Robert J. Sawyer – WWW1: risveglio

Robert Sawyer – cito la quarta di copertina – è l’unico scrittore canadese di fantascienza a tempo pieno. E, aggiungo io, forse il mio scrittore di fantascienza contemporaneo preferito. Ho letto quasi tutti i suoi romanzi apparsi su Urania, tutti più che apprezzati, in particolare l’originale ciclo del Neanderthal Parallax che ipotizza il contatto con una terra parallela dove la specie dominante è quella degli uomini di Neanderthal. I suoi romanzi sono il felice e raro connubio tra accuratezza delle fonti e attenzione al lato umano dei personaggi, in un panorama che si divide sempre di più tra “fredda” hard sf e narrativa più personale Sawyer è un ponte tra i due mondi che conserva i lati migliori di entrambi.
WWW1: Risveglio è il primo capitolo di una trilogia sul risveglio (appunto) di una coscienza del web, e ha come protagonista Caitlin, una ragazza neppure sedicenne trasferitasi a Toronto, cieca a causa di una rara condizione genetica. A Caitlin viene offerto di fare da cavia per un esperimento dell’università di Tokyo, una micro telecamera viene impiantata sulla sua retina con il compito di trasmettere le immagini al suo cervello. L’esperimento inizialmente pare un fallimento, ma improvvisamente Caitlin vede qualcosa. Connessioni, segmenti luminosi, nodi… è il world wide web. Caitlin può vedere la rete intorno a sè, e sullo sfondo nota una certa interferenza, qualcosa che non dovrebbe esserci e che sembra contenere informazione…
Risveglio è un ottimo romanzo che non tradisce la tradizionale accuratezza di Sawyer (la pagina dei ringraziamenti contiene un miliardo di nomi, tra psicologi, studiosi dell’occhio umano, delle reti di computer, persino di primatologia visto che nella storia hanno un ruolo anche… le scimmie :D) ma che soprattutto parla con una delicatezza sorprendente di condizioni come la cecità e l’autismo in maniera persino toccante. I personaggi diventano vivi, è facile immedesimarsi in loro ed entrare nelle loro menti, anche quando sono lontanissimi dalla nostra esperienza. Quella di Sawyer è una fantascienza ottimista e attraente anche per il pubblico non appassionato del genere, e francamente non vedo l’ora che il secondo libro della trilogia arrivi in edicola 🙂
logo

Related posts

Kebabbari vs Alieni!

Kebabbari vs Alieni!

Alvaro è uno studente universitario. O almeno, tecnicamente potrebbe definirsi tale, ma la verità è che il suo libretto universitario giace pressochè intonso dentro un cassetto, chissà poi quale. Nella grande città ci sono troppe distrazioni per pensare allo studio. Troppe feste, troppe...

Luca

Luca

Visto che la narrazione popolare vuole che questo 2021 sia l'anno delle rivincite popolari in campo internazionale per l'Italia, aggiungiamo alla lista delle rivincite più comuni (Maneskin all'Eurofestival, nazionale di calcio agli europei, medaglie d'oro alle olimpiadi... tutte cose...

Nuova sezione video sul sito

Nuova sezione video sul sito

Forse avrete notato l'aggiunta in alto della nuova sezione "Spaghetti weird", che raccoglie i video del mio nuovo canale Youtube di cui vi ho parlato nell'ultimo articolo. Spero che così siano più facilmente raggiungibili. Nel video nuovo vi parlo di Mattanza, di Jack Sensolini e Luca...

2 Comments

  1. Anonimo 2 August 2011
    Rispondi

    Ciao.Puoi dirmi dove si possono trovare questi volumi di Urania? Mi interessa proprio questo di Sawyer.Grazie

  2. CaneNero 8 August 2011
    Rispondi

    Ciao, purtroppo credo che le tue migliore speranze siano il servizio arretrati di Urania (collez@mondadori.it) o ebay, visto che è già uscito da tempo il volume di luglio…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.