Nerdheim – Il Prigioniero della Torre (La Leggenda Leggendaria degli Eroi Epici)

Nerdheim

Non è facile scrivere parodie. Tanti aspiranti autori hanno provato a cimentarsi con il tentativo di far ridere, insistendo sui topoi del genere scelto, inserendo personaggi o situazioni assurde, spostando ambientazioni cercando di provocare effetti di straniamento… o anche mettendo dentro qualche situazione pecoreccia e qualche scoreggia a caso. Se i risultati sono nella maggior parte dei casi deludenti o peggio penosi, è che per far ridere storpiando un genere bisogna in primo luogo conoscere questo genere alla perfezione. Aver letto Cronache Marziane, Fanteria dello Spazio e aver visto Independence Day non basta per poter scrivere parodie fantascientifiche, Tolkien, Terry Brooks e la serie tv di Game of Thrones non sono sufficienti se si vuole parodiare il fantasy.

Il collettivo Nerdheim, invece, conosce il fantasy davvero bene. E si vede.

Il Prigioniero della Torre – primo capitolo della saga della Leggenda Leggendaria degli Eroi Epici è un bel tomone fantasy in tutto e per tutto. A partire dalla stazza (oltre 700 pagine!), dal gruppo di personaggi protagonisti, dall’ambientazione dettagliata, tutto quanto grida fantasy! Come è giusto che sia i barbari sono grossi (MOLTO grossi) e stupidi, i nani bevono (MOLTO) e odiano gli elfi che sono belli e (MOLTO) fighetti, i Signori del Male sono (MOLTO) cattivi (Skeletor a confronto è Padre Pio) e non abbandonano facilmente le loro idee di dominio del mondo neanche quando sconfitti (MOLTE volte) e così via.

All’inizio sembra tutto fin troppo normale. Una storia epica, con protagonisti coraggiosi e segnati dal destino, narrata in maniera aulica (ok, MOLTO aulica. Pure TROPPO, forse)… Ma ben presto scopriamo che quello è il passato. Il presente vede gli eroi come persone di mezza età, sovrappeso per le troppe mangiate e bevute e per la mancanza di allenamento, un tantino rincoglioniti dai troppi incantesimi lanciati. Per fortuna ci sono ancora giovani sguattere curiose di imparare, volenterose apprendiste che vogliono sapere tutto della magia o stallieri capaci di correre molto veloce e molto a lungo, perché il mondo ha ancora molte minacce da affrontare. Minacce terribili, minacce che neppure in millenni di saghe fantasy sarebbero immaginabili. Minacce che potrebbero addirittura convincere a unire le forze con chi è stato avversario (anzi: Avversario) in eterno…

Gli autori del collettivo Nerdheim amano il fantasy, e si vede. Hanno letto e divorato i classici del genere e non si sono fermati certo a quelli. Hanno sporcato la loro ispirazione con i film di Bud Spencer e Terence Hill, il cappa e spada, la fantascienza, Ritorno al Futuro, una marea di cazzate assimilate, digerite e messe insieme. E che incredibilmente funzionano alla grande!

Sono da sempre un fan di Terry Pratchett, e ne Il Prigioniero della Torre ho trovato il divertimento che mi hanno sempre dato i suoi romanzi, senza però scimmiottamenti o scopiazzature. Quello dei Nerdheim è un orgoglioso spaghetti fantasy, e quando avrete finito il romanzo vorrete subito cominciare il secondo.

Un paio di difettucci, perché vanno nominati anche quelli. Il narratore è in alcuni momenti fin troppo aulico. All’inizio la cosa fa ridere, dopo 700 pagine rompe un po’ il cazzo. La voglia di inserire richiami e citazioni ha creato situazioni divertentissime, ma in un paio di casi il giochino non è riuscito. Ad esempio il Fus Ro Dah potrà far sorridere i giocatori di Skyrim, ma non è inserito organicamente all’interno della trama. È semplicemente buttato lì e non viene nominato mai più, e chi non avesse mai giocato (o un giovane lettore che prenderà in mano il romanzo tra venti anni) si chiederà cosa cavolo stia succedendo senza poter trovare una risposta all’interno delle pagine. Facciamo tre difettucci: la copertina fa schifo. Capisco il voler fare tutto da soli, ma un grafico, un disegnatore, un fotografo con un po’ di fantasia non si potevano trovare? 😛

A parte queste cosine: BRAVI. Ho già acquistato il secondo romanzo e sto divorando pure quello. Viva Nerdheim! Tutte le informazioni su dove e come comprarlo le trovate qui!

Voto: ****

Tags:  ,

Rispondi