Morituris te salutant!

Morituris te salutant!

Quanto mi fanno incazzare ste cose…

Dopo un secolo e mezzo di fremente attesa sembrava in uscita anche nelle sale italiane Morituris, film zombie-splatter-gladiatorio parzialmente ispirato alle vicende del massacro del Circeo (si, tutta sta roba!) e diretto dall’esordiente Raffaele Picchio.
Sembrava. Si, perché la pellicola doveva avere il visto censura. E la commissione ha NEGATO il visto censura opponendosi totalmente all’uscita del film. Le motivazioni? Eccole.
La Commissione di revisione cinematografica, visionato il film,
esprime, all’unanimità, parere contrario al rilascio di nulla osta per
la proiezione in pubblico per motivi di offesa al buon costume,
intendendo gli atti di violenza e di perversione sulle donne, motivati
dal gusto della sopraffazione e dall’ebbrezza della propria forza
rafforzata dal consumo di alcool e droga. Inoltre i “giustizieri” si
accaniscono sia sui ragazzi, rei di violenza e sadismo, sia sulle
ragazze vittime dei loro carnefici. Infine, negli atti di perversa
violenza viene impiegato un topolino come un oggetto sessuale. Pertanto
la Commissione ritiene la pellicola un saggio di perversività e sadismo
gratuiti.
Cos’è una Commissione di revisione cinematografica? Una visita al sito del Ministero dei beni culturali ci svela che esistono ben 8 sezioni, ognuna formata da:

– un presidente con curriculum non ben specificato;
– un docente di psicologia/pedagogia;
– due “esperti di cultura cinematografica”, come viene stabilita la loro esperienza non si sa, se basta avere un blog in cui si parla di cinema mi candido anche io;
– due rappresentanti di associazioni di genitori (il cazzo di MOIGE? Andiamo bene);
– due rappresentanti di associazioni di categoria (anche i montatori? Ahahahahah!);
– un rappresentante di associazioni di protezione animali;
– un segretario.

Finchè sta gente si accontenta di decidere i divieti ai minori di 18 o 14 anni mi possono girare le palle, ma va bene. Una regola ci vuole. Ma quando una commissione così formata si permette di decidere cosa io, trentatreenne sano di mente o quasi, posso o non posso vedere, permettete che m’incazzi.

Che poi si, sicuramente Morituris, a giudicare dal trailer, dalle poche scene viste e dalle recensioni trapelate, è sicuramente un film duro. Violentissimo, con nudi insistiti, splatter fino ad apparire quasi paradossale. Non mi sembra un grandissimo film, ma un film interessante di sicuro, visto che in Italia esperimenti del genere si contano sulle dita di una mano monca. Ma è davvero così osceno, o semplicemente si mette sulla scia dei vari Martyrs, A l’interieur… o anche roba tipo quella merdata di A Serbian Film. E’ uscita roba con scene porno tipo Baise Moi, con implicazioni quasi pedofile come Kids… e Morituris no? Non è che hanno detto “guardate, provate a limare qualcosa in fase di montaggio”… no, proprio visto censura NEGATO. Da quanto non accadeva in Italia? Sta roba è davvero schifosa…

…almeno si potranno fare un po’ di pubblicità sui dvd in vendita all’estero. Una fascetta tipo THIS MOVIE WAS BANNED IN ITALY!!! farà sicuramente vendere qualche centinaio di copie in più… fa molto Cannibal Holocaust… solo che siamo nel 2013. Pessimismo. Morituris? Te salutant…

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.