I film da guardare (e quelli da non guardare) al cinema a Ottobre

Ottobre è un mese importante per le uscite cinematografiche. Il letargo estivo è ormai concluso, si preparano i botti natalizi ma c’è ancora spazio per qualche proposta più coraggiosa. Insomma, volete sapere che film vi consiglio, no?

THE IMPERDIBLES

Blade Runner 2049

Ma sempre a guidare, oh!

Blade Runner 2049 è il vero punto interrogativo della stagione cinematografica. C’era veramente bisogno di un nuovo Blade Runner? Assolutamente no. Se proprio si doveva fare, c’era un regista migliore di Denis Villeneuve (nel cast Harrison Ford, Ryan Gosling, Jared Leto, uscita il 5 Ottobre) a cui affidarlo? Ancora, assolutamente no. Sono stato prima scetticissimo, poi ottimista, poi quasi indifferente, ora l’accoglienza americana del film (ho letto solo i voti, non le recensioni) mi ha fatto tornare la speranza. Persino più di prima!
Lego Ninjago – Il film (di Charlie Bean, Paul Fisher, Bob Logan, esce il 12) è uno spinoff di The Lego Movie e ci sono i ninja. Cosa potete chiedere di più, proprio non lo so.
Il 19 è il turno di uno dei film più attesi dell’anno: It (di Andy Muschietti, con Bill Skarsgård, Owen Teague, Jaeden Lieberher). Dicono che sia bellissimo, e voglio dirlo pure io. LO SO che si trova già, ma cercherò di resistere fino a quel giorno, voglio gustarmelo al cinema!

It

Paura, eh?

TUTTO SOMMATO SÌ

Ammore e Malavita (di Antonio e Marco Manetti, con Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini, in uscita il 5 Ottobre) unisce sceneggiata, musical, camorra-movie, è il trait d’union tra Napoli e Bollywood. Può sembrare una roba un po’ indigesta, ma chissà…
Come ti Ammazzo il Bodyguard (di Patrick Hughes, con Samuel L. Jackson, Ryan Reynolds, Gary Oldman. Anche questo esce il 5) è una puttanata stroncatissima dalla critica; ma è esagerato, ha scene divertenti, ha incassato benino… insomma, la critica si fotta pure.

Come ti ammazzo il bodyguard

Fanculo critici… fanculo!

Con L’Uomo di Neve Tomas Alfredson ci porta sulle tracce del primo serial killer della storia norvegese. Sarete portati a pensare “ecchissefrega”, ma forse ricordandovi che Alfredson ha già diretto gli ottimi Lasciami Entrare e La Talpa, e che nel cast ci sono Michael Fassbender, Rebecca Ferguson e Charlotte Gainsbourg potreste cambiare idea. Esce il 12!
Brutti e Cattivi (di Cosimo Gomez, con Claudio Santamaria, Marco D’Amore, Sara Serraiocco) parla di una banda di trucidoni disabili che compiono rapine, e c’è pure un nano. Brutti e cattivi davvero! Deve essere uno spasso.
Thor: Ragnarok è il terzo capitolo delle avventure del super-dio nordico interpretato dai muscolacci di Chris Hemsworth. Ma certo che c’è anche Loki! Vi confesso che i film di Thor sono da sempre quelli per i quali ho meno aspettative in casa Marvel, ma stavolta ci sono Jamie Alexander, Mark Ruffalo, Cate Blanchett, Anthony Hopkins, Benedict Cumberbatch, Idris Elba… insomma, quasi un nuovo The Avengers. E pare ci sarà Thanos… l’attesa finità il 25 Ottobre! Ok, questo forse poteva stare di sopra 😉

Thor Ragnarok

Dannati barbieri che esagerano!

Infine un altro film che poteva stare di sopra… o forse avrebbe dovuto essere messo nella categoria successiva… insomma, non so se è la nostalgiacanaglia a parlare, ma Mazinga Z Infinity (di Junji Shimizu, nei cinema dal 31) sembra davvero bello. Se sei il nemico, prega: è già finita!

FATE UN PO’ COME VI PARE

Il documentario Ferrante Fever (di Giacomo Durzi, uscito il 2 Ottobre) prova a raccontare il fenomeno di Elena Ferrante intervistando colleghi scrittori, registi, traduttori, editori… Io resto tra i pochi italiani a non aver letto nessuno dei suoi romanzi, quindi per me Ferrante è ancora l’ex calciatore del Torino Marco.
Renegades – Commando d’Assalto (di Steven Quale, esce il 5) sembra un film d’azione coi Navy Seal senza troppe pretese. Ma nel cast c’è J.K. Simmons, quindi mi toccherà recuperarlo, prima o poi!

Renegades Commando d'Assalto

Cucù!

120 Battiti al Minuto (di Robin Campillo, 5 Ottobre) parla della nascita di Act Up, una organizzazione di attivisti che ha riportato alta l’attenzione sull’AIDS. Bene che ci siano questi film, ma guardatelo voi.
Il Palazzo del Viceré (di Gurinder Chanda, esce il 12) è una storia d’amore tra India e Pakistan dalla regista di Sognando Beckham. Io continuo a sonnecchiare.
Il regista di The Lunchbox Ritesh Batra dirige il premio Oscar Jim Broadbent in L’Altra Metà della Storia (esce il 12), film tratto dal romanzo vincitore del Booker Prize “Il senso di una fine” di Julian Barnes e del quale non so assolutissimamente cosa dire. Avanti, visto che lo stesso giorno esce anche Nico, 1988 (di Susanna Nicchiarelli), che parla degli ultimi anni di vita dell’ex musa di Warhol e cantante dei Velvet Underground. Premio Orizzonti a Venezia, pensate un po’!
Nemesi è l’ultimo film di Walter Hill, e nel cast ci sono Sigourney Weaver e Michelle Rodriguez. Figo, no? Ma pare sia una cazzata, e continuano a rimandarne l’uscita. Esce il 19, come La Battaglia dei Sessi, che racconta l’omonimo incontro di tennis tra la giovane campionessa Billie Jean King e il vecchio leone ormai ritirato dalle competizioni Bobby Riggs. I due sono interpretati da Emma Stone e Steve Carell, e questo potrebbe portarmi a concedere una chance a un film che negli USA è stato un floppone. Stesso giorno di uscita per Una Donna Fantastica (di Sebastian Lelio) che ha coma maggiore attrattiva il fatto di essere prodotto da Pablo Larrain.
In Manifesto (di Julian Rosefeldt, esce lunedì 23 Ottobre), l’attrattiva è invece vedere Cate Blanchett intepretare ben 13 personaggi. Già meglio. Il giorno dopo escono My Name is Adil (di Adil Azzab, Andrea Pellizzer e Magda Rezene), storia vera del regista partito dal Marocco per raggiungere il padre in Italia (RUSPA! No, scusate mi sono lasciato trasportare) e l’anime La Forma della Voce, uno dei più grandi successi della scorsa stagione in Giappone. Io purtroppo sono rimasto a Gigi la Trottola.
Vittoria e Abdul (di Stephen Frears, esce il 26) è la storia dell’inspiegabile amicizia tra la vecchia regina Vittoria e un umile impiegato indiano. Stesso giorno di uscita per La ragazza nella Nebbia, esordio da regista del noto giallista Donato Carrisi, con Toni Servillo. Ho più di qualche dubbio. Mr. Ove (di Hannes Holm) è una commedia svedese sull’amicizia tra un burbero ex-presidente dell’Associazione dei Condomini, la sua vicina iraniana e un gatto. No, niente robot giganti neanche qui. Good Times è un thriller dei fratelli Safdie (?) costruito su misura attorno a Robert Pattinson. Aveste detto De Niro, avrei potuto capire. Infine Il Vangelo secondo Mattei (di Antonio Andrisani e Pascal Zullino) unisce Pasolini ed Enrico Mattei. Ambizioso!

Saw - Legacy
Andiamo infine all’ultimo giorno di ottobre: la saga di Saw arriva all’ottavo capitolo con Saw – Legacy… qualcuno ha preso il posto di Jigsaw? Nel Il Mio Godard Michel Hazanavicius parla di… indovinate un po’: Godard! Che sorpresa! Finché c’è Prosecco c’è Speranza evita la bocciatura completa per il titolo troppo stupido e la locandina da Giallo Mondadori. Concludiamo con Mistero a Crooked House, l’ennesima trasposizione filmica di Agatha Christie. Qui non possiamo certo lamentarci del cast:  Glenn Close, Terence Stamp, Max Irons, Gillian Anderson, Christina Hendricks, Stefanie Martini, Julian Sands… tutti agli ordini del regista Gilles Paquet-Brenner!

SOLO PER MASOCHISTI

Il nuovo film di Paolo Franchi, Dove non ho mai abitato, potrebbe essere anche (forse) decente, ma i suoi lavori precedenti mi hanno fatto venire voglia di abbattere muri a testate. Comunque esce il 12. Lo stesso giorno di 40 Sono i nuovi 20, commedia ributtante di Hallie Meyers-Shyer con la regina delle commedie ributtanti Reese Whitherspoon. Riderete molto meno che con la vignetta seguente.

Reese

Anche Nove Lune e Mezza esce il 12, e nel cast ci sono tante facce che mi stanno quasi simpatiche, ma che messe insieme mi attraggono quanto un secchio di gelato cozze e vomito. La regista è Michela Andreozzi (chi?), che era nella redazione di Non è la RAI! Chiudiamo la carrellata delle uscite del 12 con Made in China Napoletano, di Simone Schettino, un film che credo sia uno scherzo. Non esiste veramente, no?
Una settimana dopo, il 19, Cédric Klapisch propone il suo Ritorno in Borgogna. L’importante è che non metta piede in Italia, poi può fare come vuole. Gli appassionati dell’animazione europea avranno di che ricredersi con il banale Monster Family e l’osceno Vita da Giungla alla Riscossa! – Il film. Che gioia! E non crediate che finisca qui, visto che una settimana dopo i teteschi portano al cinema anche il film di animazione di Vampiretto, il protagonista di una serie infinita di libri che ho letto alle elementari. Preferisco conservare il bel ricordo. Lo stesso giorno Cure a Domicilio riunisce la Cecoslovacchia… non politicamente, no, è una coproduzione tra Repubblica Ceca e Slovacchia, una divertentissima commedia su una infermiera (niente porno), con sulla locandina un cerbiatto. Mistero! Chiudiamo con Terapia di Coppia per Amanti, un film di Alessio Maria Federici tratto da un romanzo di Diego de Silva su una passione incontrollabile. Sarà la mia occasione per vedere un nudo frontale di Ambra Angiolini, come chiedo da decenni? Visto che non credo che sarò accontentato, lo metto qui, tra gli scarti. TIÈ!

Terapia di Coppia per amanti Ambra Angiolini nuda

DAI CHE CE LA FACCIAMO!!!

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 16/09/2019

Rieccoci qui col consueto appuntamento del lunedì col Cumbrugliume, per scoprire tutte le novità più interessanti (e non) che potreste cominciare a guardare questa settimana! Novità succulente Per l'unica novità della settimana nei network tradizionali dovete volare in...

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

Novità succulente Questa settimana viva l'Inghilterra! Cominciamo con una nuova serie del network ITV, che ha come protagonista Martin Freeman. Ok, sono molto interessato! A Confession racconta la storia vera dell'omicidio di Sian O'Callaghan, con il protagonista - detective...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 02/09/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 02/09/2019

Novità succulente A volte il nome giusto conta moltissimo: ecco perché sono stato immediatamente attratto da On Becoming a God in Central Florida, nuova serie su Showtime con Kirsten Dunst. La protagonista è una lavoratrice a salario minimo che progetta nel dettaglio la sua...

8 Comments

  1. babol81 4 October 2017
    Rispondi

    Ti confermo che It è splendido. Anche io ho resistito all’infamata dei torrent/streaming già disponibili, però sono andata fino a Praga per vederlo (no, esagero, ero lì per altri motivi ma già che c’ero…) 😛
    Blade Runner voglio vederlo anche io sebbene non sia una fan all’ultimo stadio del film di Scott e lo stesso vale per i “Tutto sommato sì”, con varie sfumature che vanno dal “Non lo perdo manco per sogno” (Ammore e Malavita + Brutti e cattivi) al “Me tocca per completezza” (Thor). Il resto lo evito molto ma molto volentieri!

    • michele 4 October 2017
      Rispondi

      Quest’anno sono andato a Praga nel periodo sbagliato 😉

  2. Cassidy 4 October 2017
    Rispondi

    Esce un nuovo “IT” e un nuovo “Blade Runner”? Davvero? Non ne hanno parlato quasi per niente 😉 Per il resto bah speriamo bene per ‘sto Thor in compenso “Come ti Ammazzo il Bodyguard” è da vedere anche solo per il cast, mentre per assurdo sono felice di veder tornare “Saw”, qualità (molto bassa) a parte era un abitudine vedere un nuovo “Saw” verso Halloween 😉 Cheers

    • michele 4 October 2017
      Rispondi

      Ma ovviamente lo guarderò anche io, e anzi potrebbe essere la scusa per una megamaratona 😀

  3. marco1946 4 October 2017
    Rispondi

    BLADE RUNNER ecc?
    Non me lo perdo. Dopo 35 anni Rick svelerà il mistero della sua esistenza e saprò (ma forse no) come è morta Rachel
    Quanto a Elena Ferrante, anch’io mi rifiuto di perdere tempo con i suoi romanzi; mia moglie, che ne ha letti un paio, mi assicura che non mi sono perso niente

  4. Pietro Sabatelli 4 October 2017
    Rispondi

    Cerco di non esser più masochista, quindi certamente eviterò gli ultimi, ma sicuramente vedrò tutti gli altri, soprattutto i primi due, capolavori annunciati…speriamo sia davvero così 😉

    • michele 4 October 2017
      Rispondi

      Vai tranquillo, hanno il marchio di approvazione del Cumbrugliume 😉

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.