White House Down: Obama col lanciarazzi!

White House Down: Obama col lanciarazzi!

Diciamo la verità, siamo tutti pronti a sputare sul cinema di muscoli & propaganda a stelle e strisce, ma quando gli americani decidono di fare una cosa bene, la fanno bene. Quindi la portata spettacolare e di puro entertainment delle mille pellicole che negli ultimi anni hanno magnificato gli USA con bandiera americana a sventolare in piena vista (vero Michael Bay?) è indiscutibile. Noi europei tendiamo a vedere la cosa come esagerata, retorica e vagamente fascistoide ma… in fondo non è così?
Roland Emmerich è tedesco, anche se ormai gli USA sono la sua patria. Forse proprio per le sue origini Sotto Assedio – White House Down sposta percettibilmente il punto di vista rimanendo sempre catalogabile come muscoli & propaganda.
Non sono più i tempi di Reagan e Bush, alla Casa Bianca c’è il Presidente Sawyer (Jamie Foxx, che poi è ovviamente Obama), che si spende per la pace in medio oriente anche contro le pressioni dei consiglieri più conservatori e delle lobby dei produttori di armi. Channing Tatum è Cale, un ex militare che cerca un posto di lavoro come guardia del Presidente, più spinto dalla figlia che è una sua fan che per vera convinzione. Ma proprio mentre Cale e la figlia stanno facendo la visita della Casa Bianca un gruppo di terroristi l’assale…
White House Down potrebbe essere definita la classica action-comedy, con Cale eroe d’azione, Sawyer che non ha mai usato armi ma si trova a dover prendere in mano persino un lanciarazzi, la bimba da salvare, i traditori, qualche figura comica ed il colpo di scena finale. La novità, che poi novità non è ma insomma…, è che i buoni sono i super-progressisti che per una volta non fanno la figura degli ingenui, e volendo essere proprio profondi nell’analisi di un film che comunque pur essendo divertente non si merita tutta questa attenzione, si può dire che si tratta di un action “di sinistra”. Quanto seguito può avere una roba del genere? Nessuno? Emmerich è bravo, ci mette il mestiere e cita senza vergogna Indipendence Day, gli attori reggono (più Foxx che Tatum), la componente spettacolare e stupidina c’è.
Tutto bene? Si, nei limiti di quello che comunque resta un popcorn movie. Due ore che passano in fretta.
Voto: ** 3/4
logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.