Venti anni da #02: Skunk Anansie – Paranoid & Sunburnt

Venti anni da #02: Skunk Anansie – Paranoid & Sunburnt

Venti anni fa era il 1995, ed io avevo 16 anni. E nonostante gli anni 90 siano stati un decennio di crisi e contraddizioni usciva anche tanta roba bella. Ad esempio…
Il primo disco degli Skunk Anansie fu per me un’epifania. Li vidi a Help, il programma che Red Ronnie (quando ancora non era rincoglionito del tutto) conduceva su Videomusic, e rimasi stupefatto dal mix di potenza, rabbia e dolcezza che emergeva dalle loro canzoni. Come spesso mi succedeva ai quei tempi, non appena possibile mi recai al negozio a comprare il disco…
C’era una grande incazzatura nell’esordio degli Skunk Anansie. Contro la politica, la religione, la società… Ma negli occhi incazzati di quella lesbica mascolina che era (ed è, immagino) Skin c’erano anche dolcezza e speranza, o almeno così mi immaginavo in quei giorni. Il loro rock era decisamente più potente e senza compromessi di quello che sarebbe stato in seguito, quando la band trovò il vero successo, le canzoni erano più grezze ed imperfette, ma inevitabilmente anche più vere e genuine.

Come non innamorarsene?

Voto: *****

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Kebabbari vs Alieni!

Kebabbari vs Alieni!

Alvaro è uno studente universitario. O almeno, tecnicamente potrebbe definirsi tale, ma la verità è che il suo libretto universitario giace pressochè intonso dentro un cassetto, chissà poi quale. Nella grande città ci sono troppe distrazioni per pensare allo studio. Troppe feste, troppe...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.