Nuvolette #10: Arcana Mater e Termite Bianca

Nuvolette #10: Arcana Mater e Termite Bianca

Torniamo ancora a parlare di Editoriale Cosmo (gli faccio tanta pubblicità e loro non mi mandano neppure un singolo albo gratis ;_;), che ultimamente pare averci preso gusto nella riproposizione di piccoli classici dimenticati (o quasi) del fumetto italiano… questa settimana ho letto i primi numeri di Arcana Mater e Termite Bianca!

ARCANA MATER #01 – Il Cielo Decapitato

Arcana Mater

Sceneggiatura: Manfredi Toraldo
Disegni: David Messina, Sonia de Nardo, Giorgio Cantù

Sono passati tantissimi anni da quando vidi a una vecchia edizione di Lucca Comics (mi sembra si fosse ancora al palazzetto!) gli albi originali di Arcana Mater. Ai tempi se ne parlava piuttosto bene in giro, soprattutto perché l’autore era quello di 2700, un’altra serie che avevo letto solo a spizzichi e bocconi, e che si mormorava potrebbe essere oggetto di un nuovo recupero, nonostante le smentite della Cosmo… Poi, dopo Lucca, non ne seppi più nulla o quasi, solo qualche voce raccolta su internet. Il progetto originario prevedeva 78 numeri, tanta quante le carte del mazzo dei tarocchi, ma solo sei videro la luce. Pare sia stata soprattutto colpa di una distribuzione non all’altezza, ma anche il progetto particolarmente ambizioso probabilmente influì in qualche modo. Arcana Mater ci porta in un mondo post-apocalittico, e con Apocalisse intendiamo proprio quella biblica. Dio è sceso sulla terra, c’è stata guerra con gli inferi, ora settantasette demoni governano su quello che resta dell’umanità, in città infernali con caratteristiche sempre diverse. C’è quella dove non si può mentire neppure a sé stessi, quella dove si adorano i cavalli, quella che assomiglia a una catena di montaggio… In questa ambientazione si muovono personaggi anch’essi con nomi biblici: Caino l’immortale alla ricerca di risposte, Mary madre disperata di un bambino che ha il dono della magia, e che per questo dovrebbe essere ucciso dai demoni, e così via. L’albo è interessante, non perfetto ma ben costruito. I disegni sono davvero validi, i tre capitoli che compongono questo primo volume sono diversi ma tutti e tre di buon livello, anche se non ho adorato il lettering del primo capitolo. L’ambientazione consente l’utilizzo di vari registri, dal fantasy più puro allo steampunk, con momenti mistici che sono ben integrati nella narrazione. Non mi hanno fatto impazzire certi dialoghi un tantino didascalici, ma era anche una caratteristica del periodo. Gli albi originali erano in bianco e nero come questo, poi vennero (se non erro) colorati per la raccolta in volume. Il formato era più grande ma anche questo bonelliano non sacrifica troppo le tavole. Il secondo volume esce a Maggio, poi sarebbe bello vedere un seguito della storia, chissà 🙂

Voto: *** 1/4

TERMITE BIANCA #01 – Dagli Abissi

TermiteBianca

Sceneggiatura: Marco Santucci e Marco Bianchini
Disegni: Patrizio Evangelisti

Ricordo anche quando qualche anno dopo uscì nelle libreria il volumone cartonato che ospitava la prima parte della saga di Termite Bianca. Mi colpirono soprattutto i disegni, gli splendidi colori e… il culo della protagonista! Prima di leggere i nomi degli autori coinvolti l’avevo preso per un fumetto francese, ma… costava comunque troppo per me 🙂 La curiosità mi ha spinto a recuperarlo in formato Bonelli, che ovviamente sacrifica un po’ le tavole dettagliatissime. Ma il compromesso è comunque accettabile. Anche qui c’è una terra post-apocalittica dove l’umanità ha lasciato il posto alle razze dei geosiani e dei nautili, due popoli in perenne guerra tra loro ma che rischiano anch’essi di estinguersi per una malattia che ha cominciato a colpirli. La loro unica speranza potrebbe essere rappresentata da qualcosa che viene dal passato remoto, da Termite Bianca, dalla dimostrazione che due razze così diverse potrebbero avere in comune molt più di quanto si potessero aspettare. Anche questa è una storia che mischia fantasy ed elementi fantascientifici, e si vede che gli autori avevano un progetto ben chiaro in mente, che prevedeva qualcosa più del semplice fumetto. Sinceramente, però, Termite Bianca non mi ha colpito quanto speravo. Alcuni momenti appaiono un po’ forzati, ed anche i disegni, splendidi se presi staticamente, mi risultano un tantino indigesti quando inseriti nelle pagine di un fumetto che dovrebbe fare del dinamismo uno dei suoi punti di forza. Sono curioso di sapere come procederà la trama, ma non so se lo sono abbastanza per prendere il seguito, nonostante anche in questo caso si vociferi che la serie potrebbe venire continuata… vedremo!

Voto: ** 1/4

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Kebabbari vs Alieni!

Kebabbari vs Alieni!

Alvaro è uno studente universitario. O almeno, tecnicamente potrebbe definirsi tale, ma la verità è che il suo libretto universitario giace pressochè intonso dentro un cassetto, chissà poi quale. Nella grande città ci sono troppe distrazioni per pensare allo studio. Troppe feste, troppe...

7 Comments

  1. Cassidy 18 January 2017
    Rispondi

    Ecco Termite bianca avrei sempre voluto leggerlo, mi ispirano proprio i disegni e il look azzeccatissimo della protagonista (culo compreso). Peccato che la storia sembri poca cosa, comunque poi approfittare della ristampa per colmare questa mia lacuna. Anche se il formato bonelliano della Cosmo, è la negazione degli albi alla francese che ricordavo di Termite Bianca. Cheers!

    • michele 18 January 2017
      Rispondi

      Avevo ottime aspettative, purtroppo non del tutto soddisfatte… ma a quel prezzo si può prendere!

  2. Lucius Etruscus 18 January 2017
    Rispondi

    Ammazza, manco un portachiavi Cosmo? 😀
    Scherzi a parte è davvero l’unica casa che sappia inondare le edicole di fumetti d’ogni genere, parlando di fantascienza in un paese distratto e smemorato come il nostro.

    • michele 18 January 2017
      Rispondi

      L’appello agli amici della Cosmo è sempre valido, mi prendo un buon 60% delle loro uscite quindi anche un piccolo stipendio mensile sarebbe apprezzato ^__^

      • Lucius Etruscus 18 January 2017
        Rispondi

        Lancia un messaggio più forte: cambia il blog in “Il Cosmugliume” 😀

        • michele 18 January 2017
          Rispondi

          SPAZIO LIBERO, come sui cartelloni lungo la strada!

          • Lucius Etruscus 18 January 2017

            ahaha giusto ^_^

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.