Una vita da Captain Fantastic – i film della settimana

Una vita da Captain Fantastic – i film della settimana

Avvicinandosi al Natale, arriva sempre quella settimana in cui non esce davvero un cazzo di interessante. Ecco, è questa!

CAPTAIN FANTASTIC, di Matt Ross. Con Viggo Mortensen, George MacKay, Samantha Isler
Genere: hipster drama

Captain Fantastic

Abbigliamenti not so fantastic

La trama in dieci parole: papà Viggo Mortensen vuole crescere i sei figli da hipster

Perché dovreste guardarlo: sono film che si amano o si odiano, questa storia di educazione diversa e lontana da ogni stereotipo appassionerà una certa fascia di spettatori…
Perché non dovreste guardarlo: a pelle mi sta veramente antipaticissimo. E una volta si sarebbe detto CAPITAN Fantastic. I tempi cambiano.

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: spero che il fenomeno hipster arrivi presto a conclusione

NON C’È PIU’ RELIGIONE, di Luca Miniero. Con Claudio Bisio, Alessandro Gassmann, Angela Finocchiaro
Genere: farsa

Non c'è più religione Bisio Gassman
La trama in dieci parole: per interpretare Gesù un paese chiede a mussulmani e buddisti

Perché dovreste guardarlo: Bisio e la Finocchiaro sono sempre simpatici e questo film dovrebbe essere un po’ meglio dei cinepanettoni in arrivo
Perché non dovreste guardarlo: sembra essere APPENA APPENA meglio

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: mi sembra la sessantaseiesima volta che la Finocchiaro interpreta un suora, la facciamo finita? (e tra parentesi, FILM ITALIANO INUTILE DELLA SETTIMANA!)

UNA VITA DA GATTO, di Barry Sonnenfeld. Con Kevin Spacey, Jennifer Garner, Robbie Amell
Genere: felino

Una vita da gatto
La trama in dieci parole: miao miao miao, miao miao miao miao. Miao miao miaooooo!

Perché dovreste guardarlo: gatti > cani
Perché non dovreste guardarlo: cani > gatti

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: CANI!

LA FESTA PRIMA DELLE FESTE, di Josh Gordon, Will Speck. Con Jennifer Aniston, Kate McKinnon, Olivia Munn
Genere: commedia(ccia)

La festa prima delle feste
La trama in dieci parole: megafesta natalizia per impressionare un cliente e salvare l’azienda

Perché dovreste guardarlo: cast interessante, e alcune situazioni potenzialmente foriere di grasso divertimento
Perché non dovreste guardarlo: una roba natalizia banale

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: quasi quasi rivaluto Massimo Boldi (no, scherzo)

BABBO BASTARDO 2, di Mark Waters. Con Billy Bob Thornton, Kathy Bates, Tony Cox
Genere: natale quasi alternativo

Babbo Bastardo 2 Billy Bob Thornton
La trama in dieci parole: un pessimo Babbo Natale cerca di trovare una sua umanità

Perché dovreste guardarlo: Billy Bob Thornton nel primo film ha dato una prova di sé che è rimasta impressa a molti. E un po’ di cattiveria a condire il Natale ci vuole!
Perché non dovreste guardarlo: la cattiveria è di facciata, e so che per alcuni il primo film è stato di culto, ma per me è risultato medocre e banalotto

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: un sequel di cui non si sentiva la mancanza

ESCONO ANCHE:

È SOLO LA FINE DEL MONDO, di Xavier Dolan. Con Gaspard Ulliel, Nathalie Baye, Léa Seydoux

Visto la robaccia che esce viene quasi da sperarlo. Dolan, comunque, è una promessa che ormai è quasi una sicurezza.

SHUT IN, di Farren Blackburn. Con Naomi Watts, Oliver Platt, Charlie Heaton

Una specie di Shining che pare inutilissimo, con una Naomi Watts che deve essere stata convinta a partecipare con il ricatto o l’inganno (o più probabilmente entrambi)

ROBINU’, di Michele Santoro.

Un documentario di Santoro? Maddai!

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

3 Comments

  1. Cassidy 8 December 2016
    Rispondi

    Uh “Babbo Bastardo 2” speriamo non sia una delusione. “Captain Fantastic” penso che sia bellissimo, mi è piaciuto un sacco 😉 Cheers

  2. Lucius Etruscus 8 December 2016
    Rispondi

    Onestamente un minimo di speranza la ripongo ne “La festa prima delle feste” semplicemente per la presenza di T.J. Miller e i suoi baffi-basette: l’attore specializzato in ruoli da cialtrone cazzone l’ho conosciuto in “Silicon Valley” e da allora rido già solo a vedere quella faccia da schiaffi. Se poi pure il resto del film è un minimo decente sarebbe cosa buona e giusta 😛

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.