Brooklyn Nine-Nine

Brooklyn Nine-Nine

Tra i successi a sorpresa della stagione televisiva americana 2013 quello di cui meno mi aspettavo un exploit è sicuramente Brooklyn Nine-Nine, che sulla carta sembrava la solita commedia non troppo ispirata in onda su FOX, e che invece ha addirittura vinto due Golden Globe, uno come miglior serie comedy e uno al migliore attore Andy Samberg. Spinto da questi premi sono andato a recuperarmela, e…
…devo dire che i premi ci stanno tutti.
Brooklyn Nine-Nine segue le vicende del 99mo distretto di polizia di Brooklyn e dei vari personaggi che lo popolano. Lungi dall’insistere sulle indagini e sui metodi di polizia, l’attenzione è completamente incentrata sui rapporti tra i vari detective e la centrale è praticamente sempre al centro dell’attenzione, quasi un The Office in salsa poliziesca. Le storie sono semplici ed i ruoli piuttosto stereotipati, ma come al solito nelle commedie di questo tipo sono i personaggi a fare la differenza, e quelli di Brooklyn Nine-Nine non potranno non strapparvi un sorriso.
Andy Samberg è il detective Jake Peralta. Giovane, talentuoso, ha solo un problema… non prende nulla sul serio, ed il suo atteggiamento scanzonato (ma non strafottente) rischia di essere male interpretato. Amico di tutti, ha un rapporto (apparentemente) conflittuale solo con la collega Amy Santiago, con la quale è sempre in competizione…

Melissa Fumero è Amy Santiago. Precisa, perfezionista sul lavoro quanto impacciata nella vita sociale, cerca sempre di fare colpo sui superiori, in particolare il Capitano Holt per il quale ha una venerazione, finendo però sempre per fare confusione e dire la parola sbagliata al momento sbagliato.

Andre Braugher è il Capitano Ray Holt, nuovo arrivato al novantanove e primo capitano di polizia gay dichiarato della città di New York. Le sue preferenze sessuali gli hanno provocato dei problemi in passato, ma al nuovo distretto non sembra essere un problema. Il vero problema, quando si ha a che fare con lui, è l’inespressività del suo viso che non consente a nessuno di capire cosa pensa. Eppure i suoi amici al di fuori della polizia lo ritengono un mattacchione……

Stephanie Beatriz è il detective Rosa Diaz. A dir poco misteriosa, bella, sempre vestita di nero, nessuno sa niente di lei, ma qualcosa piano piano salta fuori. A dei problemi di controllo della rabbia, quindi quasi tutti la temono… compreso il detective Boyle, che però non riesce a nascondere anche l’attrazione (fatale?) che prova per lei.

Joe Lo Truglio è il detective Charles Boyle… totalmente fuori di testa. Goffo, impacciato, maniaco del buon cibo, vive in un mondo tutto suo ed è uno dei personaggi più divertenti della serie. Innamoratissimo di Rosa Diaz non perde la speranza di essere ricambiato. E’ un fan esagerato anche del protagonista Jake Peralta, non perde occasione per dargli ragione e per fare il tifo per lui, con continui high five!

Terry Crews è il sergente Terry Jeffords, che nonostante il suo fisico da palestrato ha subito un trauma e all’inizio della serie si limita a svolgere lavori d’ufficio. E’ innamoratissimo della moglie e delle due figlie che teme di lasciare sole se mai avrà un incidente sul lavoro.

Chelsea Peretti è Gina Linetti, segretaria civile del distretto, cleptomane, narcisista, con un gusto particolare per combinare guai. La sua personalità distorta affascina ogni psicologo!

Dirk Blocker è il detective Michael Hitchcock, uno dei più anziani del distretto. Non ha la minima idea di cosa succeda intorno a lui, ma coglie qualsiasi occasione per togliersi la maglia e rimanere a petto nudo, senza motivo.

Joel Miller è il detective Norm Scully. Pigro, grasso, un po’ inquietante. E’ il miglior amico di Hitchcock tanto che qualcuno li scambia per una coppia gay. Ogni tanto si mette a cantare l’opera!

Questo gruppo di personaggi va a comporre un ambiente di lavoro mai tranquillo ma sempre sereno, senza conflitti irrisolvibili e con una forte componente di rispetto reciproco anche per chi non se lo meriterebbe. B99 è una commedia frizzante, divertente, garbata, adatta a tutti. Non aspettatevi risate sguaiate o humour pesante, ma una serie intelligente e ben scritta! In un periodo di magra per le serie comedy non posso che consigliarvela caldamente!

Voto: ****

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.