Sneaky Pete – Stagione 2

Sneaky Pete – Stagione 2

SNEAKY PETE – Stagione 2

Creata da David Shore e Bryan Cranton

In onda dal 9 Marzo 2018
Network originale: Amazon Prime Video
In Italia: su Amazon Prime Video
Genere: truffatori
Durata: 45 minuti
Episodi: 10

La prima stagione di Sneaky Pete era stata una delle sorprese dello scorso anno, soprattutto perché arrivata decisamente inaspettata. Una nuova serie con Giovanni Ribisi e Bryan Cranston e nessuno ne parla? Come è possibile? Le serie originali Amazon vivono ancora un po’ nel limbo, al contrario di quelle Netflix che appena uscite diventano immediatamente l’argomento del giorno. Presto ci potrebbe essere da scrivere un articolo su questo argomento… ma non oggi.

Oggi si parla della seconda stagione di Sneaky Pete!

Sneaky Pete

Giovanni Ribisi, il nostro scientologo preferito (ok: il mio!) torna a vestire i panni di Marius Josipovic, un ottimo truffatore che uscito di galera assume l’identità dell’ex compagno di cella per sfuggire a un creditore non esattamente rassicurante. E anche perché la famiglia di Pete Murphy gli sta molto simpatica, diciamolo! Pete non vedeva nessuno di loro da quando era bambino ed ha raccontato a Marius tutto sulla sua casa, i suuoi nonni, i suoi cugini… per un truffatore del suo talento impersonarlo è stato un gioco da ragazzi. Anche se le complicazioni ovviamente non sono mancate.

Una cattiva notizia è che Bryan Cranston non c’è più. Era prevedibile, lo so, visto il finale della prima serie. Una buona notizia è che c’è un nuovo cattivo ancor più sopra le righe e pronto a incasinare la vita del nostro (anti)eroe, e ok, non sarà Bryan Cranston, ma John Ales fa un buon lavoro nel risultare inquietante, pericoloso ma allo stesso tempo affascinante come tutti i veri criminali. Avrà imparato tutto sul set de Il Professore Matto?

Sneaky Pete

Chi vorrebbe sostituire? Me? Non fatemi ridere dai…

 

Per il resto tornano praticamente tutti i personaggi della prima stagione e qualche novità interessante. La trama si fa più ambiziosa così come i rischi corsi da tutti i protagonisti, e anche la portata della truffa è più ambiziosa e spettacolare. Un heist movie (o una heist serie!) per potere essere considerato riuscito deve mettere sul tavolo tutte le carte e riuscire allo stesso tempo a nasconderne qualcuna, e questo la seconda stagione di Sneaky Pete lo fa piuttosto bene, direi anche meglio della prima. La sceneggiatura funziona benissimo, e Ribisi (e Ales) a parte nel cast ci sono nomi capaci di reggere alla grande la scena. Su tutti devo citare Margo Martindale, perché insomma… è anche nel cast di Bojack Horseman, qualcosa vorrà pur dire!

Sneaky Pete

Sneaky Pete è una serie che ti prende piano, perché non mette in campo effetti spettacolari, sequenze eccitanti o esperimenti registici. È una serie estremamente classica, e qualche spettatore potrebbe definirla anche fin troppo classica. Ma credo che sia proprio questo uno dei motivi per cui mi piace. In un panorama di proposte che cercano lo shock e l’innovazione è quasi rinfrancante vedere che c’è qualcuno capace di fare un passo indietro e limitarsi a proporre una storia solida, appassionante, che chi se ne intende potrebbe definire character-driven. Ma io non so l’inglese, quindi mi limito a consigliarvela 🙂

Voto: ***

logo

Related posts

Anche i mostri si innamorano!

Anche i mostri si innamorano!

Dunque, ci siamo! È arrivato il giorno dell'uscita ufficiale di Anche i mostri si innamorano, la mia raccolta di racconti edita da Dark Abyss Edizioni. Da oggi potreste acquistare il libro "wherever books are sold", come dicono gli americani; io vi consiglio di prenotarlo nella vostra...

Vincenzo!

Vincenzo!

Cosa sto guardando in questi giorni? Potrei dedicarmi a film con budget di centinaia di milioni, a serie pluripremiate, a pellicole horror importantissime, a recuperi di classici dimenticati... E invece sto guardando una serie coreana. Una serie coreana che parla di un mafioso coreano...

Kebabbari vs Alieni!

Kebabbari vs Alieni!

Alvaro è uno studente universitario. O almeno, tecnicamente potrebbe definirsi tale, ma la verità è che il suo libretto universitario giace pressochè intonso dentro un cassetto, chissà poi quale. Nella grande città ci sono troppe distrazioni per pensare allo studio. Troppe feste, troppe...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.