ZOMBIES vs. ANNUNAKI – La sceneggiatura

SCENA: un negro sta ballando nella sua stanza sulle note di Can’t Touch This di MC Hammer, dimostrando così di avere il ritmo nel sangue. Suonano alla porta, lui sbuffa, spegne lo stereo e va ad aprire. La telecamera stringe sul suo volto sgomento, il terrore nei suoi occhi.
Negro: ZOMBIES!!! – E cade all’indietro, presumibilmente morto.
Titoli di testa:  ZOMBIES vs. ANNUNAKI
SCENA: le scale di un edificio immensamente alto. tre ragazze (possibilmente in reggiseno) salgono le scale di corsa, urlando terrorizzate. Taglio di inquadratura, le ragazze salgono un altro piano, poi un terzo. Arrivate al quarto piano si trovano di fronte tre strani figuri con dei mantelli e degli strani cappelli.
Ragazza: Chi siete? Gli zombies ci inseguono!
Tizio: Siamo gli Annunaki, e veniamo dal pianeta Nibiru.
Ragazza: Oh, che bello! E siete venuti a salvarci?
Annunako: Dipende. Siete lesbiche?
Ragazza: (guarda le altre con lussuria) Certo! – Dietro di lei le altre due iniziano a baciarsi e si gettano a terra lesbicando.
Annunako: Allora potete anche morire.
Ragazza: (si inginocchia e si mette le mani nei capelli, dietro di lei le altre due continuano a lesbicare) NNNNOOOOOOOOOO!!!!
Gli Annunaki si girano e se ne vanno. Arrivano dalle scale gli zombies che divorano le ragazze mentre stanno ancora lesbicando.
SCENA: una tavola apparecchiata. Sopra c’è il negro disteso con una mela in bocca. Due zombies sono seduti a tavola e si preparano a mangiare, e intanto si esprimono rantolando.
—–SOTTOTITOLI—–
-Compagno zombie, hai per caso letto l’ultimo libro di Baricco?
-Si, ma l’ho trovato piuttosto deludente se confrontato con il suo capolavoro, Seta.
-Trovo ingiusto questo paragone, Baricco forse non raggiungerà più quelle vette qualitative, ma rimane uno scrittore dotato di talento e sensibilità.
-Gli hai mangiato il cervello?
-Si, ieri.
Entra un terzo zombie.
– Compagni zombies, i piani procedevano come dovuto, ma ora potrebbe essere sorto un intoppo. Venite con me.
Gli zombies si alzano ed escono dall’inquadratura, la telecamera stringe sul volto del negro che apre gli occhi, sputa la mela dalla bocca e guarda in camera terrorizzato. – ZOMBIES! – urla, e chiude gli occhi di nuovo.
SCENA: Gli Annunaki sono in una stanza illuminata solo da candele e stanno parlando a una figura girata di spalle.
Annunako: Sire, abbiamo concluso l’esperimento scie chimiche, ora tutto i bambini indaco sono con gli Illuminati nel Bosco Boemo. I giganti e i rettiliani sono ai loro posti nelle piramidi, pronti ad invertire i poli magnetici al nostro comando.
Sire Annunako: Bene, e che mi dite degli zombies?
Annunako: Sire, gli zombies rappresentano un problema. I sumeri non li avevano previsti.
Sire Annunako: Dite alla CIA e al MOSSAD di occuparsi di loro. Ormai Facebook ha raggiunto il suo scopo.
Annunako: Sarà fatto Sire.
SCENA: un agente CIA e uno del MOSSAD puliscono le loro pistole nascosti dietro una porta.
CIA: Creare Facebook è stato una passeggiata, ma qui rischiamo di giocarci la pelle.
MOSSAD: Il nostro amico, il negro, è stata la prima vittima, ma ce ne sono state troppe altre. Anche le lesbiche sono morte.
Nappo: (spuntando da dietro un divano) Le lesbiche sono morte? NOOOO!! – E scappa via piangendo.
CIA: Dobbiamo muoverci. Gli zombies sono dietro quella porta. Sconfiggiamoli!
CIA e MOSSAD aprono la porta, dall’altra parte c’è la sala da pranzo con sul tavolo il negro, che apre gli occhi e urla “ZOMBIES” prima di morire di nuovo. Gli zombies escono dai lati, nascosti, e si dirigono verso CIA e MOSSAD tentando di morderli. Gli agenti segreti provano a sparare, ma le pistole fanno cilecca.
MOSSAD: Maledizione, la pistola si è inceppata. Eppure l’ho pulita ora!
CIA: Anche la mia. Ci hanno traditi, maledetti doppiogiochisti!
Gli zombies piombano su di loro e li mangiano rantolando.
SCENA: Quartier generale Annunako. Il sire non c’è e gli Annunaki parlano tra loro preoccupati.
Annunako1: CIA e MOSSAD hanno fatto una brutta fine, ci serve un’arma segreta.
Annunako2: C’è sempre il negro!
Annunako1: Anche il negro è morto…
Annunako3: Obama è morto???
Annunako1: Obama non è negro!
Annunako2: C’è sempre una speranza. I sumeri lo sapevano. Forse…
SCENA: Gli zombi stanno parlando/rantolando mentre giocano a carte.
—–SOTTOTITOLI—–
– Così credi che per la pulizia del viso l’ideale sia una maschera all’argilla?
– Certo, riesce a liberare la cute da ogni imperfezione. Anche le lampade aiutano.
– Scusate l’interruzione, compagni zombies, ma è l’ora della lotta finale.
– Andiamo!
Gli zombies si alzano e se ne vanno.
SCENA: Quartier generale Annunako. Il sire, sempre di spalle, è ora presente.
Annunako1: Sire, stanno arrivando. Dobbiamo fare qualcosa!
Sire: Non preoccupatevi, noi siamo i potenti Annunako, e ho io la soluzione.
Annunako2: Ma… sono ormai alla porta! Eccoli!
Gli zombies entrano rantolando, gli Annunaki si preparano a combatterli, le due fazioni si squadrano.
Sire Annunako: FERMI!
Il sire alza una mano. La telecamera zooma su di essa e il sire schiocca le dita. Ne viene fuori un lampo di luce. Quando l’inquadratura si riallarga zombies e Annunaki sono scomparsi, e al loro posto sono riapparse le lesbiche, che esultano saltellando. La sedia del sire si gira… e seduto su di essa c’è il negro, che ride malvagiamente.
Parte la musica di Can’t Touch This di MC Hammer, il negro si alza dalla sedia e comincia a ballare con le lesbiche, mentre il film sfuma nei titoli di coda…
—–FINE—–
logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

1 Comment

  1. Anonimo 20 August 2011
    Rispondi

    Fantastico! Hahaha! Gli zombie sono quelli meglio riusciti. E anche la fusione di tutte le credenze complottiste è notevole. : )

    Cosimo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.