Cinque nuove serie da guardare questa settimana – 17/04/2017

Cinque nuove serie da guardare questa settimana… più una bonus! Il perché lo capirete alla fine. Intanto cominciamo!

5- Doctor Who (decima stagione)

Doctor Who

In onda da: 15 Aprile
Network: BBC One (UK)
Genere: sci-fi
Durata: 60 minuti
Numero episodi: 12

Ok, di che parla? Decima serie… o trentaseiesima, a seconda di come le volete contare. Comunque è la terza e ultima con Peter Capaldi nella parte del Dottore!

Perché dovreste seguirlo: il Doctor Who è ormai un culto per milioni di appassionati, e la mia compagna sarà lieta di sapere che dal prossimo anno ci sarà un Dottore nuovo.

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: a me salvo alcuni episodi non ha mai detto moltissimo, ma a voi sì, quindi…

4- Angie Tribeca (terza stagione)

Angie Tribeca

In onda da: 10 Aprile
Network: TBS (USA)
Genere: sitcom
Durata: 30 minuti
Numero episodi: 10

Ok, di che parla? La parodia dei classici show procedurali!

Perché dovreste seguirlo: la serie è scritta da Steve a Nancy Carell, due che di comicità se ne intendono moltissimo. Nel cast sono passati decine di nomi noti come guest stars o personaggi secondari: da James Franco a Alfred Molina, da Gene Simmons a Liza Kudrow… nel primo episodio della terza stagione ad esempio c’è Chris Pine.

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: tendo ad adorare qualsiasi cosa faccia Steve Carell. Persino le sitcom!

3- Guerrilla

Guerrilla

In onda da: 13 Aprile
Network: Sky Atlantic (UK)
Genere: drama
Durata: 60 minuti
Numero episodi: 6

Ok, di che parla? Tensioni razziali e nascita di gruppi radicali nell’Inghilterra degli anni 70.

Perché dovreste seguirlo: uno show duro e molto apprezzato, ritenuto realistico e rispettoso del clima del periodo anche da chi l’ha vissuto in prima persona, nonostante qualche polemica

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: molto molto interessante, credo farà presto capolino anche in Italia su Sky

2- Seven Types of Ambiguity

Seven Types of Ambiguity

In onda da: 13 Aprile
Network: ABC (AUS)
Genere: drama
Durata: 60 minuti
Numero episodi: 6

Ok, di che parla? La sparizione di un bambino da il via a una catena di eventi che scopre un sottofondo familiare di ambiguità e dilemmi morali…

Perché dovreste seguirlo: gli australiani sanno colpire durissimo, e anche televisivamente negli ultimi anni hanno saputo proporre drammi di grande intensità e qualità cinematografica.

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: un’incognita con grandissime potenzialità

1- Skam (quarta stagione)

Skam

In onda da: 14 Aprile
Network: NRK (NOR)
Genere: drama
Durata: 30 minuti
Numero episodi: 10

Ok, di che parla? Vita, gioie e drammi in una scuola superiore di Oslo

Perché dovreste seguirlo: lanciata senza alcun hype, Skam è divenuta oggetto di culto per come ha saputo trattare temi impegnativi come difficoltà relazionali, razzismo, depressione, bullismo, disordini della personalità, sessualità, droga… il tutto mantenendo fermo il punto di vista dei ragazzi.

Il (pre)giudizio del Cumbrugliume: in un momento in cui tutti sembrano impazziti per Tredici, Skam potrebbe essere la serie da provare…

BONUS: Better Call Saul

Il prequel di Breaking Bad non è riuscito a conquistarmi, ma so che la maggior parte di voi lo adora… quindi era impossibile non segnalare l’uscita del primo episodio della terza stagione. Andando avanti il pubblico è ancora diviso: c’è chi lo ritiene addirittura meglio di BrBa e chi lo giudica lento e noioso… voi da che parte vi ponete?

4 comments to Cinque nuove serie da guardare questa settimana – 17/04/2017

  • Pietro  says:

    Doctor who mai seguita e mai probabilmente vedrò, gli altri nessuno interessante…settimana davvero povera 😉

  • Cassidy  says:

    Finalmente è tornato il Dottore! Il primo episodio di questa attesa decima stagione mi è piaciuto, ma non mi ha esaltato, ma ci sono le premesse per una stagione finale di Moffat mica male, staremo a vedere ,-) Cheers!

  • Pirkaf  says:

    Darò una sbirciata a Skam visto che il tema è di mio gradimento.

  • S a m  says:

    potrei dare uno sguardo a Skam visto il paragone con 13… che in fin dei conti non ha trattato quei temi in maniera così innovativa.

Rispondi