Gotthard – Need to Believe

Faccio mea culpa: non avevo mai ascoltato con attenzione i Gotthard, salvo qualche pezzo sparso, e li avevo giudicato un buon gruppetto hard rock e niente più. SBAGLIATO. Le recensioni di questo ultimo Need to Believe erano tutte esaltanti e io non mi sono potuto esimere dal procurarmi il disco completo… signori, questo è un capolavoro e io il 24 Ottobre me li vado a vedere a Cesena, pregustando già l’orgasmo 😀 Need to Believe è un disco che fonde ritornelli zuccherosissimi (cantati alla grande da quel mago di Steve Lee), ritmiche serrate, orchestrazioni che riempiono il brano ma non lo svuotano di significato e una produzione modernissima ed esaltante firmata da Rick Chicky. Già dalla opener Shangri-La si capisce dove si andrà a parare: ritornelli da cantare a squarciagola e un hard rock trascinante, nostalgico ma allo stesso tempo moderno per suoni e concezione. La successiva Unspoken Words è il mio pezzo preferito del disco, parte carichissimo e ha il suo apice in una melodia strepitosa. Poi c’è la titletrack… oh, non riesco a parlare di un pezzo piuttosto che di un altro, sono tutti belli! Magari si poteva evitare la conclusiva Tears to Cry ma CHISSENEFREGA. Questo dei Gotthard è un capolavoro e io mi sono già procurato il resto della loro discografia 😉

Godetevi NEED TO BELIEVE!

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Kebabbari vs Alieni!

Kebabbari vs Alieni!

Alvaro è uno studente universitario. O almeno, tecnicamente potrebbe definirsi tale, ma la verità è che il suo libretto universitario giace pressochè intonso dentro un cassetto, chissà poi quale. Nella grande città ci sono troppe distrazioni per pensare allo studio. Troppe feste, troppe...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.