TALPONI!!!

Capolavoro.

Ah dimenticavo: TUTTI I PERSONAGGI SONO DOPPIATI (malissimo) IN INGLESE DALLA STESSA PERSONA!!!

Salvo la donzella, purtroppo.

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.