Dieci film (più uno) da guardare nelle sale ad Aprile 2018

Ad Aprile ci sono anche i Cinemadays con il biglietto a tre euro, quindi proprio non avete scuse! Ecco i dieci film (più uno) che dovreste proprio vedere nelle sale!

FUORI CLASSIFICA: IL MIO NOME È THOMAS (dal 19 Aprile)

Il mio nome è Thomas

Nessuno? No, no! Thomas!

È il ritorno di Terence Hill al cinema dopo venti anni, un viaggio on the road tra Spagna ed Italia in sella a una motocicletta, con tante citazioni dei western classici che l’hanno visto protagonista. Un po’ patetico? Forse. Anzi quasi sicuramente. Vabbè che ci posso fare?

10 – THE SILENT MAN (dal 12 Aprile)

The Silent Man

Una telefonata per me eh? La prendo nell’altra stanza

La storia della Gola Profonda che informò i giornalisti Bob Woodward e Carl Bernstein aiutandoli a portare alla luce lo scandalo Watergate. Il Watergate è stato sviscerato da ogni lato dal cinema americano, chissà se Peter Landesman (Parkland) è riuscito a trovare qualcosa di nuovo da raccontare… Liam Neeson come protagonista prova a ritrovare un po’ di autorialità dopo essere diventato quasi un action hero negli ultimi anni. C’è anche Maika Monroe che non guasta mai.

09 – TRANSFERT (dal 12 Aprile)

Transfert

Quando leggo “un thriller che non ha niente da invidiare a quelli americani” mi spavento sempre un po’. Ma davvero parlano tutti benissimo dell’esordio da regista del giovane Massimiliano Russo. Una storia di psicoterapia piena di colpi di scena, recitata da un cast giovane ma convincente. Sarà vero o è la solita spinta del marketing che non porta a nulla. Io un po’ stavolta ci credo!

08 – RAMPAGE – FURIA ANIMALE (dal 12 Aprile)

Rampage

Tralaltro “big meets bigger” è una frase di lancio geniale

The Rock contro gli scimmioni giganti. Nuff said.

07 – GHOST STORIES (dal 19 Aprile)

Ghost Stories

Non svegliare il fantasma che dorme (antico proverbio inglese)

Tre storie di fantasmi inserite dentro una cornice. Potrebbe sembrare un banale filmetto inglese con poche pretese, ma ci sono due cose che mi fanno sperare molto bene. La prima è la presenza di Martin Freeman come protagonista, visto che l’interprete di Bilbo Baggins e John Watson ci ha abituato a scegliere film e serie a volte curiosi ma sempre di buon livello. La seconda è che i due registi (uno è anche coprotagonista) vengono dal gruppo comico The League of Gentlemen, e hanno infarcito anche questa opera della loro ironia e del loro citazionismo. L’ultima volta che un comico televisivo si è dato all’horror ne è venuto fuori Get Out, quindi…

06 – A QUIET PLACE – UN POSTO TRANQUILLO (dal 5 Aprile)

A Quiet Place

Ma in questi horror non fanno altro che dirci di stare zitti? Ecchecazz…

Anche il secondo horror del mese ci arriva da un regista (John Krasinski) che finora si era tenuto lontato dal genere, e si era dedicato soprattutto alla commedia (anche come attore), segno che il cinema de paura comincia ad attrarre attenzioni notevoli. Lo spunto non è originalissimo ma comunque intrigante, una coppia che deve mantenere il silenzio per non risvegliare una inquietante forza sovrannaturale che vigila sulla loro fattoria. Eppoi c’è Emily Blunt!

05 – NELLA TANA DEI LUPI (dal 5 Aprile)

Nella Tana dei Lupi

Sbrighiamoci con questa gentaglia, poi andiamo a cena all’all you can eat

Un film che si ispira a Heat – La Sfida merita attenzione e se non altro almeno un plauso per il coraggio. Il regista Christian Gudegast è esordiente, ma è riuscito a mettere in piedi un cast interessante con Gerard Butler, Pablo Schreiber, O’Shea Jackson Jr. e 50 Cent, che dovrebbe garantire un alto tasso di quella tamarra virilità che ci piace tanto. La durata (140 minuti) spaventa un po’, ma se è riuscito a mantenere il ritmo solido per la maggior parte del tempo…

04 – DOPPIO AMORE (dal 19 Aprile)

Doppio Amore

È qui che ci sono le donne nude? (cit.)

Ogni volta che esce un nuovo film di Francois Ozon devo superare il mio fastidio per i francesi e mettermi in fila per comprare i biglietti. Come racconta lui seduzione, erotismo, intrigo, pochissimi altri… e senza tirarsi indietro di fronte a nulla. Qui ritrova tralaltro la Marine Vacht di Giovane e Bella…

03 – MOLLY’S GAME (dal 19 Aprile)

Molly's Game

Difficile rimanere concentrati al tavolo da gioco…

Aaron Sorkin si mette alla prova alla regia, e sceglie la vera storia di una studentessa di giurisprudenza di Harvard che diventa una specie di regina del poker clandestino al servizio delle celebrità. Non un gran successo di pubblico, ma due candidature ai Golden Globe e una ai BAFTA, e un cast che comprende la spettacolare Jessica Chastain, Idris Elba, Kevin Costner, Michael Cera, Jeremy Strong… Che fai, non gli dai un’occhiata?

02 – AVENGERS: INFINITY WAR (dal 25 Aprile)

Avengers - Infinity War

Non è neanche facile contarli tutti…

Il film di supereroi n.556 dell’anno li comprende più o meno tutti. Gli Avengers si erano divisi in due fazioni apparentemente inconciliabili, ma una minaccia cosmica che sembra imbattibile li convincerà a riunirsi. E con loro ci sono anche i Guardiani della Galassia! Ma sconfiggere Thanos non sarà così facile… la novità, rispetto ai film precedenti, è che pare che qualcuno ci lascerà le penne, quindi possiamo aspettarci qualche atmosfera più seria. Anche se il trailer puntava molto anche sull’ormai classico umorismo Marvel. Sarà la svolta per pensare a un nuovo inizio nel cinema di supereroi?

01 – I SEGRETI DI WIND RIVER (dal 5 Aprile)

Wind River

Lo so, l’ho già messo in classifica il mese scorso. Che ci posso fare se l’hanno rimandato? Ma finalmente esce… Vi prometto che è bellissimo.

Related posts

Die Hard 2 – 58 Minuti per morire: squadra che vince non si cambia!

Die Hard 2 - 58 Minuti per morire: squadra che vince non si cambia!

Quando hai un film che ha incassato quasi cinque volte il suo budget, ha reso il suo protagonista una delle più grandi star hollywoodiane, è subito esaltato come un capolavoro del cinema d'azione ed ha dato vita addirittura a modi di dire... cosa fai? Non fai un seguito cercando di cambiare il...

The Americans – Stagione 5

The Americans - Stagione 5

Ho uno strano rapporto con The Americans. Da un lato adoro la serie, penso davvero che sia riuscita a presentare in maniera straordinariamente efficace dei personaggi e un contesto diversissimo da quello di tutte le altre in onda in questi anni, che sia recitata divinamente, che abbia una...

Il giorno che uccisi Fabio Volo

Il giorno che uccisi Fabio Volo

Qualcosa di nuovo bolle in pentola! Sono ormai quasi giunto alla conclusione di una nuova raccolta di racconti che spero potrete leggere entro poche settimane, e per ingannare l'attesa ho pensato di regalarvi le storie che facevano parte de Il Giorno che Uccisi Fabio Volo (e altri racconti). Che...

5 Comments

  1. fperale 3 April 2018
    Rispondi

    Comunque per me Infinity War è fuori scala 😀 Ho già preso il biglietto per l’anteprima del 24 a mezzanotte!

  2. rikynova83 3 April 2018
    Rispondi

    ahha di “doppio amore” hai messo un’immagine poco significativa XD.

    Bellissima, la Marine.

    Purtroppo temo che il film di Terence Hill sia proprio come dici tu. Sigh!

    Ho visto il trailer del film degli scimmioni e di the rock e c’era una vocina che mi diceva: “guardaloooo”

    La settimana del 25 aprile mi vedrà sparire dal web per quel film lì…. 😀

  3. Pietro Sabatelli 3 April 2018
    Rispondi

    Ammetto che tutti mi interessano, però Terence no, anzi dico ma perché? why!?

  4. Cassidy 3 April 2018
    Rispondi

    “Rampage” da vedere. “A quiet place” mi ispira così come “Molly’s game” e non solo per la sua bellissima protagonista.
    Il nuovo “Avengers” è il titolo del mese, ma sono felicissimo che finalmente il bel “Wind River” vedrà il buio della sala. Cheers!

  5. mikimoz 3 April 2018
    Rispondi

    Ma sai che io sono tentato proprio da Terence Hill?

    Moz-

Rispondi