Cinque film da guardare al cinema questa settimana – 23/03/2017

In una settimana come questa, con oltre dieci film in uscita, non è facile sceglierne uno da guardare… e allora provo ad aiutarvi proponendovene cinque!

1- ELLE, di Paul Verhoeven. Con Isabelle Huppert, Laurent Lafitte, Anne Consigny.
Genere: drama

Elle

Ok, di che parla? Vittima di uno stupro, una donna comincia a seguire a sua volta il molestatore in un gioco che si fa via via più pericoloso.

Chi dovrebbe guardarlo? I fan del cinema di Paul Verhoeven, da sempre uno dei registi più coerenti e riconoscibili, sia nei filmoni hollywoodiani ad altissimo budget che nei piccoli film personali. I fan di Isabelle Huppert, che offre una performance recitativa di qualità incredibile. Coloro che credono che cinema d’autore non debba per forza voler dire “famose du palle”.
Chi non dovrebbe guardarlo? Chiunque non abbia la mente abbastanza aperta da accettare la visione di Verhoeven, uno che non è mai riuscito a trattenersi.

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: sicuramente da vedere.

2- LA CURA DAL BENESSERE, di Gore Verbinski. Con Dane DeHaan, Jason Isaacs, Mia Goth
Genere: thriller / gotico / horror

La Cura dal Benessere

Ci facciamo un bel bagnetto rilassante, eh? Brava!

Ok, di che parla? Di una spa in cui non è esattamente il benessere del cliente la cosa più importante.

Chi dovrebbe guardarlo? Gli appassionati di atmosfere inquietanti e misteri, quelli di belle donne, quelli che cercano storie nuove.
Chi non dovrebbe guardarlo? Chi cerca un film diretto e che risponda a tutte le domande che pone.

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: non sempre il cinema di Gore Verbinski si è antenuto su alti livelli, ma in questo che sembra essere un film più originale e personale potrebbe aver avuto modo di lasciare libero sfogo alla sua poetica ed alla sua fantasia. Mi interessa molto!

3- LIFE – NON OLTREPASSARE IL LIMITE, di Daniel Espinosa. Con Jake Gyllenhaal, Rebecca Ferguson, Ryan Reynolds
Genere: fantascienza / horror

Life
Ok, di che parla? Di un gruppo di astronauti nella stazione spaziale internazionale che riceve un campione organico proveniente da Marte. E dopo son cazzi.

Chi dovrebbe guardarlo? Chi vuole un horror claustrofobico nello spazio con mostri alieni… insomma, chi ha voglia di rivedersi Alien!
Chi non dovrebbe guardarlo? Chi odia jump scare, horror ad altissimo budget, chi vuole l’originalità per forza.

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: mi tocca guardarlo per forza, ma non ho grandi speranze. Sento che gli mancheranno crudezza e realismo.

4- NON È UN PAESE PER GIOVANI, di Giovanni Veronesi. Con Filippo Scicchitano, Giovanni Anzaldo, Sara Serraiocco
Genere: dramma / commedia

Non è un paese per giovani
Ok, di che parla? Di due giovani che sognano qualcosa di più dei lavoretti che riescono a rimediare in Italia. Così si trasferiscono a Cuba per aprire un chioschetto sulla spiaggia.

Chi dovrebbe guardarlo? Gli appassionati della commedia italiana, sicuramente. Veronesi dirige con mano sicura e si circonda di attori giovani ma già testati.
Chi non dovrebbe guardarlo? Chi odia i film italiani di questo tipo, che a leggere la trama viene voglia di dire “si, vabbé”…

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: pendo molto di più dalla parte del NO, anche se nel trailer ho visto un paio di spunti potenzialmente interessanti (e che quindi verranno ignorati nel film)

5- SLAM – TUTTO PER UNA RAGAZZA, di Andrea Molaioli. Con Ludovico Tersigni, Barbara Ramella, Jasmine Trinca
Gener: dramma

Slam

Ok, di che parla? Di un giovanissimo appassionato di skateboard che sogna un futuro luminoso per la sua famiglia.

Chi dovrebbe guardarlo? Gli appassionati di Nick Hornby, visto che il film è tratto da un suo libro! I fan di Molaioli, che è stato aiuto regista dei più grandi nomi italiani ed aveva esordito con l’inusuale La Ragazza del Lago.
Chi non dovrebbe guardarlo? Chi teme per la sorte del povero Hornby, la cui storia è stata trasferita da Londra a Roma…

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: sembra un netto passo indietro per Molaioli, ma non si sa mai… sigh.

ESCONO ANCHE:

– VICTORIA, di Sebastian Schipper. Con Laia Costa, Frederick Lau, Franz Rogowski

Quel film girato tutto in piano sequenza di cui avrete forse sentito parlare. Onestamente mi sembra più interessante come esperimento che come film.

– SFASHION, di Mauro John Capece. Con Corinna Coroneo, Giacinto Palmarini, Randall Paul

Tanta stima a chi porta al cinema film così, orgogliosamente indipendenti. Io vi invito a guardare il trailer e..

– IN VIAGGIO CON JACQUELINE,  di Mohamed Hamidi. Con Fatsah Bouyahmed, Lambert Wilson, Jamel Debbouze

Dall’Algeria a Parigi con una mucca. Era meglio il trattorino di Una Storia Vera, scusate amici algerini.

– MODA MIA, di Marco Pollini. Con Pino Ammendola, Francesco Desogus, Melissa Satta

Un aspirante stilista nella Sardegna rurale. Con Melissa Satta. Ok.

– VIENI A VIVERE A NAPOLI, di Guido Lombardi, Francesco Prisco, Edoardo De Angelis. Con Miriam Candurro, Antonio Casagrande, Massimiliano Gallo

No, grazie. Come se avessi accettato, guarda! FILM ITALIANO INUTILE DELLA SETTIMANA!

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 16/09/2019

Rieccoci qui col consueto appuntamento del lunedì col Cumbrugliume, per scoprire tutte le novità più interessanti (e non) che potreste cominciare a guardare questa settimana! Novità succulente Per l'unica novità della settimana nei network tradizionali dovete volare in...

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

Novità succulente Questa settimana viva l'Inghilterra! Cominciamo con una nuova serie del network ITV, che ha come protagonista Martin Freeman. Ok, sono molto interessato! A Confession racconta la storia vera dell'omicidio di Sian O'Callaghan, con il protagonista - detective...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 02/09/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 02/09/2019

Novità succulente A volte il nome giusto conta moltissimo: ecco perché sono stato immediatamente attratto da On Becoming a God in Central Florida, nuova serie su Showtime con Kirsten Dunst. La protagonista è una lavoratrice a salario minimo che progetta nel dettaglio la sua...

6 Comments

  1. mikimoz 23 March 2017
    Rispondi

    Per me solo i primi due che citi.
    Slam mi sa di cazzatona.
    Anche quello dei ragazzi a Cuba col chioschetto, che però magari è una cosa fica da fare davvero^^

    Moz-

    • michele 23 March 2017
      Rispondi

      Io guarderei i primi tre, con una piccola opzione anche per quello di Veronesi 🙂

  2. Cassidy 23 March 2017
    Rispondi

    Vediamo se riesco a vedere il nuovo Paul Verhoeven di cui ho sentito parlare benissimo, dita incrociate per il ritorno del mio nemico/amico e poi di nuovo nemico Gore Verbinski(fo). Ma inutile girarci attorno, stiamo tutti aspettando “Life” 😉 Cheers!

    • michele 23 March 2017
      Rispondi

      Per Life temo la commercialata! Mi ispira più il nuovo Verbinski

  3. Pietro 23 March 2017
    Rispondi

    I primi 3 sono ottimi consigli, già in lista da tempo, gli altri dipende 😉

    • michele 23 March 2017
      Rispondi

      Il cinema italiano ultimamente ha riservato qualche sorpresa… ma hai ragione!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.