Episodio Uno: Limitless

Episodio Uno: Limitless

Ho apprezzato il film, mi è piaciuto anche di più il romanzo, volevate che non guardassi la serie tv? Ufficialmente uscirà il 22 settembre, ma il primo episodio è già online, quindi… vediamo un po’ se varrà la pena guardare… 
LIMITLESS
Brian Finch è un trentenne che sta fallendo nella vita. Il suo sogno di divenire musicista si sta infrangendo contro la dura realtà di questo mondo… E’ bravo, ma non abbastanza per sfondare, così passo dopo passo tutti i suoi compagni nella band lo abbandonano per cercare lavori veri, mentre lui continua imperterrito, fino ad apparire sui palchi da solo, davanti ad un pubblico sempre più sparuto. Poi suo padre si ammala, una malattia che nessun dottore riesce a diagnosticare, e persino la musa creativa scompare. Per mesi Finch non riesce a scrivere neppure un pezzo, e l’unico lavoro che riesce a trovare è un terribile e ripetitivo impiego da stagista in una banca d’investimenti. La stessa banca d’investimenti dove sta trovando un grande successo un amico che suonava con lui molti anni prima, e che gli propone una soluzione che potrebbe cambiare la sua vita: una semplice pillola trasparente, che ha il potere di potenziare al massimo il suo cervello, rendendogli immediatamente disponibile ogni ricordo, ogni conoscenza, ogni idea che abbia avuto nel corso della sua vita.
Ed in meno di un giorno, effettivamente, tutto cambia.
Finch riesce a completare in meno di un giorno il lavoro che avrebbe dovuto impiegargli due settimane, trovando al contempo la soluzione per riorganizzare in maniera nuova e funzionale il personale della banca, riscopre il suo talento alla chitarra, vince gare di scacchi, torna a casa ed in poche febbrili ore di letture capisce quale è la malattia genetica di cui soffre il padre.
Il giorno dopo, però, queste capacità scompaiono. Finch va a casa dell’amico per avere altre pillole, ma lo trova cadavere, e si ritrova inseguito dall’FBI che lo crede colpevole dell’omicidio…
Se avete visto il film, avrete una sensazione di deja-vu. Lo spunto iniziale fino all’arrivo in casa dell’amico è assolutamente identico, e francamente ho iniziato a sospettare che si trattasse di un remake identico dell’originale. Ma con mia sorpresa non si tratta di un remake, bensì di un vero e proprio seguito! Qualche scena dopo, infatti, torna in scena anche Bradley Cooper, interprete del film originale che riprende il suo personaggio quattro anni dopo. Anni che – senza fare spoiler – ha impiegato nella maniera più proficua possibile. 
Proprio la sostituzione di Bradley Cooper come protagonista era la cosa che più mi impensieriva di questa nuova serie targata CBS. Non era facile trovare un altro attore dotato dello stesso carisma e della stessa capacità di trasformazione rimanendo comunque la stessa persona. Ed in effetti… no, non ci sono riusciti fino in fondo, il protagonista Jake McDorman non ha assolutamente lo stesso carisma, ma probabilmente sarebbe pretendere troppo. Ma riesce comunque a fare il suo apparendo lo stesso credibile! Coprotagonista della serie sembrerebbe divenire l’agente dell’FBI interpretata da Jennifer Carpenter, che tutti conosciamo come la sorellina di Dexter Morgan. Confesso di avere un debole per lei, ma allo stesso tempo devo ammettere che nel pilota non spicca granché. Ovviamente non era su di lei che si doveva concentrare, ma c’è da sperare che nei prossimi episodi anche il suo personaggio abbia modo di crescere e di farsi apprezzare, altrimenti questo lato della serie potrebbe rivelarsi un po’ debole.
Il dubbio è proprio su di lei, e sulla possibilità che una serie che potrebbe fornire infiniti spunti su etica, morale, edonismo (tutti temi toccati dal film ed ancora meglio dal romanzo, ma non certo esauriti) e via dicendo possa diventare un banale (?) buddy cop serial con un partner superintelligente ed uno più portato verso l’azione. Andrà così? L’apparizione di Cooper mi rincuora a riguardo, la storyline che lo vedrà protagonista e le domande che il pilot porta a farsi sul suo conto sono già la parte più interessante della serie. Speriamo non faccia solo comparsate… ma sono fiducioso!
Voto: *** 1/2
Continuerò a guardarla: si
logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.