Marvel Scimmie!

Marvel Scimmie!

Marvel Scimmie è una di quelle idee balzane nate quasi per caso dopo il grande successo del divertentissimo Marvel Zombies. Tutto nacque dal disegno di un Capitan America scimmiesco portato da un semplice fan ad una conferenza e che fece impazzire Joe Quesada in persona. D’altra parte nell’immenso multiverso Marvel, dove tutto può accadere, perchè non pensare a un mondo dove si sono evolute le scimmie e i vari Capitan America, Wolverine, Fantastici Quattro e l’Uomo… ehm… la Scimmia Ragno sono, appunto, dei primati? Semplice, ma funziona. Anche perchè le scimmie sono animali meravigliosi che… ehm va bene la smetto.

Deciso di creare le Marvel Scimmie, ora il dubbio era uno: farne una cosa totalmente parodistica e comica o qualcosa di più. Le prime pagine, che mi hanno fatto morire dal ridere, con l’Osservatore (che, appunto, osserva per millenni e non fa altro che osservare… non vi sareste dati all’alcoolismo anche voi?), puntavano verso la prima ipotesi. Poi c’è anche qualcosa di più, il chè non guasta. Marvel Scimmie è la storia di uno dei supereroi più sfigati che si possano concepire: Marty Blank detto Gibbon, perchè ha l’aspetto, la forza e la velocità di un gibbone. Per usare le sue stesse parole “non proprio l’ideale per fare colpo sulle ragazze”. Marty è piuttosto triste e non potendo fare altro concede il suo corpo alla scienza… ovvero consente ad una giovane ricercatrice universitaria di sottoporlo a qualche test per creare un database dei superpoteri. La dottoressa fiona Fitzhugh nota un “effetto doppler nell’esame spettrometrico della sua aura kirlian”, e decide di fare nuovi esperimenti… esperimenti che finiscono male, visto che si crea un passaggio dimensionale per l’universo delle Marvel Scimmie! Marty ha subito l’occasione per fare bella figura, e anche se l’umana non è equalmente accettata sembra proprio che in qualche modo il Gibbone provenga proprio da qui! Solo che non tutto è come sembra, alcuni supereroi sembrano avere un lato oscuro… e insomma, alla fine le cose vanno a rotoli e accade il consueto superscontro tra super… scimmie.

Marvel Scimmie probabilmente non è così azzeccato come Marvel Zombies, ma è lo stesso divertentissimo ed ha una sua notevole dignità anche come fumetto a sè. Disegnato molto bene (con spirito un po’ vintage), pregno di riferimenti ed omaggi ai fumetti del passato, ha una storia semplice ma più che leggibile e in ogni pagina si può trovare una chicca che strappa un sorriso. Poi le variant cover degli albi regolari rivisitate in maniera scimmiesca sono irresistibili. Insomma, non un capolavoro ma un volume che farà comunque bella figura nella vostra biblioteca. E se siete (come me) appassionati di scimmie… allora si, è imperdibile.

Info:

Marvel Scimmie
Sceneggiatori: Karl Kesel, Tom Peyer
Disegnatori: Ramon Bachs, Barry Kitson, Karl Kesel, Mike McKone
128 pagg., 13€
Panini Comics
In fumetteria

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Kebabbari vs Alieni!

Kebabbari vs Alieni!

Alvaro è uno studente universitario. O almeno, tecnicamente potrebbe definirsi tale, ma la verità è che il suo libretto universitario giace pressochè intonso dentro un cassetto, chissà poi quale. Nella grande città ci sono troppe distrazioni per pensare allo studio. Troppe feste, troppe...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.