Arto Paasilinna – Piccoli suicidi tra amici

Leggere i romanzi nordeuropei pubblicati dalle sempre benemerita Iperborea è come entrare in un mondo parallelo, e Paasilinna è l’autore più “alieno” di tutti. Nei suoi libri si incontrano sarcasmo ed estrema levità, stralunatezza e amore per la natura, nordico distacco e una fantasia sfrenata, che gli fanno inventare mille punti di vista obliqui per i suoi personaggi spesso travolti da vicende drammatiche. Proprio come i protagonisti di Piccoli Suicidi tra Amici, un gruppo di finlandesi unitisi in associazione per perseguire il loro scopo comune… il suicidio collettivo. Un assurda coincidenza fa si che il piccolo imprenditore sulla via del fallimento Onni Rellonen e il generale in pensione Hernanni Kemppainen decidano di togliersi la vita proprio nello stesso momento e nello stesso fienile isolato. Il loro incontro li convince a ritardare l’estremo gesto per aiutare tutti i finlandesi (e sono tantissimi) nelle loro condizioni. Mille chiacchiere e qualche sbronza li convincono a pubblicare un annuncio sul giornale chiedendo a quanti meditino il suicidio di mettersi in contatto con loro… e con estrema sorpresa sono centinaia a farsi vivi! Dopo una prima riunione in cui la massa scopre di non essere sola, i più convinti intraprendono un lungo e assurdo viaggio (on the road, proprio come ne Il Migliore Amico dell’Orso… altro grande libro) prima in Finlandia, poi in tutta l’Europa, alla ricerca del luogo ideale dove suicidarsi tutti assieme. Un viaggio che tra una sbronza e una rissa farà sbocciare qualche amore, farà cambiare idea a qualcuno e seminerà il panico per molti, molti altri…

Il libro (originariamente pubblicato nel 1990, arrivato in Italia nel 2006 a seguito dell’enorme successo de L’Anno della Lepre) è stato accolto con grande entusiasmo da alcuni ma ha anche ricevuto qualche critica. In effetti Paasilinna sbanda un po’ in alcune occasioni, è come se la storia gli prendesse la mano e non potesse fare a meno di inserire quella sottotrama un filo ridondante, quella scena forse fin troppo assursa. Peccati di gioventù forse, non presenti negli altri suoi romanzi (più recenti) che ho letto. Ma forse anche per questo motivo Piccoli Suicidi Tra Amici ha una carica incredibile, è energetico, è uno di quei libri che ti fanno dire solo un’altra pagina e poi smetto, e alla fine ti rendi conto che sono le 3 di notte e che non puoi resistere, devi sapere come va a finire. Insomma, è dannatamente divertente. E se sicuramente non è il romanzo migliore del suo autore altrettanto sicuramente è consigliabile a tutti, anche perchè le edizioni della casa editrice milanese sono sempre più che perfette.

Info:

Arto Paasilinna – Piccoli Suicidi tra Amici
Tit. Orig.: Hurmaava joukkoitsemrha
pagg. 264, 14€
Leggi le prime pagine
Compralo online

4 comments to Arto Paasilinna – Piccoli suicidi tra amici

  • Anonimo  says:

    Si, probabilmente lo e

  • Anonimo  says:

    necessita di verificare:)

  • Anonimo  says:

    imparato molto

  • Anonimo  says:

    quello che stavo cercando, grazie

Rispondi