Tuesday Trailer #83: Brimstone

Tuesday Trailer #83: Brimstone

Grazie a pellicole come I Magnifici 7 e (soprattutto) Hell or High Water, anche nel 2016 il western ha continuato la sua marcia immortale. Chissà che anche nel 2017, grazie a pellicole come Brimstone…

BRIMSTONE

Brimstone

Martin Koolhoven è uno dei registi europei più promettenti in circolazione. O forse avrei dovuto dire era, visto che non dirigeva più nulla dal 2008, quando partendo dalla piccola Olanda Winter in Wartime si conquistò ottime recensioni da parte di tutti i critici, e persino una piccola distribuzione negli USA. Già coi film precedenti Koolhoven aveva riscosso ottimi successi in patria e non solo, contribuendo ad esempio con il suo Suzy Q a lanciare la carriera di Carice can Houten, oggi meglio nota come Melisandre di Game of Thrones.

Le produzioni americane hanno a lungo tentato Koolhoven proponendogli di trasferirsi al di là dell’oceano, ma fino ad oggi il regista ha sempre resistito alle sirene a stelle e strisce, e per il suo primo film in inglese ha preferito aspettare oltre 8 anni. Ha scelto il western, il genere americano per eccellenza, ha scelto un cast internazionale ma paradossalmente ben poco americano. Guy Pearce è australiano, Kit Harington (Jon Snow! L’amicizia con la bella olandese Carice, anche lei ovviamente nel cast, deve averlo aiutato…) è inglese come Emilia Jones e Jack Hollington, insomma a tenere alta la bandiera degli IU ES EI resta praticamente solo Dakota Fanning.

Anche i toni del film non sembrano quelli del classico western americano. In Europa (e soprattutto in Italia, ovviamente) si è spesso usato il western in maniera più cupa e simbolica rispetto che negli USA, e Koolhoven sembra perfettamente in linea con i suoi illustri predecessori. Brimston è una storia di incesto, con il pastore Guy Pearce fermamente intenzionato a sposare la figlia Dakota Fanning. Una storia di vendetta, dove il west fa da sfondo a una storia cruda, violenta, dove l’orrore si mischia al melodramma. Brimstone è stato presentato al Festival del Cinema di Venezia, qualcuno l’ha adorato e ad altri ha fatto completamente schifo. Nelle sale olandesi ha avuto un successone, a Marzo sbarcherà negli USA e chissà, forse lo vedremo anche da noi. Altrimenti lo recupereremo sottotitolato, che possiamo farci? 🙂 Vi lascio al trailer, che ne pensate?

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

2 Comments

  1. Pietro 31 January 2017
    Rispondi

    Mah, a me sembra tutto già visto, a metà tra Sweetwater e The Homesman, stupendo il primo, brutto il secondo perciò sicuramente non un granché..

    • michele 31 January 2017
      Rispondi

      Sweetwater mi manca, dovrei recuperarmelo! Per Brimstone… vedremo 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.