Liebster Award 2017 – and the winner is…

…IO!

Liebster Award

Cos’è il Liebster Award? È un premio virtuale per i blogger assegnato dai blogger, un attestato di stima e uno scambio di visibilità, un modo per conoscerci meglio e magari fare due chiacchiere tutte insieme. In attesa di una Notte dei Liebster Award ringrazio quindi StepHania di Delicatamente Perfido, Alfonso di Non c’è Paragone e Frank di Combinazione Casuale che mi hanno onorato con la loro considerazione!

Regolamento: I blog nominati dovranno rispondere alle 11 domande a loro poste, nominare altri 11 blog con meno di 200 followers e formulare altre 11 domande per gli invitati. Ricordatevi di copiare il regolamento nei post, riportando il logo del Liebster Award e informare i vostri invitati del premio con un messaggio.

Visto che sono uno degli ultimi cavalieri rimasti in circolazione, direi di cominciare con le domande di StepHania!

1- Ciao. Come stai?

Bene, dai! E tu?

2- Come cavolo ti è saltato in mente di aprire un blog?

Avevo davvero tanto tempo libero a mia disposizione. No, scherzo, dovrei tornare molto indietro nel tempo… Ho aperto il mio primo blog su Libero a Ottobre 2004. Si chiamava “Il Blog dei Morti Viventi” ed era una sorta di contenitore per le mie cazzate quotidiane. Diciamo che lo usavo come si usa oggi facebook, ero parte di una community chiusa ma piuttosto viva e grazie alla quale ho conosciuto molte belle persone, alcune delle quali mi accompagnano ancora oggi. Quattro anni dopo ho sentito l’esigenza di strutturare un po’ meglio quello che dicevo e mi sono spostato su blogger con il Cumbrugliume. È una parola aretina che significa crepuscolo, quel momento in cui il sole non è ancora tramontato ma c’è ancora la sua luce. Cum umbra et lumine, come dicevano i latini… noi l’abbiamo storpiato in cumbrugliume. Mi sembrava adatta a descrivere quel mix di idee, segnalazioni, pensieri e cazzate che avevo in mente. Tra alti e bassi (e con qualche pausa anche piuttosto lunga) sono andato avanti per anni, poi quando ho deciso di cominciare a dare un po’ più di spessore agli articoli, di scrivere recensioni più articolate e abbandonare tutti quei post in stile “community” che ormai con i social media imperanti avevano perso la loro funzione, sono sbarcato su wordpress. Qui ho ritrovato un nuovo entusiasmo, che mi spinge a continuare malgrado il tempo, che prima era poco, ora sia limitato quasi a zero…

3- Cosa pensi dell’annosa questione “il blog è morto”, ucciso dai social network e da #laggente che non legge?

Che #laggente non legge è una verità parziale. I social network hanno per un certo periodo limitato molto le interazioni con i blog, ma hanno anche ottenuto l’effetto di migliorare enormemente la qualità di coloro che hanno voluto continuare su questa strada. Se vado a rileggere ciò che seguivo (e scrivevo!) nel 2010 e ciò che seguo ora, il salto è nettissimo. Quindi non è vero che “il blog è morto”. Certi blog, quello sì, sono morti. Il loro numero è sicuramente diminuito. Ma i blog che vanno avanti sono più forti di prima.

4- Quale tra i tuoi post ti ha dato più soddisfazioni e perché?

L’articolo più visitato (e linkato da moltissimi anche insospettabili) da quando mi sono spostato su wordpress è la Top Ten dei film con gli hacker… anche se il post che ha riscosso più complimenti è stata una piccola polemica con l’amministrazione comunale di Arezzo, e quello che ha fatto più parlare nel mio piccolo paese è La Leggenda del sottopasso maledetto, del quale hanno parlato anche le vecchiette del centro anziani 😀

5- Immagina di poter avere a disposizione, aggratisse per poche ore, un intero team di programmatori, grafici, esperti SEO e social media manager. Puoi chiedere però solo un “aggiustamento” per il tuo blog ad uno di loro. Cosa chiedi?

Questa è difficile… ho in mente da molto tempo un grosso aggiornamento grafico che continuo a rimandare, non potrei farlo fare a loro? O è troppo? 😀

6- Avrai seguito la diatriba Netflix vs. Sense8: dopo il mancato rinnovo di Sense8, Netflix, quasi obbligata dallo scontento (e dalle minacce) dei fan, ha patteggiato per uno speciale conclusivo di due ore. Ma qual è la serie TV la cui cancellazione ti ha fatto più soffrire? (No, non puoi più dire Sense8).

John From Cincinnati. Una serie allucinante e bellissima, che nessuno ha guardato.

7- Ti vengono dati un mucchio di soldi ed il completo potere decisionale sulla produzione di un film, con un unico vincolo: deve trattarsi di un remake. Quale film scegli di riproporre?

Oh mamma, non mi piacciono i remake… Se posso cambiare leggermente la prospettiva, ho sempre pensato che un film su Tex fatto come dio comanda avrebbe potuto sbancare i botteghini a livello non solo italiano. Nel 1985 uscì un piccolo film su Tex diretto da Duccio Tessari… ecco, rifarei quello, ma cambiando praticamente tutto e alzando il tiro di un fattore 100.

8- Sei a casa, stai cenando ed in TV inizia il solito film, quello che hai visto decine di volte e di cui conosci a memoria i dialoghi; ma niente, proprio non ce la fai a staccarti da lì e lo rivedi sino alla fine per l’ennesima volta. Che film è?

Stand by Me. Migliora ogni volta che lo riguardo. 🙂

9- Qual è il film o la serie che durante l’infanzia o l’adolescenza adoravi e che adesso ripudi?

Onestamente non ripudio niente, ogni cosa che ho amato è stata evidentemente perfetta per il periodo in cui la vivevo. Ci sono – è ovvio – dei film e delle serie che riviste anni dopo non hanno retto il passare degli anni. Tipo la serie de L’Ombra dello Scorpione, che mi sembrava un capolavoro assoluto e invece, con il senno di poi, è robetta mediocre… Stessa cosa per la miniserie di It, soprattutto la seconda parte.

10- E – al contrario – qual è il film o la serie TV che alla prima visione non ti ha comunicato nulla, ma, magari a distanza di anni, è entrato/a di diritto nella rosa dei tuoi preferiti?

Abituato agli slasher anni 80 con i quali sono cresciuto grazie ai vari Zio Tibia e Notte Horror, la prima volta che ho visto La Notte dei Morti Viventi mi è sembrata una roba lentissima e soporifera. Poi, come probabilmente avrai capito anche dal nome del mio primo blog, ho cambiato idea 🙂

11- Qual è la scena (di un film, una serie o una rappresentazione teatrale) che – oh – ogni volta ti fa piagne a fontanelle?

Identificare una sola scena è impossibile, ma cerco di non riguardare quel capolavoro di Una Tomba per le Lucciole… è stato un film davvero doloroso da affrontare ogni volta.

E ora, le undici domande di Alfonso!

1) Come è nata la tua voglia di scrivere su un blog?

Credo che la risposta alla prima domanda di StepHania possa valere anche per questa 🙂

2) Segui qualche sport? Se sì, quale e chi è il tuo sportivo preferito in quella disciplina?

Prima seguivo principalmente il basket NBA, amando visceralmente Jason Kidd. Ora la passione si è un po’ allentata. Seguo il wrestling e un po’ di MMA, e tanto per fare un nome solo direi Brock Lesnar 🙂

3) Cosa ti spinge a guardare un film, una selezione ponderata o l’ispirazione del momento?

L’ispirazione del momento! Ogni volta che provo a fare una selezione ponderata finisco a non guardare mai il film che avevo scelto, quindi… fanculo, e lasciamoci trasportare dalle sensazioni e dal caso!

4) Quando giudichi un film ti basi esclusivamente su parametri soggettivi?

In fondo penso che qualsiasi parametro sia soggettivo, a meno che tu non intenda fattori come il voto medio su IMDB o Rotten Tomatoes. Chi dice che una fotografia è “giusta” o “sbagliata”? Chi può sostenere con certezza che quella che voi ritenete una incoerenza nella sceneggiatura non sia in realtà una scelta voluta dal regista? Ovviamente si prova a raccontare la propria verità in maniera più obiettiva possibile, ma…

5) Domanda banale del lotto: quali sono il tuo film e la tua serie televisiva preferiti?

Fermo restando che tra dieci minuti ti potrei dare risposte diverse, ora rispondo Heat – La Sfida e The Shield!

6) Qual è il tuo piatto preferito in assoluto?

La pizza dell’amore, con pecorino, pesto, nduja, salsiccia e cipolle gratinate!

Liebster Award

Dite la verità, vorreste venire a cena a casa mia!

7) Qual è il tuo lavoro e cosa avresti voluto fare da piccolo?Lavoro in un ingrosso di prodotti per parrucchieri ed estetisti. Da bimbo quando mi chiedevano cosa volessi fare da grande rispondevo il calciatore o lo scienziato. Poi sono passato a voler fare il giornalista. Niente da fare. In compenso per un bel periodo sono stato giornalaio.

8) Hai dei programmi televisivi preferiti?

Non guardo la tv, ma cerco di recuperare in qualche modo i programmi di cucina, tipo Masterchef e soprattutto Unti e Bisunti. Due capolavori!

9) Provi piacere nel guardare film volutamente brutti (penso ad esempio a Sharknado)?

Assolutamente SÌ! Meglio, però, se il brutto è involontario e frutto di suprema ignoranza!

10) Cosa ti fa perdere la brocca?

Il razzismo

11) Dì qualcosa ai tuoi lettori.

Culo!

E concludiamo con le domande di Frank!

1) Se hai un blog (o una pagina e/o canale social), perché hai scelto il nome che gli hai dato?

Anche qui la risposta alla prima domanda di StepHania torna molto comoda 🙂

2) Se decidessi di farlo ora, apriresti un blog, una pagina social o un canale youtube? O tutte le cose insieme?

Sono assolutamente allergico a youtube, ma pagina social e blog andrebbero sicuramente quasi di pari passo

3) Meglio un film da solo o un film in compagnia?

Un film in BUONA compagnia.

4) Preferisci i film in lingua originale (magari con i sottotitoli) o doppiati? (se vuoi puoi anche dirmi il perché)

Lingua originale con sottotitoli, assolutamente. Anche se il doppiaggio italiano spesso è di livello ottimo, mi piace gustarmi un’opera così pensata originariamente.

5) Estate o inverno? Caldo o freddo? Mare o montagna?

Estate al fresco in campagna 😀

6) Se potessi ottenere un super potere, uno solo, uno qualunque (anche inventato da te), quale sceglieresti?

Il superpotere di far capire alla gente quando sta dicendo una cazzata!

7) Vivi in un mondo distopico in cui la musica è proibita. Per questo motivo stanno distruggendo tutti i dischi in qualunque formato, anche mp3. Tu però hai la possibilità di salvarne uno e uno solo. Quale?

Se proibiscono la musica, allora ci vuole un bel dito medio in faccia a tutti i censori e i perbenisti. No Sleep till Hammersmith dei Motorhead!

8) Se potessi diventare il personaggio di un film, quale vorresti essere?

Tony Stark non sarebbe male. O sennò Rocco 😀

9) Hai mai letto un libro (di qualunque genere: narrativa, poesia, saggio, fumetto) più di una volta? Se sì, quale e quante volte? (basta indicare quello con più letture)

Se la gioca con Guida Galattica per gli Autostoppisti e Il Signore degli Anelli, ma credo che il vincitore sia Il Deserto dei Tartari di Dino Buzzati, per il quale sono arrivato a una decina di riletture.

10) Collezioni qualcosa? Cosa?

Non sono un vero e proprio collezionista, ho centinaia di dischi e fumetti ma per ascolto e lettura, non da esposizione. Mi piace tenere ed esporre le bottiglie di superalcoolici che consumo, ma non credo che valga come collezione.

11) Cosa ti fa perdere la testa? C’è qualcosa per cui perdi qualunque freno, qualunque inibizione, ogni tipo di controllo?

Sono una persona piuttosto posata, alla fine. Mi scateno solo in occasione di qualche concerto, anche se ormai comincio ad avere un’età 😀

Devo proprio mandare avanti il giochino, eh? Dai, ci provo. Ecco gli 11 vincitori!

Moz O’Clock
Pietro Saba World
Scalzi Quotidiani
Storie da Birreria
Midian
Meglio Saperlo Prima
La Bara Volante
Il Zinefilo
Il Bollalmanacco di Cinema
Secondo Kara Lafayette

Lascio vuota l’undicesima casella perché mi piacerebbe rispondessero anche coloro che mi hanno nominato… e magari qualche lettore che passa di qui per caso. Che ne dite? 🙂

1- Scegliete un regista che possa dirigere la storia della vostra vita (e renderla più interessante possibile!), e un attore o attrice che interpreti la vostra parte.
2- Qual è il cattivo cinematografico o televisivo per il quale proprio non potete non fare il tifo? E il buono che invece non riuscite a non odiare?
3- Qual è il vostro cibo spazzatura preferito?
4- Un megaproduttore viene da voi e offre un budget spropositato per produrre una vostra sceneggiatura. Cosa raccontate?
5- Qual è la più grossa delusione cinematografica della vostra vita? Quel film che attendevate come un capolavoro e invece è risultato essere una schifezza?
6- Fracchia o Fantozzi?
7- Completate la frase: …. mi sta veramente sulle palle!
8- Vi offrono una piccola cifra (che non vi cambia la vita ma potrebbe farvi togliere qualche piccolo sfizio) per parlar benissimo di un film che invece non vi è proprio piaciuto. Accettate? Perché?
9- Parlatemi di un romanzo/fumetto/film che nessuno conosce ma a voi è piaciuto tantissimo.
10- Lo sapevate che il vero nome di Pippo Franco è Franco Pippo? Eh? Questa notizia ha cambiato tantissimo la mia vita.
11- La vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere meglio?

Su, ora tocca a voi!

11 comments to Liebster Award 2017 – and the winner is…

  • Cassidy  says:

    Devo assolutamente mangiare quella pizza, DEVO! 😉 Fantastico mi sono divertito molto a leggerti, e ti ringrazio per la nomination, sappia che sei già nella mia lista dei premiati, quindi mi divertirò un sacco a rispondere alla tue domanda, così come mi diverto a leggerti ogni giorno, cinque alto! 😉 Cheers

    • michele  says:

      Quando passerai dalla Toscana non hai che da fare un fischio 😉

      • Cassidy  says:

        Contaci lo saprai per tempo, muchas gracias! 😉 Cheers

  • mikimoz  says:

    Grazie per la nomination, Cum!
    Rispondo qui che sono momentaneamente assente dal blogging:)

    1- Scegliete un regista che possa dirigere la storia della vostra vita (e renderla più interessante possibile!), e un attore o attrice che interpreti la vostra parte.
    Direi Tarantino e Lynch assieme, e mi farei interpretare dal ragazzino che recita nel ruolo di Sonny Jim in Twin Peaks XD

    2- Qual è il cattivo cinematografico o televisivo per il quale proprio non potete non fare il tifo? E il buono che invece non riuscite a non odiare?
    Scar de Il Re Leone. Lo amo. Non sopporto Mufasa.

    3- Qual è il vostro cibo spazzatura preferito?
    Hamburger del fast food^^

    4- Un megaproduttore viene da voi e offre un budget spropositato per produrre una vostra sceneggiatura. Cosa raccontate?
    Proporrei Misto Unico, il racconto-sceneggiatura che scrissi ormai 10 anni fa.
    5- Qual è la più grossa delusione cinematografica della vostra vita? Quel film che attendevate come un capolavoro e invece è risultato essere una schifezza?
    L’ultima delusione è stata Independence Day 2. Amo il primo, mi aspettavo di più.
    6- Fracchia o Fantozzi?
    Ho vinto la lotteria di capodanno & Io speriamo che me la cavo.
    7- Completate la frase: …. mi sta veramente sulle palle!
    Woody Allen.
    8- Vi offrono una piccola cifra (che non vi cambia la vita ma potrebbe farvi togliere qualche piccolo sfizio) per parlar benissimo di un film che invece non vi è proprio piaciuto. Accettate? Perché?
    Potrei anche accettare, magari mi compro tutti film migliori di quello :p
    9- Parlatemi di un romanzo/fumetto/film che nessuno conosce ma a voi è piaciuto tantissimo.
    Voci Notturne tra le serie tv, un gioiello di Avati che tutti dovrebbero conoscere.
    10- Lo sapevate che il vero nome di Pippo Franco è Franco Pippo? Eh? Questa notizia ha cambiato tantissimo la mia vita.
    No Oo Non lo sapevo.
    11- La vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere meglio?
    Chiediamolo a Calderòn de la Barca.
    P.s. WORDPRESS FA CAGARE, sappiatelo 🙂
    Moz-

    • michele  says:

      Grazie Miki! Confesso che essere chiamato Cum suona un po’ strano, forse sarà per tutti quei siti brutti che frequento? 😀 Dove si legge Misto Unico? 🙂

  • Pietro Sabatelli  says:

    Oh che bello, grazie 😀
    Appena in tempo, perché domani ci sarà il mio 😉

    • michele  says:

      Il tempismo è il mio pregio principale 😉

  • Vincenzo  says:

    ciao, rispondo anch’io va…
    1- Scegliete un regista che possa dirigere la storia della vostra vita (e renderla più interessante possibile!), e un attore o attrice che interpreti la vostra parte.
    sceglierei Paolo Sorrentino e come attore Andrew Garfield
    2- Qual è il cattivo cinematografico o televisivo per il quale proprio non potete non fare il tifo? E il buono che invece non riuscite a non odiare?
    Il joker di Nicholson… invece i buoni che, visceralmente, non riesco a non odiare, almeno un pò, sono in generale quelli di Von Trier (es. la protagonista di Le onde del destino)
    3- Qual è il vostro cibo spazzatura preferito?
    di questi tempi il cinese
    4- Un megaproduttore viene da voi e offre un budget spropositato per produrre una vostra sceneggiatura. Cosa raccontate?
    Arthur Rimbaud catapultato negli anni duemila
    5- Qual è la più grossa delusione cinematografica della vostra vita? Quel film che attendevate come un capolavoro e invece è risultato essere una schifezza?
    mi viene in mente Planet Terror di Rodriguez… da quel momento ho rivalutato il mio approccio al mondo splatter e Rodriguez stesso
    6- Fracchia o Fantozzi?
    Fantozzi tutta la vita, ma Fracchia è validissimo
    7- Completate la frase: …. mi sta veramente sulle palle!
    ne avrei diversi… ma dico genericamente, senza far nomi, “la maggior parte del cinema italiano contemporaneo”
    8- Vi offrono una piccola cifra (che non vi cambia la vita ma potrebbe farvi togliere qualche piccolo sfizio) per parlar benissimo di un film che invece non vi è proprio piaciuto. Accettate? Perché?
    dipende dalla cifra, sono sincero… e soprattutto dal film… perchè se è un film proprio inguardabile non accetterei…. fosse un film che non mi è piaciuto ma che ha comunque una certa dignità artistica, proverei a farmelo piacere se ciò facesse bene alle mie tasche…
    9- Parlatemi di un romanzo/fumetto/film che nessuno conosce ma a voi è piaciuto tantissimo.
    nel nostro blog abbiamo creato la rubrica “Lo scrigno” per parlare di film misconosciuti ma che meritano di essere ripescati… io in tale rubrica ho parlato, ad esempio, di “Perchè un assassinio” di Alan J. Pakula, per cui dico questo
    10- Lo sapevate che il vero nome di Pippo Franco è Franco Pippo? Eh? Questa notizia ha cambiato tantissimo la mia vita.
    non lo sapevo, ma non piacendomi per nulla il personaggio la notizia non mi sconvolge
    11- La vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere meglio?
    visto che non ricordo praticamente quasi mai i sogni, meglio credere che la vita sia un sogno

    • michele  says:

      Grazie Vincenzo!

  • Frank R.  says:

    Grazie per le risposte 🙂

Rispondi