Tutte contro lui – Tette per noi?

Tutte contro lui – Tette per noi?

Ogni tanto faccio in modo di scaricare acquistare un film che possa piacere anche alla mia compagna. Dopotutto glielo devo, la sottopongo regolarmente a serie tv lente e dolenti o piene di zombie, film trash di quart’ordine, action movies iperadrenalinici, puttanate semicomiche e persino qualche western. Non abbastanza western, comunque. Però… insomma, glielo devo. Così mi sorprendo a scaricare acquistare pellicole con gente che si abbraccia nella locandina, o film Disney, o film con Cameron Diaz.
Tutte contro lui
Già, film con Cameron Diaz.
Da quando Cameron Diaz è diventata una milf di plastica i film che la vedono protagonista sono, con l’eccezione di The Counselor dove lei fa la troia milf, quasi esclusivamente pellicole sciocchine dove lei fa la troia milf però ridacchiando divertita, ammiccando al pubblico femminile che l’aveva eletta regina delle rom-com negli anni 90. Succede anche in Tutte contro lui, che in originale si chiamava The Other Woman, dove la Diaz è una intelligente ed elegante donna avvocato in carriera, che passa da una storia sfortunata all’altra finché non incontra lui, Nikolaj Coster-Waldau, ovvero Jaime Lannister, bello, amante perfetto, ricco, innamorato. La storia con lui è magica. Almeno finché lei non scopre che lui è già sposato, con una bella donna non troppo sveglia (eufemismo) interpretata da Leslie Mann.
Leslie è una casalinga e non potrebbe ambire a nulla di più, firma qualsiasi cosa il marito le presenti davanti senza capire minimamente quello che c’è scritto, è succube di lui e vive solo per lui. E quando scopre che la tradisce, con una donna elegante e sicuramente più femminile di lei come Cameron Diaz (anche se io preferisco Leslie Mann, la plastica non mi piace), il suo mondo crolla. Lei piange, si dispera e non trova di meglio che “perseguitare” la rivale finendo per diventare in maniera piuttosto improbabile sua amica. Si, le donne si alleano, in fondo sono entrambe vittime, e finiscono per scoprire che c’è anche una terza amante, molto più giovane ed estremamente stragnocca: Kate “tette” Upton. (nota: da questo momento in poi la recensione sarà abbellita solo da foto di Kate Upton, per ovvi motivi)
E qui il film potrebbe anche finire. Coster-Waldau ha vinto. Si tromba Cameron Diaz, Leslie Mann E Kate Upton??? Ovazione per lui. Che poi scopriremo che ce n’è almeno un’altra, ma non divaghiamo, restiamo alle protagoniste. Che essendo donne e quindi poco sportive non la prendono bene, arruolano anche la Upton e decidono di rendere la vita del vero protagonista un inferno, negandogli il sesso, ingozzandolo di lassativi ed estrogeni e sostituendo il suo shampoo con una crema depilatoria.
Ahahah, scene divertentissime, lui si caca addosso come nei film con Christian de Sica, e gli crescono i capezzoli, ahahah!
Si, perché tette della Upton a parte (sempre sia lodata), il film è divertente come Natale a Miami, però doppiato peggio. Nelle intenzioni del regista (Nick Cassavetes, figlio di John ma con un trentasettesimo del suo talento – anche se Alpha Dog non era malaccio!) Tutte contro Lui era probabilmente una rom-com più com che rom, ma credo che il suo pubblico di riferimento sia identificabile nell’insieme delle donne con un leggero ritardo mentale.
Tipo la moglie, Leslie Mann. Evidentemente lei è una donna con leggero ritardo mentale, all’inizio del film lo ammette persino. E nonostante questo finisce per proporre idee miliardarie e diventa CEO di importanti aziende (spoilero, non mi importa una sega).
Tipo la tettona Kate Upton, che è una donna con leggero ritardo mentale ma con tette come quelle a chi importa?
Kate Upton tette

GIOISCO PERCHE’ HO LE TETTE!

Non come Cameron Diaz, che ovviamente fa la parte di quella intelligente e cinica che capisce che deve cambiare vita dopo l’incontro con le due ritardate mentali. Nei film di questo tipo Cameron Diaz fa sempre bella figura. In The Counselor invece si scopava una macchina (non c’entra nulla ma mi piaceva ricordarlo) perché evidentemente quello era un film (brutto) per uomini. Questo è un film osceno per donne.
Ed ho imparato una cosa: se voglio guardare un film con la mia compagna è bene che lo faccia scegliere a lei.
Voto: :P:P:P:P:P
Nota: nonostante sia una merdata totale il film è stato campione di incassi un po’ ovunque. Segno che il pubblico delle donne con leggero ritardo mentale è ancora più vasto di quanto si crede!
logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

2 Comments

  1. Marco Goi 19 August 2014
    Rispondi

    tette

    tette

    e ancora tette!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.