Venerdì Gnocca #168: Cristina D’Avena

Cristina D’Avena? Sì, non storcete il naso, esiste in Italia una cinquantenne più bella di lei?

Cristina D'Avena

La mia generazione è cresciuta con Cristina D’Avena, in un rapporto che ha vissuto alti e bassi ma che proprio non riesce a interrompersi del tutto. Alle scuole elementari tutti, maschietti e femminucce, giocavamo nell’intervallo a Kiss Me Licia, interpretando i personaggi dell’episodio di Love Me Licia (il telefilm si chiamava così) che avevamo visto la sera prima su Italia Uno assillando i genitori perché smettessero di guardare il telegiornale e ripetendo le battute a memoria. Una brutta infanzia?

Cristina D'Avena

L’amore per Cristina riesce ad ammansire anche i peggiori punkabbestia

Il cartone animato era una cosa “per bambine”, ma il telefilm che ne era stato tratto in Italia era universale. Se avete avuto modo di riguardarne anche qualche spezzone vi sarete resi conto dell’assurdità generale: dei dialoghi, dei costumi, della sceneggiatura, per non parlare della recitazione degli attori. Ma in qualche modo Licia/Cristina D’Avena era magnetica, e con l’aiuto di qualche canzone (assurda e) azzeccata il mix era vincente. L’educazione sentimentale di Cristina ci faceva tutti rimanere in attesa del bacio…

Cristina D'Avena

Il momento-assurdo che fa entrare Licia nella storia della televisione italiana è l’ultimo episodio dell’ultima stagione, quando la fantasia si distorce lasciando spazio a un briciolo di realtà, e dopo aver interpretato Licia per chissà quanti episodi Cristina entra in scena nel ruolo di se stessa, annunciando di voler mettere su una band. Pochi mesi dopo viene trasmesso il telefilm Arriva Cristina, al quale seguono Cri Cri nel 1990 e Cristina, L’Europa siamo noi nel 1991, quando l’Europa Unita sembrava ancora un traguardo ambito da tutti. Bei tempi!

Cristina D'Avena

Avvicinandosi agli anni 90 il nostro amore per Cristina ha cominciato ad apparire più travagliato. Lei era quella dei cartoni “per bambine”, mentre noi maschi cercavamo altro: i robot giganti in onda sulle tv locali, Kenshiro, Holly e Benji… L’avvento dei manga e della cultura giapponese in Italia fece il resto: volevamo le sigle originali, non quelle robe da ragazzine! Cristina ha sempre continuato a cantare, ma la sua carriera si è anche spostata in tv, come presentatrice dello Zecchino d’Oro o come inviata speciale di La Sai L’Ultima?

Cristina D'Avena

Fino al 2007, quando a sorpresa Cristina celebrò i propri 25 anni di carriera con un concerto insieme ai Gem Boy… sì, proprio quelli delle canzoni irriverenti che storpiavano i cartoni animati e sessualizzavano fortemente i loro protagonisti. Fu un piccolo shock, fatto sta che da allora Cristina ha cominciato ad essere invitata in qualsiasi contesto: dalle feste per bambini ai festival del fumetto, dalle serate nerd a quelle più trucide… il pubblico cambiava, ma il punto fermo rimaneva lei, Cristina D’Avena. Che ha sempre continuato a ridersela di tutto.

Cristina D'Avena

Mandiamo il nastro avanti veloce di dieci anni ed arriviamo a oggi, con Cristina che annuncia il suo nuovo disco Duets – Tutti Cantano Cristina, perché gli anni di carriera sono diventati 35 ed è nuovo tempo di festeggiare. Su Facebook si leggono stati che parlano di Cristina come l’ultima ancora di salvezza rimasta dopo lo scioglimento di Elio e le Storie Tese, e io quasi mi commuovo, ripensando alle vecchie Lucca Comics al palazzetto passate a parlar male di lei e a rimpiangere i Cavalieri del Re.

Cristina D'Avena

Quasi dimenticavo la tracklist del disco!

1. Pollon, Pollon combinaguai (feat. J-Ax)
2. Nanà Supergirl (feat. Giusy Ferreri)
3. L’incantevole Creamy (feat. Francesca Michielin)
4. Occhi di gatto (feat. Loredana Bertè)
5. Kiss me Licia (feat. Baby K)
6. Magica, magica Emi (feat. Arisa)
7. Mila e Shiro due cuori nella pallavolo (feat. Annalisa)
8. Jem (feat. Emma)
9. I Puffi sanno (feat. Michele Bravi)
10. Siamo fatti così (feat. Elio)
11. È quasi magia, Johnny! (feat. La Rua)
12. Una spada per Lady Oscar (feat. Noemi)
13. Che campioni Holly e Benji (feat. Benji & Fede)
14. Sailor Moon (feat. Chiara)
15. Piccoli problemi di cuore (feat. Ermal Meta)
16. All’arrembaggio! (feat. Alessio Bernabei)

Occhi di Gatto con la Berté potrebbe diventare un piccolo culto. Io, comunque, ci sono rimasto male perché mi aspettavo un duetto con i Sepultura. Per quello aspettiamo fiduciosi un benefico Cristina D’Avena & Friends!

Cristina D'Avena

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 16/09/2019

Rieccoci qui col consueto appuntamento del lunedì col Cumbrugliume, per scoprire tutte le novità più interessanti (e non) che potreste cominciare a guardare questa settimana! Novità succulente Per l'unica novità della settimana nei network tradizionali dovete volare in...

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

Novità succulente Questa settimana viva l'Inghilterra! Cominciamo con una nuova serie del network ITV, che ha come protagonista Martin Freeman. Ok, sono molto interessato! A Confession racconta la storia vera dell'omicidio di Sian O'Callaghan, con il protagonista - detective...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 02/09/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 02/09/2019

Novità succulente A volte il nome giusto conta moltissimo: ecco perché sono stato immediatamente attratto da On Becoming a God in Central Florida, nuova serie su Showtime con Kirsten Dunst. La protagonista è una lavoratrice a salario minimo che progetta nel dettaglio la sua...

20 Comments

  1. Cassidy 20 October 2017
    Rispondi

    “Siamo fatti così” con Elio devo proprio sentirla! No “Occhi di gatto” con la Bertè, no no lo voglio questo disco! 😀 Ricordo bene il telefilm, ma meglio il cartone animato, ho un cugino più grande che era cotto di Cristina D’Avena, quindi capisco bene la questione del suo fascino.

    Tu sei matto, il venerdì gnocca su Cristina D’Avena che diventa una carrellata su una carriera e su uno spezzone grosso di vita, chapeau! 😉 Cheers!

    • michele 20 October 2017
      Rispondi

      Qualsiasi cosa si pensi di lei, è diventata molto brava a far parlare di sé… ogni tanto fa bene mischiare le carte, anche nel Venerdì Gnocca 😀

  2. benez256 20 October 2017
    Rispondi

    Questo sì che è un post cazzuto! 🙂

  3. Lucius Etruscus 20 October 2017
    Rispondi

    Nuoooooooooo!!! Voglio immediatamente quest’album, infilarlo nell’autoradio e correre a 200 all’ora cantando: Cristina and Furioius! 😀
    Scherzi a parte, grazie della mitica segnalazione, questo è L’album del 2017! Sono del ’74 quindi ho fatto in tempo sia a gustarmi dal vivo i Cavalieri del Re e gli altri mitici autori – tipo Nico Fidenco (notte nera di spavento, tuoni, lampi neve e vento!) – ma ho avuto anche l’onore di seguire Cristina dall’inizio e vedere TUTTO quello che ha fatto: dubito di aver perso anche solo un episodio delle sue fiction. Ti giuro che odiavo quei prodotti, ma era un tipo di odio che non ti faceva staccare lo sguardo…
    E sì, sottoscrivo che è una gnocca ad honorem ^_^

    • michele 20 October 2017
      Rispondi

      Meravigliosa la sigla di Bem, anche se la più inquietante di Nico Fidenco è quella di Jenny la Tennista (destra sinistra, sinistra destra, si svita il collo, si stacca la testa… ). Io ho cinque anni meno di te, ma capisco cosa intendi… Per lei ho sempre provato amore/odio!

      • Lucius Etruscus 20 October 2017
        Rispondi

        Come si faceva a resistere alle sue fiction? A quel faccino acqua e sapone che chiamava gli altri personaggi con nomi giapponesi? Chissà se una roba del genere è mai esistita in qualsiasi altro paese! Ah, ma ti ricordi che c’era pure il gattone arancione che parlava col pensiero? 😀

  4. Marco “Cannibal Kid” Goi 20 October 2017
    Rispondi

    Ciao Michele, per seguire il rigido regolamento del Bloggers Recognition Award, ti segnalo che ho continuato la catena… pardon, il post. E quindi ti ringrazio ancora per il premio. 😉

    http://www.pensiericannibali.com/2017/10/bloggers-recognition-award-e-i-consigli.html

    Quanto a Cristina D’Avena, non so se l’ho mai considerata gnocca gnocca, però certo che sta invecchiando parecchio bene. 🙂

  5. mikimoz 20 October 2017
    Rispondi

    Cazz mi hai bruciato il post di oggi XD
    Evvabbé 🙂
    Comunque ha un fisico da paura, le foto in costume di questa estate lo dimostrano 🙂

    Moz-

  6. Pietro Sabatelli 20 October 2017
    Rispondi

    Come darti torto? Adoravo e adoro ancora adesso Lei e tutte le sue straordinarie sigle 😉

  7. loscalzo1979 20 October 2017
    Rispondi

    MACCHECCAZZ

  8. michele 20 October 2017
    Rispondi

    Grazie a te Marco, Cristina non è certo una tipica rappresentante di questa rubrica, però… 😀

  9. michele 20 October 2017
    Rispondi

    Great minds think alike! Giuro che non ti denuncerò per plagio 😉

  10. Patalice 20 October 2017
    Rispondi

    qualche anno fa, un ragazzo in palestra mi ha detto che la D’Avena è una gran porca
    questo ha aumentato esponenzialmente la mia stima e la mia considerazione nei suoi confronti, e appena il cd uscirà, decisamente sarò in prima linea per acquistarlo

    • michele 23 October 2017
      Rispondi

      Ai tempi dei tempi si diceva che convivesse con Alessandra Valeri Manera e che le due fossero bisessuali… credo fosse solo una leggenda metropolitana comunque 😀

  11. antoniomele82 21 October 2017
    Rispondi

    La più amata dagli italiani. Altro che scavolini! 😉

  12. babol81 23 October 2017
    Rispondi

    La tracklist del nuovo CD è imbarazzante a dir poco. Vorrei solo ascoltare il duetto con gli Elii, il resto è fuffa che spero rimanga inascoltata XD

    • michele 23 October 2017
      Rispondi

      Diamo una chance anche alla Bertè, dai!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.