Liebster Award 2016

Liebster Award

HO VINTO!!! HO VINTO!!!

. …in effetti non ho vinto niente, ma che bello!

ISTRUZIONI PER L’USO DEI LIEBSTER AWARDS

Il Liebster Blog Award è una sorta di riconoscimento che i blogger conferiscono ad altri blogger con un numero di followers inferiore ai 200, è stato istituito nel 2011, per saperne di più basta cercare in internet. È un’opportunità per farsi conoscere tramite il passaparola.
Una volta ottenuta questa menzione, se accettata, bisogna scrivere un post sul proprio blog usando il logo del Liebster Award e fare le seguenti cose:
1) Ringraziare i blog che ti hanno nominato e assegnato il premio.
2) Scrivere qualche riga (max 300 parole) sul blog che preferite (ovviamente non il vostro). Spiegare perché vi piace il blog, mettere il link.
3) Rispondere alle 11 domande poste dal blog o dai blogger che ti hanno nominato.
4) Scrivere, a piacere, 11 cose di te.
5) Premiare a tua volta 11 blog con meno di 200 follower.
6) Formulare le 11 domande per i blogger che si nomineranno.
7) Informare i blogger del premio assegnato.

Quindi… cominciamo?

1) GRAZIE a Cassidy de La Bara Volante, ad Alfonso di Non C’è Paragone e a Pietro Saba di Pietro Saba World! Seguiteli perché ne vale la pena!

2) Cercherò di rimanere sotto le 300 parole, non temiate. Dunque… difficile sceglierne uno solo! Sarei tentato di dire proprio La Bara Volante, visto che condividiamo moltissime passioni e leggere i suoi articoli è sempre un piacere, ma visto che è stato lui a nominarmi mi sembrerebbe piaggeria… quindi nominerò Il Zinefilo, splendido blog di Lucius Etruscus che mi ha fatto scoprire un numero infinito di filmacci capolavori. L’unico problema è che servirebbero due vite per guardarli tutti 🙁

3) Cassidy non pone domande (OMERTA’), quindi passo a rispondere a quelle di Pietro:

1. Pesce o carne? mare o montagna?

Pesce mangiato in montagna, direi che potrebbe essere una scelta ottimale

2. La canzone più bella di sempre

Per la serie “domande semplici”, eh? Se mi poneste questa domanda domani probabilmente risponderei in modo diverso… anzi, se mi poneste questa domanda TRA MEZZ’ORA probabilmente risponderei in modo diverso. Ma ora ho in testa i Motorhead.

3. Il film con Tom Hanks che preferisci

Chiunque non risponda Big sta mentendo a se stesso.

4. Il gusto di gelato o gelato stesso che più ti piace

Qualche anno fa alla gelateria Charleston di Arezzo (ahimè oggi divenuta solo un’enoteca) facevano il gusto ghiottella, che era una specie di cioccolato iperdenso dal peso specifico pari a quello del plutonio e probabilmente era radioattivo allo stesso modo, visto che non ho trovato mai da nessuna altra parte un gusto simile. Io l’abbinavo al gusto noce, che a confronto era sgrassante.

5. L’automobile dei tuoi sogni

Non sono un maniaco delle automobili, ma sono appassionato di futuro. E la Tesla Model 3, oltre ad essere bellissima, mi sembra una possibile auto del futuro.

6. Un paese tropicale dove vorresti vivere

Le Canarie? Cuba? Boh, lo confesso, nonostante tutto sto bene in Italia

7. L’attore o attrice che vorresti incontrare

Valentina Nappi, ovviamente!

8. Una canzone italiana che parla di te o in cui ti riconosci

9. La pizza che ti piace di più

Pesto e nduja!

10. Cosa faresti con 1 milione di euro?

Smetterei di lavorare, manderei affanculo un sacco di gente e mi dedicherei a scrivere

11. Il film che vorresti rivedere prima di morire

Heat – La Sfida.

…ed a quelle di Alfonso!

1. Qual è il film che piace a tutti, ma tu odi impunemente

Domanda molto difficile… ho una certa antipatia per i primi film della Marvel, che trovo ancora insipidi mentre tutti i miei amici li adorano. Potrei dire il primo Avengers, ad esempio.

2. Il tuo lavoro/ambito di studio ha a che fare con il cinema oppure fai tutt’altro?

Magari! Vendo prodotti per parrucchieri ed estetisti 😀

3. Che sport segui?

Wrestling, MMA e basket soprattutto NBA, ma senza grossa assiduità.

4. Cosa succede nella tua testa cuando noti un errore grammaticale gravissimo?

Non l’ho so proprio!

5. Qual è il tuo libro preferito?

Non so se è il mio libro preferito, ma un romanzo per me fondamentale è stato Il Deserto dei Tartari di Dino Buzzati

6. E uno che hai cominciato ma non sei mai riuscito a finire?

Tantissimi, sia classici che moderni, famosi o sconosciuti. Non sono mai riuscito a digerire Neuromante di Gibson, ad esempio.

7. Hai mai messo una canzone in repeat talmente tante volte da impararla a memoria subito?

Eccome! Sono del 1979, quando sono cresciuto ancora YouTube non c’era, compravo se andava bene un disco al mese e lo ascoltavo fino a consumarlo. Ancora ricordo a memoria tutti i testi di Green Day, Faith No More, Skunk Anansie, Smashing Pumpins, Pearl Jam, Nirvana… tutti dischi messi in repeat per ore e ore.

8. Qual è la cosa di poco conto che ti fa più incazzare al mondo?

Gli anglicismi usati a cazzo di cane

9. Amore o odio? Ammazzamenti o baci e abbracci?

Ammazzamenti nei film, baci e abbracci nella vita. Vabbé, un po’ d’odio ci sta, dai.

10. Sei una brava persona come me che detesta le ship nelle serie TV oppure sei una di quelle che se non shippano muoiono dentro?

Se mi spieghi cosa vuol dire ti rispondo 😀

11. Dì il nome di un paesino sconosciuto ai più che a te piace tantissimo.

Praticillo Piranha. O San Dalmazio 🙂

4) Undici cose su di me? Uhm… il signor Liebster deve davvero essere ossessionato dal numero 11!

1. Uno dei nickname che più ho usato su internet è stato Cane_Nero, un po’ perché adoro i Led Zeppelin e la loro BlackDog, un po’ perché in latino Cane Nero vuol dire Canta, o Nerone, e mi piaceva questo doppio significato. Oggi ho due cani, ovviamente entrambi neri. Il primo si chiama Newton ed ha sei anni, la seconda, appena arrivata, è Yuma, di circa 10 mesi. Presi in canile, ovviamente! 🙂
2. La mia casa è piccolina e ci sto bene. Ma mi mancano le librerie enormi stracolme di libri e di fumetti che avevo quando stavo ancora con i miei genitori!
3. Se non inizio almeno tre libri insieme non sono contento. Con i fumetti, poi, non ne parliamo..
4. A 36 anni sono decisamente più scemo che quando ne avevo 18
5. Ok, a 37 anni. Li compio il due giugno.
6. Ho cominciato tardi con i tatuaggi, ma ora ne ho tre: un samurai sulla spalla destra, un omaggio a Terry Pratchett (disegnato per me dalla bravissima artista Chiara Leidi) sulla spalla sinistra e una vignetta di Calvin & Hobbes sull’avambraccio sinistro. Me ne mancano almeno altri due, di cui uno dedicato ai Motorhead, poi sarò contento. Forse.
7. La città più bella che abbia mai visto è Budapest. Ma forse era per merito della compagnia 🙂
8. Il primo film che ho visto al cinema è stato Chi ha Incastrato Roger Rabbit. E’ bello iniziare con un capolavoro!
9. Datemi da mangiare dei troiai, possibilmente roba etnica, speziata, piccantissima, ed io sarò contento come un bambino.
10. Una volta sono comparso nella prima pagina de La Repubblica. Ero dietro a D’Alema ed avevo in tasca un coltello. Giuro!
11. Se passate da Arezzo avvertitemi, che vi offro una birra. Una sola però, non fate gli ingordi.

5) Nomina e premia 11 blog in ordine alfabetico che abbiano meno di 200 followers (se ne avete più di 200 scusatemi, non ho controllato :P)

Senza nominare quelli che hanno nominato me, direi…

Cinemanometro
Cinematografia Patologica
Cobra Verde
Coffee And Cigarettes Cineblog
Cuore di Celluloide
Cyberluke 2008
Il Braccio della Morte
Il Labirinto del Diavolo
Midian
Storie da Birreria
Terre Illustrate

6) Non ho la forza di scrivervi undici domande, mi scusi l’ideatore del Liebster, quindi marzullianamente dirò “fatevi una domanda, e datevi una risposta”. Non vi chiedo di farlo undici volte. Sarebbe davvero troppo 🙂

Appuntamento all’anno prossimo per un nuovo Liebster! …forse.

Related posts

Di statue, proteste e #blacklivesmatter

Di statue, proteste e #blacklivesmatter

Quando qualche giorno fa i movimenti di protesta del Black Lives Matter hanno cominciato in tutto il mondo ad abbattere o deturpare statue, molti commentatori hanno condannato la cosa citando i Talebani che nel marzo del 2001 distrussero i due giganteschi Buddha di Bamiyan, patrimonio...

Cose belle a inizio Maggio

Cose belle a inizio Maggio

Ve l'avevo detto che sarei tornato a scrivere anche qui, è inutile che facciate quella faccia stupìta (con l'accento sulla I) e pensiate "così presto?". Visto che la quarantena è finita, il lavoro è ricominciato e il tempo improvvisamente non esiste più, non ho voglia di cimentarmi in...

Dove eravamo rimasti (e dove andremo)

Dove eravamo rimasti (e dove andremo)

Sono passati più di sei mesi dall'ultimo aggiornamento del Cumbrugliume, penso fosse proprio il caso di rimetterci le mani. Anche perché di cose ne sono successe, eccome... Non so se ve ne siete accorti, ma ad esempio c'è (ancora) una pandemia che sta tenendo mezzo mondo a casa, e che vada...

6 Comments

  1. nella crosiglia 29 May 2016
    Rispondi

    Complimenti veramente ne sono felice e lo meriti proprio!
    Baci!

  2. Cassidy 29 May 2016
    Rispondi

    Post veramente grandioso, con i Mortohead non si sbaglia davvero mai 😀 Cheers!

  3. Pietro 29 May 2016
    Rispondi

    Big è comunque un gran bel film…sulla Nappi ci avrei scommesso XD
    In ogni caso grazie di aver accolto il mio invito (e degli altri ovviamente), a presto 😉

  4. lupokatttivo 31 May 2016
    Rispondi

    Ma grazieeeeeee!!!!! Io adoro queste cose!!!! Grasssie grassie

  5. Death 31 May 2016
    Rispondi

    Grazie della citazione amigo, molto gradita, anche se temo di non aver testa per proseguire il simpatico giochino 🙁

  6. Le Guardiane 4 June 2016
    Rispondi

    GRAZIE mille per averci premiate yeee!!! Tempo permettendo cercheremo di proseguire il gioioso giochino 😀 chissà magari prima o poi ce la facciamo 😛

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.