Qui la vita a Zootropolis è un gran ballo

Zootropolis è la città ideale: tutte le razze vivono insieme, fianco a fianco, i predatori hanno rinunciato ormai da moltissimo tempo ai loro istinti e le prede possono sentirsi al sicuro. I leoni possono farsi vedere fianco a fianco con le pecore, elefanti e topolini possono essere vicini di casa… ma le utopie non sono mai perfette come sembrano, giusto?

Zootopia poster

Zootropolis, ultimo lungometraggio Disney diretto da Byron Howard, Rich Moore e Jared Bush, è una favola a sfondo sociale con gli animali antropomorfizzati, nella migliore tradizione Disney, e anche un buddy cop movie assolutamente rispondente ai canoni del genere. La coniglietta Judy ha fin da piccola un sogno: diventare la prima coniglietta poliziotto di Zootropolis, ed è disposta a sacrifici immensi pur di riuscirci. Quando finalmente ce la fa, viene presa ad esempio di quello che dovrebbe essere lo spirito della città, dove i sogni possono realizzarsi e ogni razza può superare le proprie limitazioni, ma poi deve scontrarsi con la dura realtà di colleghi grossi cinque volte lei che non la considerano in grado di essere al loro livello, e finisce a fare l’ausiliaria del traffico. L’incontro casuale con Nick, una volpe che vive di espedienti sempre al limite della truffa, sembrerebbe il colpo di grazia per i suoi sogni feriti, ma la vita può riservarci svolte inaspettate, e i due si ritroveranno a indagare insieme su un caso che potrebbe cambiare l’intera Zootropolis…

Zootropolis

Tecnicamente Zootropolis è praticamente perfetto, ma questo non ci stupisce più. Le numerose scene di azione e inseguimenti sono frenetiche, coinvolgenti, girate alla grandissima e sapientemente intervallate a scene comiche come quella dei bradipi che ha fatto la fortuna del trailer. I personaggi sono caratterizzati in maniera deliziosa, con un’attenzione particolare a Judy e Nick (che non può non ricordare Robin Hood…) le cui interazioni sono praticamente perfette, riportandoci alla mente appunto i migliori buddy cop movies come Arma Letale, 48 Ore, Tango & Cash… con la inusuale particolarità che qui il lead cop, il protagonista, è una donna coniglietta. Le bambine l’adoreranno.

Zootropolis Judy

“Yes We Can” è un po’ il motto della pellicola, ce la possiamo fare, possiamo convivere, possiamo vincere i nostri istinti, possiamo essere quello che vogliamo se solo ci impegneremo abbastanza. Un messaggio tutto sommato semplice e forse semplicistico, ma di grande presa. La Disney ce la mette tutta per insegnarci i valori dell’impegno, del duro lavoro e della tolleranza… dell’antirazzismo, potremmo dire, anche se qui forse sarebbe meglio definirlo antispecismo (NO VEGAN!).

Per i genitori, ovviamente, c’è anche molto altro. Ci sono una serie di citazioni deliziose che i loro bimbi non riusciranno ad afferrare, ma che fanno la nostra gioia. I bimbi rideranno per la lentezza dei bradipi e noi apprezzeremo la satira di una burocrazia che evidentemente è uguale ad ogni latitudine. I bimbi saranno coinvolti dalle scene d’azione e noi adoreremo le citazioni di Grosso Guaio a Chinatown. Per non parlare degli easter eggs, di quegli omaggi smaccati come i richiami a Il Padrino o Breaking Bad. Ma ormai è inutile anche dirlo, abbiamo capito da anni che i cartoni non sono solo roba per bambini.

Zootropolis

ATTENZIONE: IL FILM CONTIENE SCENE DI NUDI INTEGRALI

E insomma, Zootropolis è proprio divertente. Probabilmente non ai livelli dei classici della Pixar perché manca un coinvolgimento emotivo forte, ma è comunque un film coinvolgente ed emozionante, davvero per tutti. Ci sono solo due difetti. Il primo è il maledetto Paolo Ruffini al doppiaggio di un personaggio (minore, ok). Il secondo è che non ci sono le scimmie. PERCHE’ QUESTO RAZZISMO CONTRO LE SCIMMIE??? C’è un complotto contro di loro? Lo scopriremo in Zootropolis 2.

(non è vero)

Voto: ****

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 16/09/2019

Rieccoci qui col consueto appuntamento del lunedì col Cumbrugliume, per scoprire tutte le novità più interessanti (e non) che potreste cominciare a guardare questa settimana! Novità succulente Per l'unica novità della settimana nei network tradizionali dovete volare in...

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

Novità succulente Questa settimana viva l'Inghilterra! Cominciamo con una nuova serie del network ITV, che ha come protagonista Martin Freeman. Ok, sono molto interessato! A Confession racconta la storia vera dell'omicidio di Sian O'Callaghan, con il protagonista - detective...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 02/09/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 02/09/2019

Novità succulente A volte il nome giusto conta moltissimo: ecco perché sono stato immediatamente attratto da On Becoming a God in Central Florida, nuova serie su Showtime con Kirsten Dunst. La protagonista è una lavoratrice a salario minimo che progetta nel dettaglio la sua...

2 Comments

  1. Luca reimondi 22 June 2016
    Rispondi

    Devo vederlo

    Non ho visto inside out….tu?

    Di animazione ne vedo pochi , peccato…..vedo però tantissimi film della imdb top 250 e afi 100

    • michele 22 June 2016
      Rispondi

      Anche Inside Out è molto carino, forse un filo sopra questo Zootropolis! Te lo consiglio!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.