The Boy – ragazzi, che paura!

C’è una scena, in The Boy, che racchiude in pochi secondi l’essenza di tutto il film, e che non a caso è presente anche nel trailer. Lauren Cohan, gnocca come sempre, è una giovincella americana che si è trasferita nella vecchia Inghilterra per sfuggire alle eccessive attenzioni di qualcuno, ed essendo gnocca trova subito lavoro, come babysitter in un vecchio maniero isolato.

Matteo Salvini RUSPA

Quando incontra per la prima volta i suoi datori di lavoro, questi le presentano il bambino a cui dovrà badare. E il bambino… è una bambola.

Lauren Cohen giustamente ride, e i due tizi la guardano male.

Ecco, The Boy è un film un po’ così, lo guardiamo e ci viene da ridere, esclamiamo “dai, è una cazzata, ahahahah”. E il regista ci guarda fissi senza alcun accenno di umorismo: “veramente è un horror serissimo”.

The Boy

Si, perché William Brent Bell ce la mette tutta per farci paura, è proprio il materiale di partenza ad essere scarsino. C’è una bambola inespressiva che i due vecchietti credono essere il loro bimbo scomparso, la babysitter ovviamente se la ride ed ignora tutte le regole (vestirlo, dargli da mangiare, leggergli un libro, fargli ascoltare musica, non lasciarlo mai solo…) che le sono state date, abbandonandolo su una sedia per farsi i cazzi suoi. Ma le tante stranezze che si succedono nella casa la costringono a ricredersi…

The Boy film più attesi 2016

Il regista fa anche il furbino, ricorrendo a trucchetti scontati come i rumori nelle altre stanze, momenti di terrore che in realtà sono solo incubi e cose così. Lauren Cohan prova ad aiutarlo con una recitazione sicuramente non da Oscar, ma almeno convinta. Si fa anche una doccia, perché si sa, la doccia tira sempre [SPOILER: non si vede praticamente niente], ma… niente, alla fine il giudizio è sempre il solito: “è una cazzatona”.

E il finale, che vorrebbe essere una sorpresona e farci esclamare “WOW, VOGLIAMO ANCHE IL SEQUEL” (perché si vede che i produttori ci sperano, in un sequel) in realtà sortisce un altro effetto: “eh vabbé, me lo immaginavo. Oh i film è finito, andiamo a vedere The Witch che dice sia meglio”!

E allora voto due pernacchie, e proviamo con The Witch!

Voto: :P:P

Related posts

Italian way of Cooking, di Marco Cardone

Italian way of Cooking, di Marco Cardone

Dal titolo potreste forse pensare che Marco Cardone sia uno dei passati vincitori di Masterchef, e che questo sia il suo primo libro di cucina. Non fatevi ingannare! Italian way of cooking è un romanzo, e anche se nelle ultime pagine del volume troverete davvero delle ricette, queste sono molto...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 19/01/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 19/01/2019

Rieccoci con l'ormai classico articolo sulle novità televisive della settimana. La metà di Gennaio ci ha portato alcune serie attesissime e qualche sorpresa... oltre a dei ritorni intriganti. Vediamo insieme il tutto! Novità succulente Vogliamo parlare di una serie ambiziosa? The Passage (su...

Bird Box e l’umanità che non si salva

Bird Box e l'umanità che non si salva

Nel paese dei ciechi anche un orbo è re   No, scusate, ho scelto la citazione sbagliata. Nel paese di Bird Box è proprio il cieco ad essere re! Ma andiamo con ordine. Proprio alla fine del 2018 è uscito su Netflix Bird Box, pellicola che non ha ricevuto inizialmente grosso hype ma...

5 Comments

  1. gio ‘ 14 May 2016
    Rispondi

    Rispetto ai precedenti del regista mi sembra migliore. E’ sempre un film da B-movie però vedendo che è costato 10 e ha incassato 70 milioni di dollaroni è probabile ci sia un sequel anche se sarebbe meglio lasciarlo così. 🙂

    • michele 14 May 2016
      Rispondi

      Diciamo che finora William Brent Bell non si è rivelato un gran regista 😀 Ma al botteghino, in effetti, ha ragione lui!

  2. marco1946 15 May 2016
    Rispondi

    anche a me dicono che WITCH è molto meglio…

  3. Trackback: Must be the season of The Witch, yeah! - cumbrugliume

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.