Venerdì gnocca #3: EMMY ROSSUM

Venerdì gnocca #3: EMMY ROSSUM

Torna a grande richiesta la rubrica del venerdì, quella che piace a grandi e piccini perché ci sono le tette! Vi ricordo che le gnocche sono ordinate secondo quello che mi viene in mente la mattina, quindi non è una classifica! E la gnocca #3 è…
#3: EMMY ROSSUM

La versione americana della serie tv inglese Shameless ha moltissime frecce al suo arco. Le principali? Un cast di sceneggiatori brillanti e creativi, un grande attore protagonista credibilissimo nella parte come William H Macy e… Emmy Rossum!
TETTE!
Gli adoratori della setta del Cumbrugliume sanno benissimo quanto amo le belle bimbe che non si vergognano di mettere in mostra il loro corpo, e in Shameless Emmy non si risparmia certo, mostrando doti recitative notevoli ma soprattutto un seno invidiabile.
Anche il culo comunque non scherza.
La Rossum ha iniziato la propria carriera giovanissima, con il primo ruolo importante a 13 anni nella soap Così gira il mondo. Al cinema debutta nel 2000, a 14 anni, in Songcatcher, che le consente tralaltro di duettare con Dolly Parton. Emmy si è divisa per anni tra cinema e musica, ha recitato in film importanti come Mystic River e Il Fantasma dell’Opera ma ha anche inciso tre dischi. 
Il suo “ruolo vergogna”? Era Bulma in Dragonball Evolution 😀
logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Kebabbari vs Alieni!

Kebabbari vs Alieni!

Alvaro è uno studente universitario. O almeno, tecnicamente potrebbe definirsi tale, ma la verità è che il suo libretto universitario giace pressochè intonso dentro un cassetto, chissà poi quale. Nella grande città ci sono troppe distrazioni per pensare allo studio. Troppe feste, troppe...

1 Comment

  1. Marco Goi 11 April 2014
    Rispondi

    beeeellla!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.