David Wellington – Monster Nation

David Wellington – Monster Nation

Come tutti i miei tredici lettori sanno sono appassionato di horror, ma in particolare se c’è un filone che adoro è quello degli zombie. Sarà forse perchè con gli zombie si può dire (e fare) di tutto: esiste il filone “politico”, quello di Romero per intenderci, che resta insuperato, esiste il filone splatter, che conta decine, centinaia di titoli di varia qualità, e quello comico alla Shaun of the Dead. Gli zombie possono essere gotici, quasi fascinosi, oppure pieni di vermi e orripilanti, lentissimi e facilissimi da evitare oppure una massa schiacciante che ti insegue a tutta velocità. Cavolo, hanno fatto persino i porno sugli zombie! E io, ovviamente, li ho visti quasi tutti 😉

Se al cinema lo zombie regna sovrano in letteratura la fortuna è stata decisamente più limitata. Non è facile rendere lo zombie commerciabile senza il supporto di qualche immagine… per fortuna c’è qualcuno che, come Wellington, c’è riuscito. Monster Nation è il seguito/prequel di Monster Island, uscito un annetto fa su Urania Horror, pregevole romanzo che univa zombie romeriani a una trama non banale e qualche innovazione interessante. Per esempio, gli zombie conservano la loro lucidità mentale (beh, quasi tutta) se al momento della trasformazione in qualche modo hanno continuato a ricevere ossigenazione al cervello. Questo crea personaggi come Nilla, principale protagonista del prequel che – se eccettuiamo un’amnesia quasi totale e la fame di carne umana – ragiona come un’umana e riesce a passare per normale, sebbene a fatica. Il romanzo racconta il propagarsi del virus e i tentativi di contromossa del governo degli USA e in particolare di Bannerman Clark, unico capitano della Guardia Nazionale che riesce a opporsi in qualche modo agli zombie. La sua parte della trama si incrocia con quella di Nilla – con interessanti dettagli esoterici e il ritorno di un personaggio del primo libro… – e di Dick, un altro zombie questa volta senza cervello… interessante leggere il suo punto di vista. Le cose migliori del libro si hanno con i tentativi di organizzazione di una difesa, i capitoli restano sempre gradevoli ma a dire la verità Monster Island mi è sembrato più riuscito. Wellington qui gioca un po’ troppo su vari registri, passano in qualche caso a un grottesco che stona un po’. Le parti prettamente survival sono invece ben scritte e appassionanti. In ogni modo Monster Nation è un romanzo che… si divora. Consigliato! …e il terzo e ultimo capitolo della saga esce a settembre!

Info:

David Wellington – Monster Nation
Collana Epix #3 – Luglio 2009
313 pagg., 4.90€

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

3 Comments

  1. Alessio Valsecchi 25 December 2009
    Rispondi

    Vorrei poter pubblicare questa rece sul mio sito LaTelaNera.com

    Che ne pensi?

  2. Limerick 25 December 2009
    Rispondi

    @ Alessio: fai pure 🙂 E complimenti per il sito che seguo.. anche se in maniera altalenante!

  3. Limerick 25 December 2009
    Rispondi

    P.S. Se vuoi contattarmi per email: michele.borgogni@gmail.com

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.