Episodio Uno: Fortitude

Visto che in tv continua a non esserci nulla di nuovo torniamo indietro di qualche mese e più precisamente a fine Gennaio, quando su Sky Atlantic ed in contemporanea negli USA sul misterioso canale televisivo Pivot venivano messe in onda le prime due puntate di…
FORTITUDE
A Fortitude, cittadina situata sull’isola Spitsbergen, abitano circa 800 persone, la maggior parte delle quali minatori o ricercatori. Gli orsi polari, però, sono molti di più, visto che ci troviamo all’interno del Circolo Polare Artico, ed il pericolo da loro rappresentato è tale che per legge ogni cittadino deve portare con sé un fucile da caccia. Orsi a parte, però, in città succede poco o niente, tutti hanno un lavoro e la vita è relativamente tranquilla per i quattro tutori dell’ordine presenti. Fino a che un brutale omicidio scuote la cittadina, ed un detective inglese (interpretato da Stanley Tucci) non viene chiamato a dare una mano con le indagini.
A leggere così la trama Fortitude pare un giallo, su uno di quegli eventi che scuotono le piccole comunità e finiscono per tirarne fuori ogni segreto, un po’ alla Broadchurch per intendersi. La provenienza (inglese) è la stessa, il tipo di narrazione tutto sommato simile, ma Fortitude pare avere allo stesso tempo qualcosa di più e qualcosa di meno.
In più ha una trama (apparentemente, ho visto solo le prime due puntate) più ricca di personaggi, situazioni e… misteri. C’è molta carne al fuoco oltre all’omicidio: una misteriosa malattia legata (forse) al ritrovamento di un importante reperto archeologico, personaggi che sembrano nascondere molte cose, un albergo scolpito nel ghiaccio che potrebbe cambiare il futuro della cittadina, silenzi, omertà, ma anche un certo fare fronte comune contro il nuovo. E l’ambientazione, splendida, nei ghiacci (quasi) eterni dell’Artico. Oltre al già nominato Fortitude vengono in mente Fargo e persino Twin Peaks. Chissà che la trama non veda anche qualche incursione nell’inspiegabile… i presupposti ci sarebbero.
In meno ha… una certa noia che è subentrata durante la visione di un pilot che mette molta carne al fuoco ed introduce in maniera fin troppo piatta e lineare un gran numero di personaggi che non sembrano però avere pienamente le carte in regola per rimanere impressi allo spettatore.
Sono arrivato alla fine delle visione interessato ma un po’ stanco, dovessi dare necessariamente un voto direi per ora un sei, ma mai come stavolta sono indeciso se continuare la visione o meno. Il mistero mi intriga, ma nonostante ambientazione e buon cast il livello generale mi pare un filo più basso della media. Che mi consigliate?
Voto: ** 1/2
Continuerò a vederlo? Boh!

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 17/06/2019

Rieccoci con l'appuntamento settimanale con le serie tv! Malgrado l'estate sia già qui le novità continuano a fioccare, con almeno un paio di esse a prima vista imperdibili. Volete sapere quali sono? E allora continuate a leggere, no? Novità succulente Cominciamo con...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 10/06/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 10/06/2019

La rubrica si sposta (spero definitivamente) al lunedì. Negli ultimi giorni non sono mancate novità interessanti, giunte a movimentare un periodo assai sonnacchioso: eccole qua! Novità succulente Qualcuno lo potrebbe definire un dono, altri una maledizione... Cassie sa...

L’Italia che scrive – i consigli di giugno 2019

L'Italia che scrive - i consigli di giugno 2019

Da bravo (si fa per dire) autore dilettante di genere sto cercando sempre più di dare il buon esempio leggendo più storie possibile di autori italiani, sia autopubblicati che in uscita per case editrici. Rimarreste sorpresi se scopriste quanto talento e quante buone idee nascono ogni mese...

2 Comments

  1. Rento Portento 10 May 2015
    Rispondi

    Ho da poco preso in prestito un po' dello SkyGo della mia ragazza, ma se queste sono le premesse non mi avvicinerò mai a Fortitude, eppure sembrava na roba carina!

    • michele 10 May 2015
      Rispondi

      Forse ero io ad essere stanco, boh! Comunque non escludo che in seguito migliori radicalmente, le possibilità ci sarebbero…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.