Judah Friedlander – America is the greatest country in United States

Judah Friedlander – America is the greatest country in United States

Ultimamente, grazie a Netflix ma non solo, sto guardando un sacco di stand up comedy, un genere che anche in Italia comincia ad essere decisamente più apprezzato. Al di la dei grandi nomi e di qualche sito specializzato, però, è arduo trovare delle recensioni dei singoli show, quindi… che ne dite di una piccola rubrica aperiodica con qualche consiglio?

Cumbrugliume Comedy Special

Il primo comedy special che vi voglio consigliare è…

JUDAH FRIEDLANDER – AMERICA IS THE GREATEST COUNTRY IN THE UNITES STATES

…e se avete un abbonamento a Netflix potete guardarlo qui.

Judah Friedlander è un nome sconosciuto in Italia, ma in America è piuttosto noto soprattutto per il personaggio di Frank Rossitano in 30 Rock e per essere stato “il tizio degli abbracci” nel video della Dave Matthews Band, tanto che per anni la gente l’ha fermato per strada chiedendogli abbracci.

Oltre a questo è apparso in The Wrestler, American Splendor, alcuni film con Ben Stiller, ma il suo amore principale è da sempre la stand up comedy. America is the Greatest Country in the United States riprende molti suoi show tenuti soprattutto al Comedy Cellar, uno dei templi della comicità newyorkese, messi insieme con stile quasi documentaristico dallo stesso Friedlander. La camera lo riprende da vicino, immedesimandosi nello sguardo dello spettatore, e il tutto è ripreso in bianco e nero.

Friedlander nello show ha il look che l’ha reso famoso: cappellini fatti in casa, look a dir poco trasandato, maglietta “WORLD CHAMPION”. Friedlander si autodefinisce campione del mondo di… beh, quasi qualsiasi cosa, ma soprattutto di karate, nel 2010 ha scritto il libro “Come picchiare tutti – un istruttivo e ispirante libro di karate scritto dal campione deL mondo”, un titolo che… ok, avrei voluto ideare io.

Judah Friedlander

Lo show comincia con una serie di motivi per i quali l’America è la migliore nazione del mondo, e le altre possono solo mettersi in fila. Friedlander è bravissimo a rigirare pregi e difetti dei vari paesi per dimostrare la sua tesi. Ad esempio sapete perché la popolazione carceraria è così ampia negli USA? Perchè il governo ci tiene a garantire vitto e alloggio a più persone possibili! L’interazione con il pubblico è altissima, e il comico si diverte a fare domande agli spettatori e a rispondere ai loro quesiti, dimostrando grande cultura anche geografica e grandissima capacità di improvvisazione.

Nella seconda parte Friedlander si mette in gioco personalmente come prossimo candidato alla presidenza degli Stati Uniti, sfidando direttamente Donald Trump e proponendo un programma…  molto creativo, su ambiente, immigrazione, controllo delle armi e possesso di film di Ashton Kutchner. Anche qui l’improvvisazione è un elemento fondamentale, e a uno del pubblico che gli chiede cosa pensa dei limiti di mandato, risponde che proporrà limiti di mandato “per i cittadini; ogni quattro anni i cittadini verranno valutati dai loro vicini di casa, e se avranno un voto soddisfacente potranno continuare a rimanere lì. Così la gente comincerà ad essere più gentile con gli altri.” Idea interessante.

Dietro un aspetto brusco e un modo di parlare molto tranquillo, Friedlander è capace di sparare bordate satiriche intelligenti che però non fanno leva solo su un audience radical chic, ma che sono davvero in grado di parlare a chiunque. E a volte mi ha davvero spiazzato con trovate geniali, tipo quando dice di avere scritto un libro di auto-aiuto per alberi intitolato “come non diventare un libro”.

Lo show è sottotitolato in italiano con ottima cura, ma l’inglese di Friedlander è più che comprensibile con una conoscenza media della lingua. Consigliatissimo! Qui sotto c’è il trailer!

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Un libro, un film, una serie tv

Un libro, un film, una serie tv

Per superare il blocco del blogger ho pensato che periodicamente potrei almeno scrivere qualcosa su quanto ho visto/letto e che mi è piaciuto nell'ultimo periodo. Solo due righe, niente di troppo approfondito ma almeno è un inizio! Partiamo con Cobra Kai, la cui quarta...

5 Comments

  1. fperale 14 February 2018
    Rispondi

    Boh non so se lo guarderei, ma grazie della dritta, almeno ho imparato una cosa nuova 😀

  2. Cassidy 14 February 2018
    Rispondi

    Ottima idea per una rubrica! Davvero la stand up comedy è una tradizione americana che da noi sta arrivando (come al solito) in ritardo, ci vuole la guida del Cumbrugliume per farci largo tra le migliori disponibili 😉 Cheers

    • michele 14 February 2018
      Rispondi

      A giudicare dagli accessi del primo giorno pare che diverrà la rubrica meno letta della storia del Cumbrugliume 😀 Comunque continuerò lo stesso 😉

  3. Claudia Borri 16 February 2018
    Rispondi

    Ovviamente anche Mau e io abbiamo iniziato a guardare le stand up comedy da qualche giorno a questa parte, pare che ti leggiamo nella mente xD

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.