Sono il numero quattro (DJ Caruso, 2011)

Dai, ho avuto un’ideona, facciamo Twilight con gli alieni!!!

DJ Caruso è un altro di quei registi che avevano cominciato bene. Disturbia, seppure figlio in maniera evidente dell’estetica da MTV, era una rielaborazione più che discreta de La Finestra sul Cortile, ma anche Eagle Eye era un filmetto d’azione niente male. Con Sono il numero quattro, però, si becca un fottio di pernacchie. PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!
 Lavoratori

GLI ALIENI ESISTONO!!!

E questo lo sanno tutti, no? Esistono e sono uguali spiccicati a noi, almeno i Loreniani, che sono buoni e bboni, e alcuni c’hanno pure i poteri. Però i mogadoriani, che sono grossi, cattivi, c’hanno le zannine e i tatuaggi, hanno distrutto il loro pianeta ed ucciso tutti gli abitanti tranne 9, che sono scappati sulla Terra. Ora, siccome i mogadoriani sono famosi per fare le cosine per bene, hanno deciso che non possono permettersi questa fuga, e prima di invadere il prossimo pianeta devono ammazzare anche sti ultimi 9 pori disgraziati (più i loro aiutanti/guardiani/mezzeseghe). I primi due l’han fatti fuori tempo prima, il terzo nel prologo del film (che presenta degli effetti speciali oribbbili), il quarto è il bellone Robert Pattinson Alex Pettyfer, che proprio mentre si stava per trombare una passerona scopre della morte del terzo, e per reazione gli vengono le mani luminose.

Se mi facessero trombare di più non sarei costretto a farmi tutte queste seghe!!!

Visto che il mondo non deve sapere dell’esistenza degli AGLIENI il guardiano/protettore di Alex Pettyfer lo fa trasferire in Ohio, e gli fa cambiare nome in John Smith perché QUESTO SI CHE E’ UN NOME CHE PASSA INOSSERVATO!

In Ohio John Smith incontra una superhipster che non contenta di usare Instagram ha deciso di spendere MIGLIARDI E MIGLIARDI in macchine fotografiche vintage. Dianna Agron, a quanto pare era una di Glee, ma purtroppo non ha neppure una foto di nudo online. Comunque c’era poca ciccia. Comunque la tipa è troppo intelliggente e sensibbile e quindi l’ex fidanzato bullo e gli amici tonti l’hanno lasciata da sola. Lei per sfogare il suo animo artistico ha aperto un sito di fotografia dove anche la peggio merda della scuola è immortalata ventimila volte. Ovviamente già il primo giorno John Smith attrae la sua attenzione, e il povero guardiano è costretto a rimuovere le sue foto da internet perché CAZZOTI HO DETTO CHE DEVI PASSARE INOSSERVATO JOHN SMITH!!!
Oltre alla bella biondina John Smith fa amicizia con un nerd che viene picchiato ed umiliato, ma è un personaggio totalmente inutile ai fini del film anche se poi se lo portano sempre dietro, quindi scelgo di umiliarlo anche io e non scrivere neppure il suo nome. Tiè. Anche perché non me lo ricordo. Comunque il suo babbo scomparso credeva negli AGLIENI e tutti lo scherzavano per questo motivo (oltre che per le dimensioni del suo pene).
Insomma l’AGLIENO e la biondina si innamorano, e il bello è che i loreniani (sfigati dimmerda) si possono innamorare solo una volta nella vita. Quindi FREGATO. Anche perché pochi giorni dopo John Smith conosce la numero 6, che guida una Ducati ed è dotata di fuciloni a pompa che non sono niente male.
Mimportaunasegadelcasco!

Comunque andiamo in ordine:

Quante puppe ci sono? Quanti morti spappolati? 
 
Puppe? Stiamo scherzando? Questo è un film per adolescenti e ragazzine hipster che hanno amato Twilight e pensano che i rettiliani stiano per arrivare! Però attenzione, il film è prodotto da Michael Bay ed in quanto tale deve avere delle scene di azione e casino totale, vedi il finale con pipistrelli alieni di 8 metri, mastini infernali, onde kame-hame-ha, hadouken, gente che scompare e il nerd (IL NERD!) che ammazza un alieno ipercattivo e dice anche una frase da figo. Stammerda. Il problema è che ste scene (che di per sè non sarebbero malissimo):
1- hanno effetti speciali in CGI penosi
2- manco una goccia di sangue!!! Gli alieni che diventano polvere appena uccisi… che cazzo di metabolismo hanno?
3- sono l’unica attrattiva del film, che quindi è inutile.
Il film è tratto da una serie di romanzi, e nelle intenzioni dei produttori avrebbe dovuto essere (ovviamente) il primo di una lunga serie. Ma giustamente ha incassato due lire, quindi la saga non si fa! Bene bene!

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 16/09/2019

Rieccoci qui col consueto appuntamento del lunedì col Cumbrugliume, per scoprire tutte le novità più interessanti (e non) che potreste cominciare a guardare questa settimana! Novità succulente Per l'unica novità della settimana nei network tradizionali dovete volare in...

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

Novità succulente Questa settimana viva l'Inghilterra! Cominciamo con una nuova serie del network ITV, che ha come protagonista Martin Freeman. Ok, sono molto interessato! A Confession racconta la storia vera dell'omicidio di Sian O'Callaghan, con il protagonista - detective...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 02/09/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 02/09/2019

Novità succulente A volte il nome giusto conta moltissimo: ecco perché sono stato immediatamente attratto da On Becoming a God in Central Florida, nuova serie su Showtime con Kirsten Dunst. La protagonista è una lavoratrice a salario minimo che progetta nel dettaglio la sua...

1 Comment

  1. Anna 28 August 2012
    Rispondi

    :)))) Il film non l'ho visto, ma la recensione m'ha fatto sbellicare!!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.