Star Wars: Il Risveglio della Forza – la recensione del Lato Oscuro

Star Wars: Il Risveglio della Forza – la recensione del Lato Oscuro

Il Risveglio della Forza è l’ennesima dimostrazione che per quanto i ribelli possano continuare a sperare, il Lato Oscuro vincerà. Semplicemente perché è inevitabile. Perché le forze in gioco sono talmente impari che davvero, non c’è paragone, al di la dei singoli atti eroici che potranno consentire forse di vincere qualche battaglia, ma non la guerra.

Lato Oscuro

Ovviamente, seguono [SPOILER]

Molti [SPOILER]

Il Lato Oscuro, oggi rappresentato dal Primo Ordine, non può perdere. Tutta la saga di Guerre Stellari è in fondo una dimostrazione di tutto questo. Anakin, il jedi di più grande talento, è stato attratto dal Lato Oscuro ed è diventato Darth Vader. Dopo la distruzione della prima Morte Nera l’Impero ha scrollato le spalle e ne ha costruita un’altra molto più grande. I ribelli hanno reagito riorganizzandosi ma solo il tradimento di Darth Vader è riuscito a sconfiggere Palpatine, e anche dopo la (temporanea) sconfitta dell’Impero il Lato Oscuro  è tornato dominante. E rimane dominante anche dopo Il Risveglio della Forza.

Quella che a prima vista può sembrare una vittoria della Ribellione appare, dopo un’analisi più lucida, molto diversa. Il Primo Ordine ha perso un’arma. Un’arma potentissima e costosissima, certo, ma solo un’arma. Con essa sono morti dei soldati, per la maggior parte semplici stormtrooper, e in quanto tali rimpiazzabili all’infinito. Finn è una anomalia, i soldati come lui sono miliardi in tutto l’universo, pronti a sconfiggere i Ribelli con la semplice forza dei numeri. I cosiddetti buoni, invece, hanno perso sei interi pianeti, scelti appositamente in quanto erano i più importanti e rappresentativi tra quelli della loro parte. Hanno perso uomini di valore, politici importanti, tutta la classe dirigente oltre a miliardi di semplici cittadini. E soprattutto hanno perso il supporto di tutti gli altri pianeti che fino ad ora potevano dichiararsi indecisi, o magari pendevano dalla loro parte. Con quale coraggio potranno ora dichiararsi oppositori del Primo Ordine, sapendo quali armi questo è in grado di costruire? Lo ripeto, dopo la prima Morte Nera ne è stata costruita una molto più grande. Potrebbe succedere ancora…

Molti hanno criticato la debolezza di Kylo Ren. Ma lui è solo una pedina nelle mani del Lato Oscuro, e neppure una pedina importante. La sua ambizione è forte, ed in futuro potrebbe divenire davvero qualcuno, ma finora è solo un ragazzo. Nemmeno a capo della Starkiller. L’onore spettava infatti al Generale Hux, che ha evacuato con successo il pianeta portando con sé tutti gli elementi più importanti. E il potere del Leader Supremo Snoke è ancora tutto da scoprire…

Cosa resta ai Ribelli? La guida di una anziana signora senza più un vero supporto popolare, qualche pilota di successo ma che non avrà sempre la fortuna di volare incolume dentro tunnel strettissimi, una ragazzina che potrebbe essere potente nella Forza, uno stormtrooper ribelle.. e un wookie. Persino Han Solo è morto. E siete proprio sicuri che Luke non possa passare anch’egli al Lato Oscuro?

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.