Acquisti belli: My Travel Journal

Era da un po’ che stavo cercando qualcosa di carino da usare come diario di viaggio, visto che il mio viaggio di nozze posticipato in Giappone si avvicina sempre di più. Volevo qualcosa che potesse contenere foto, appunti, che fosse ben organizzato e che permettesse di spaziare tra vari argomenti, ma finora tutto quello che avevo trovato a prezzi accettabili era o esteticamente carino ma limitato, oppure fin troppo classico. Finchè non ho adocchiato il My Travel Journal della Suck UK.

Approfittando di una piccola offerta di Amazon l’ho comprato, e due giorni dopo era a casa mia…

My Travel Journal

Ecco come si presenta appena aperta la scatola. Un bel parallelepipedo massiccio. Ma a noi la confezione interessa relativamente, giusto?

My Travel Journal

Ed ecco come è fatto dentro. Scusate la foto un po’ sfocata, dal cellulare mi sembrava apposto. Ho scelto la copertina blu ma il My Travel Journal è disponibile anche in nero.

My Travel Journal

La prima pagina, insieme alla mia delicata manina.

My Travel Journal

Andando avanti cominciano subito le cose utili. Ad esempio questa simpatica checklist che potrebbe impedirvi di dimenticare qualche cosa di fondamentale prima di partire per il vostro viaggio. Vedi ad esempio le cose in prima e ultima posizione nella lista dei suggerimenti sotto: passaporto e biglietti non devono assolutamente rimanere a casa!

My Travel Journal

La maggior parte delle pagine interne è organizzata così, con destinazione, data, highlights, un grande spazio per raccontare più nel dettaglio la giornata e in fondo un riepilogo dei momenti migliori e peggiori. Qui potete apprezzare anche i simpatici segnalibri utilizzati…

My Travel Journal

Ogni tanto le pagine delle destinazioni vengono intervallate da altre come queste, dedicate all’inserimento di foto. Almeno in teoria. La Lomocamera di mia moglie verrà messa a dura prova 🙂

All’interno, in un fascicoletto staccato dal resto, anche alcuni altri esempi di utilizzo…

My Travel Journal

Ecco, quando mi sono messo a cercare un diario di viaggio immaginavo esattamente un utilizzo come questo! Magari dovrei imparare a disegnare, prima!

Infine, uno spazio dove inserire tutto ciò che non può essere incollato alle pagine.

LE COSE BELLE

Il My Travel Journal è solido, ben realizzato, ha tantissime pagine ben organizzate ma non impedisce certo un utilizzo di esse più creativo. Ci sono le righe e questa è una bella cosa, visto i tanti diari di viaggio con pagine bianche che ho incrociato nella mia ricerca. Dopo l’uso può far bella figura anche in libreria, magari dopo aver progettato una sovracopertina originale.

LE COSE MENO BELLE

La mole non rende facile un utilizzo come taccuino veloce, ma per quello magari potreste prendere una Moleskine o qualcosa di simile. Uno spazio dove inserire una penna o un lapis sarebbe stato gradito.

IN CONCLUSIONE

Sono piuttosto soddisfatto del mio acquisto. Il My Travel Journal non è esattamente ciò che mi aspettavo quando ho premuto il tasto acquista, ma si è rivelato proprio un bello strumento. Se riuscirò a trovare lo stimolo di utilizzarlo con costanza potrà diventare un bellissimo ricordo da sfogliare più e più volte. Incrocio le dita e vi terrò informato 🙂

Se il My Travel Journal vi piace, la Suck UK fa un sacco di altre cose davvero carine, vi consiglio di dare un occhio al loro sito web… e poi cercarle su Amazon, dove costano in genere molto meno.

Related posts

Italian Way of Cooking – Pizza, mostri e mandolino

Italian Way of Cooking - Pizza, mostri e mandolino

Torna il cuoco toscano Nero Bonelli di Italian Way of Cooking, questa volta costretto a spostarsi nella bella e pericolosa Napoli, a caccia di mostri e camorristi...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 24/06/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 24/06/2019

Avete già firmato la petizione che ha chiesto a Netflix di cancellare Good Omens dai loro palinsesti? Bravi, vediamo se tra le novità di queste settimana c'è qualcosa che fa al caso vostro...

I migliori consigli per l’acquisto su Wish

I migliori consigli per l'acquisto su Wish

Se avete uno smartphone, usate facebook e avete installato anche solo una volta per curiosità l'app di ecommerce di Wish, sarete stati anche voi bombardati da pubblicità dei prodotti più assurdi, ai prezzi più vari. La leggenda vuole che queste pubblicità siano mirate, selezionate...

9 Comments

  1. rikynova83 3 February 2018
    Rispondi

    Che figata! Adesso non rimane che riempirlo bene con il viaggio di nozze Geek in Japan!

  2. fperale 3 February 2018
    Rispondi

    Bella idea! E buon viaggio in Giappone! 🙂

  3. Vincenzo 3 February 2018
    Rispondi

    wow, il Giappone è uno di quei posti dove da anni vorrei andare…
    bello il diario, ne esiste anche una versione della Moleskine, mi sembra che anche quello si chiami Travel Journal…
    però anche questo è molto bello

    • michele 4 February 2018
      Rispondi

      Avevo valutato anche quella, ma volevo qualcosa di più corposo 🙂

  4. mikimoz 3 February 2018
    Rispondi

    È fighissimo, davvero.
    Praticamente ne può uscire quasi un libro, a fine viaggio. Con disegni, colori, foto… Molto più di un album! Come fosse un blog vivente!

    Moz-

    • michele 4 February 2018
      Rispondi

      L’idea era esattamente quella 🙂 Speriamo di usarlo bene e soprattutto di mantenere una calligrafia leggibile 😉

  5. Kukuviza 8 February 2018
    Rispondi

    A fine giornata ti metti lì col journal e una bella boccia di sakè e ne vedremo delle belle!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.