Video amarcord: Pulp – Disco 2000

Nel 1995 le pop-rock band inglesi erano all’apice del successo. In particolare ovviamente erano gli Oasis ed i Blur a contendersi il primato, e i fan erano divisi abbastanza equamente tra di loro. Al tempo qualche giornale cercava di comparare la loro “rivalità” a quella tra Beatles e Rolling Stones…
A 16 anni io, francamente, mi stavo appassionando ad un rock più duro ed ero abbastanza indifferente ad entrambe le band, con una piccola precedenza per i Blur… non fosse altro che per la loro Song 2… when i feel heavy metal! Ricordo però un giorno di aver visto su videomusic un video di quella che pensavo una “nuova band inglese”, i Pulp. Ovviamente nella mia ignoranza non potevo sapere che i Pulp erano stati fondati addirittura nel 1978, ma anche se l’avessi saputo la mia impressione non sarebbe cambiata così tanto. La loro Disco 2000 mi appariva fresca, divertente, ben suonata. Brit-pop, ma più consono alle mie corde.
Era il terzo singolo ad essere stato tratto dall’album “Different Class”, e anche se il primo “Common People” vendette di più questo è rimasto molto più impresso nella mia memoria.
logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Kebabbari vs Alieni!

Kebabbari vs Alieni!

Alvaro è uno studente universitario. O almeno, tecnicamente potrebbe definirsi tale, ma la verità è che il suo libretto universitario giace pressochè intonso dentro un cassetto, chissà poi quale. Nella grande città ci sono troppe distrazioni per pensare allo studio. Troppe feste, troppe...

1 Comment

  1. Marco Goi 7 April 2014
    Rispondi

    viva il britpop, abbasso l'heavy metal! 😉

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.