Dieci serie tv (più una) uscite a Maggio che proprio non dovreste perdervi

Continuo a dirlo ogni mese: se questo 2018 al cinema si sta rivelando di livello davvero buono, purtroppo non si può dire la stessa cosa della tv. Molte serie davvero attese hanno deluso, altre di gran livello sono state cancellate, purtroppo stiamo vivendo una sorta di appiattimento che con la parziale eccezione di alcune produzioni soprattutto su network via cavo o streaming sta mediocrizzando le proposte. Ne usciremo? Chissà… sarà forse argomento per un altro articolo. Intanto vi confesso che ho fatto fatica a completare la composizione di questa top ten (più uno) delle serie tv da guardare uscite a Maggio. Il che non vuol dire che non ci sia roba interessante, eh!

Fuori classifica: TREDICI (seconda stagione)

Tredici

Ok non so perché vi sto dicendo di guardare questa serie. Io non voglio guardare la seconda stagione di Tredici. Alla fine la prima non mi era neanche così dispiaciuta, ma sento proprio che questo inutile sequel non fa per me. Finirò per guardarla lo stesso? Forse. E allora tanto vale che la metta in classifica!

In originale e in Italia: su Netflix

10 – REVERIE

Reverie

Forse ho già parlato di questa serie, che sarebbe dovuta uscire a marzo ma che poi è stata rimandata al 30 Maggio. Parla della vita di una negoziatrice di ostaggi che salva vita all’interno di una simulazione virtuale. O qualcosa del genere, non ho capito bene. Le prime recensioni dicono che fa cacare, quindi fate finta che non sia in classifica, ma in qualche modo dovevo arrivare a dieci!

In originale: su NBC
In Italia: nessuna notizia

09 – COLONY (terza stagione)

Colony

Colony è una serie che ho sempre snobbato, e onestamente non so neppure dirvi perché. Forse perché non amo molto (eufemismo) la protagonista Sarah Wayne Callies… In ogni modo Colony pur nel disinteresse generale è sempre più apprezzato da quei pochi che la guardano, e visto che questa terza stagione pare essere l’ultima potrebbe essere l’occasione di un recupero generale. La storia è ambientata tra qualche anno nel futuro, quando la Terra (e Los Angeles in particolare) sarà occupata da una razza aliena. Stephen King ne ha tessuto le lodi. Le diamo una chance?

In originale: USA Network
In Italia: ancora inedito

08 – A VERY ENGLISH SCANDAL

A Very English Scandal

A Very English Serie TV, visto che questa miniserie in tre parti parla dello scandalo che colpì il leader del Partito Liberale inglese Jeremy Thorpe negli anni 70, accusato di avere tentato di uccidere un uomo che sosteneva di avere avuto una relazione con lui fino a qualche anno prima, quando l’omosessualità era ancora un reato penale. Per rendere il tutto ancora più inglese Thorpe è interpretato da Hugh Grant. Meglio di così!

In originale: su BBC One
In Italia: inedito

07 – UNBREAKABLE KIMMY SCHMIDT (quarta stagione)

Torniamo su territori già battuti, visto che Unbreakable Kimmy Schmidt è stata una delle ultime sitcom che ho visto e apprezzato, soprattutto per il personaggio di Titus che mi faceva sbellicare. Certo, era la prima stagione, siamo arrivati alla quarta e non ho mai avuto davvero voglia di continuare… ma tutto suggerisce che se lo facessi tornerai ad apprezzarla e a farmi più di una risata. Le sitcom servono a questo, no?

In originale e in Italia: su Netflix

06 – ANIMAL KINGDOM (terza stagione)

Animal Kingdom

Ecco un altro esempio di serie che tecnicamente dovrebbe piacermi non poco, ma che ancora non ho trovato la forza di continuare. Animal Kingdom mi ricorda in qualche modo cosine che ho adorato come Sons of Anarchy, con la sua narrazione di una famiglia criminale e le sue atmosfere apparentemente adulte. E Ellen Barkin sembra bravissima nel ruolo della matriarca. La serie tralaltro è una delle pochissime a non perdere ascolti (anzi, il pilot della terza stagione è il più visto di sempre) tra una stagione e l’altra.

In originale: su TNT
In Italia: su Infinity TV e Premium Crime

05 – PICNIC AT HANGING ROCK

Picnic at Hanging Rock

Le cose cominciano a farsi interessanti. Certo si può obiettare che gli australiani siano un tantino fissati con le vicende di Picnic at Hanging Rock, già abbondantemente narrate sia al cinema che in televisione, ma è evidente che la storia sia ormai nella loro cultura. Questa ri-narrazione in sei episodi ha come protagonista il faccino furbetto di Natalie Dormer e nel cast anche altri nomi noti come Samara Weaving (sempre sia lodata) e Yael Stone (la Lorna di Orange is th New Black). Insomma, una produzione di gran livello per la tv australiana, che non nasconde le sue ambizioni internazionali.

In originale: in Australia su Showcase
In italia: nessuna notizia, ma negli USA è stata comprata da Amazon

04 – VIDA

Vida

Il mercato ispano-americano è uno dei pochi in crescita negli USA, e non c’è da sorprendersi che un network come Starz si faccia avanti per tentare di conquistarlo con produzioni come questa. Vida è la storia di due sorelle di origini messicane costrette dalle circostanze a tornare nel quartiere non facile dove sono cresciute. È un po’ una scommessa, ma se a Starz saranno riusciti a conservare il taglio giovane e irriverente di altre loro serie e a ibridarlo con un po’ di anima latina…

In originale: su Starz
In Italia: nessuna notizia

03 – SAFE

Safe

Questo l’ho visto e una recensione è in programma a breve. Per adesso sappiate solo che non sorprende mai, ma è piacevole e ben recitato. Un po’ vecchio stile, ma ci sta.

In originale e in Italia: su Netflix

02 – COBRA KAI

Cobra Kai

È paradossale che la serie di cui più si è parlato questo mese è una produzione di YouTube, disponibile tramite YouTube Red. La partenza è col botto, visto che fa appello con intelligenza a quella generazione di nostalgici che più è disposta a spendere su queste cose. Ha incuriosito molto anche me. Sono un po’ più dubbioso sulla  reali possibilità di successo del network, ma chi vivrà vedrà!

In originale e in Italia: su Youtube

01 – HUMANS (terza stagione)

Humans

Del ritorno di Humans, invece, non ha parlato praticamente nessuno. Ma questa serie sul rapporto tra intelligenze artificiali e futuro dell’uomo resta una delle più intelligenti attualmente in tv. E forse non è un caso che sia inglese, e il remake di un originale svedese…

In originale: su Channel 4
In Italia: su TIM Vision

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva

Le novità più interessanti della settimana televisiva

Come promesso, la rubrica sulle novità televisive diventa settimanale. È stata un'altra settimana ricchissima di novità e ritorni, molti dei quali davvero succulenti... vogliamo iniziare? A volte ritornano Cosa è successo a Arrow? È finito in galera? Personalmente non ne ho la...

Chaveyo – di Luigi Iapichino e Moreno Pavanello

Chaveyo - di Luigi Iapichino e Moreno Pavanello

I kachina sono gli spiriti della tradizione della tribù indiana degli Hopi. Sono come delle rappresentazioni dei fenomeni naturali e non, possono simboleggiare il sole, le stelle, la pioggia, il cielo, ma anche un antenato degno di reverenza, un sentimento, un luogo. Come gli dei...

The Handmaid’s Tale – stagione due

The Handmaid's Tale - stagione due

Ma quante critiche ha ricevuto la seconda stagione di The Handmaid's Tale? La prima per me era stata forse la serie dell'anno, e i riconoscimenti ottenuti stanno a dimostrare che non sono stato il solo a pensarla così. Emmy, Golden Globe, Critics Choice Awards... Viene da pensare che la...

14 Comments

  1. Cassidy 31 May 2018
    Rispondi

    Concordo in pieno, è un’annata in cui abbiamo più roba sfiziosa al cinema che in televisione, era un po’ che non accadeva. Ho il post sulla seconda stagione di “Tredici” in canna non mi era piaciuta troppo la prima stagione ma a confronto della seconda è oro! In compenso tra le altre cose sto guardando “Safe”, sembrava sfiziosa.

    Tantissimi auguri, una nuova versione di “Picnic at Hanging Rock” dovrà vedersela con il filmone di Peter Weir, auguri, tanti tanti auguri 😉 Cheers

    • michele 4 June 2018
      Rispondi

      Attendo la tua recensione coi popcorn in mano 😀 Io sto ancora meditando se guardarla o meno

  2. Il Moro 31 May 2018
    Rispondi

    Di Colony ho visto la prima stagione, non era niente male, ma la seconda ce l’ho lì e viene sempre superata da qualcos’altro.
    Di Humans ho visto l’originale svedese e mi è piaciuta parecchio.

    • michele 4 June 2018
      Rispondi

      Niente male anche l’originale svedese in effetti!

  3. mikimoz 31 May 2018
    Rispondi

    Ho visto solo Cobra Kai e sono assolutamente soddisfatto: un sequel degno, che finalmente non tradisce il passato anzi lo esalta 🙂
    Mi intriga la serie con Dexter, ma tanto ne parlerai e leggerò.
    Anche Animal Kingdom… mentre le altre non mi dicono molto.

    Moz-

    • michele 4 June 2018
      Rispondi

      Prima o poi mi guardo anche Cobra Kai… magari prima mi faccio un ripasso del film 😀

  4. fperale 31 May 2018
    Rispondi

    Io di Human abbiamo visto la prima stagione e ci era piaciuta parecchio 🙂 Mi sa che devo recuperare le altre due stagioni, tanto sono quelle serie che non hanno tante puntate (per fortuna)

    • michele 4 June 2018
      Rispondi

      Sì, si guarda velocemente… e la seconda stagione è davvero ottima!

  5. pirkaf76 31 May 2018
    Rispondi

    Io la seconda di Tredici la sto vedendo, ma concettualmente la trovo assurda.
    Sono dannatamente lento, ma Cobra Kai ed Humans le recupero sicuro.

  6. Pietro Sabatelli 2 June 2018
    Rispondi

    Mi attira solo Cobra Kai, ma degli altri sinceramente nessuna, forse Humans ma 3 stagioni non sono poche..

    • michele 4 June 2018
      Rispondi

      Non sono neppure tantissime, una serie “normale” da 23 episodi occupa molto più tempo 😉

  7. Emanuele 3 June 2018
    Rispondi

    Colony lo sto aspettando in italiano da troppo tempo e francamente inizio ad essere stanco, amo sia il genere che il buon vecchio Sawyer ma che palle ‘sta attesa!
    Animal Kingdom ha ricordato anche me Sons Anarchy (mannaggia la miseria sono fermo alla sesta stagione da un anno, da quando ho tolto Netflix e non ho voglia di scaricarmela) ma mi baso solo sull’immagine che hai messo, non ho mai visto una sola scena.
    A Safe potrei dare una possibilità solo per il protagonista ma devo ancora concludere l’ultima stagione di Dexter, che però dopo aver visto i primi episodi mi ha stufato e non sono riuscito ad andare avanti.

    • michele 4 June 2018
      Rispondi

      Per me, salvo sorprese da parte di Netflix, ormai in italiano non arriva più. Safe è caruccio e si divora in fretta, anche se non è niente di trascendantale. Sulle ultime stagioni di Dexter invece… mamma mia, io mi sono fermato molto prima di te 😀

Rispondi