La Grande Scommessa (Adam McKay, 2016)

La Grande Scommessa (The Big Short)
di Adam McKay, con Christian Bale, Steve Carell, Ryan Gosling e Brad Pitt
Uscita italiana: 7 Gennaio 2016
IMDB

La Grande Scommessa poster
Era difficile aspettarsi da Adam McKay, il regista di capolavori (per me, ok :P) della commedia stupidissima come Anchorman o Fratellastri a 40 Anni, un film come questo. La storia quasi completamente vera di alcuni outsider del mondo della finanza che si sono resi conto, molto prima di tutti gli altri, che la bolla dei mutui subprime sarebbe esplosa e che l’economia mondiale avrebbe subito un tracollo. La Grande Scommessa è un film con evidenti intenti divulgativi, che utilizza sapientemente artefici narrativi come lo sfondamento della quarta parete per parlare direttamente al pubblico e spiegare quello che sta succedendo sullo schermo, avvalendosi anche di guest star importanti come Selena Gomez, Anthony Bourdain o soprattutto Margot Robbie, che ci spiega l’economia da dentro una lussuosa vasca da bagno. Anche solo questo momento varrebbe la visione del film, come potrete immaginare.

Margot Robbie La Grande Scommessa
Il film è tratto da un bestseller di Michael Lewis ed è un nero viaggio nel mondo dell’alt(r)a finanza, i personaggi sono speculatori, geni sociopatici, trader che si pongono dilemmi moraliche e soprattutto tanti cretini. Tanti cretini che guadagnavano miliardi grazie a una bolla che contribuivano a creare ma che nemmeno loro stessi capivano. Nessuno si immaginava un tracollo di quella portata. Beh, QUASI nessuno.

La Grande Scommessa Steve Carell Ryan Gosling
Pur essendo una storia quasi completamente vera La Grande Scommessa (anzi, Il Grande Scoperto, come recita il titolo originale) è anche una storia appassionante con momenti drammatici ed altri davvero esilaranti, che tiene con il fiato sospeso nonostante ahimè tutti sappiamo come sia andata a finire. E’ un po’ The Wolf of Wall Street e un po’ Fahrenheit 9/11… a proposito, dicevamo che era difficile aspettarsi da Adam McKay un film come questo? Difficile ma non impossibile, visto che oltre a dirigere commedie è stato un collaboratore proprio di Michael Moore. Completa l’opera un cast perfetto, con Christian Bale eccellente come al solito, Brad Pitt ottimo in un ruolo non di primissimo piano, Ryan Gosling ancora una volta sugli scudi e Marisa Tomei bravissima nei pochi minuti che le sono concessi. Ma consentitemelo, il migliore è Steve Carell, che dopo Foxcatcher offre un’altra prova mastodontica.

La Grande Scommessa Christian Bale
Diceva Henry Ford, “Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione”. La Grande Scommessa è anche un piccolo passo avanti verso questa rivoluzione. E un film imperdibile.

La Grande Scommessa Brad Pitt
Voto: **** 1/2

Related posts

Un sabato a Varchi Comics

Un sabato a Varchi Comics

Sabato 16 Marzo ho vinto la pigrizia del fine settimana per muovermi di una trentina di chilometri e recarmi alla edizione 2019 del Varchi Comics, la prima che si è tenuta nel centro cittadino. Completamente gratuita e con ospiti ogni anno di livello maggiore, Varchi Comics si sta...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 17/03/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 17/03/2019

L'articolone riassuntivo di tutte le novità televisive della settimana è di nuovo pronto per voi! Buona lettura! Novità Succulente È una settimana avara di novità, ma l'unico esordio della settimana ha quantomeno le carte in regole per risultare molto intrigante... fin dal...

Triple Frontier: ora Netflix fa sul serio

Triple Frontier: ora Netflix fa sul serio

Il miglior film mai prodotto da Netflix? Forse, sicuramente un action d'altri tempi, teso e imperdibile!

3 Comments

  1. lazyfish73 11 January 2016
    Rispondi

    Mi attira per il cast,i film che parlano di economia solitamente mi annoiano a morte(ho ancora il trauma di Margin call,ma questo mi sa che sarà diverso).Un’occasione gliela darò!!!

  2. Trackback: Il Caso Spotlight - giornalismo da Oscar? - cumbrugliume

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.