Dragonero 62 e Dragonero Speciale 5

Stavate aspettando la Battaglia? Battaglia con la maiuscola, perché ogni saga epica che si rispetti ha bisogno di una conclusione appropriata. Ai Campi del Pelennor o al Fosso di Helm, alle Acque Nere o alla Barriera, eroi si scontrano con i loro acerrimi nemici, sacrifici portano a nuove speranze, il clangore delle armi si fa assordante, ci sono pianti, urla, risa, sorprese… E niente è più come prima! Il momento è arrivato anche per Dragonero, con l’atteso numero 62!

Dragonero 62

La sceneggiatura di Stefano Vietti ha come titolo Il Giorno degli Eroi, sicuramente indicativo (come la bella copertina di Giuseppe Matteoni) di ciò che andremo a leggere in queste pagine. L’esercito delle Regine Nere e quello dell’Impero con i suoi alleati si scontrano nella Piana dei Ciclopi. Questa sfida che prima sembrava impossibile comincia a lasciare qualche speranza di vittoria, visto che l’organizzazione del fronte è curata nel minimo dettaglio. Ma anche le Regine Nere hanno i loro assi nella manica… e per riuscire a trionfare servirà probabilmente qualcosa di più.

I disegni di Gianluca Pagliarani e Simone Paoloni sono davvero belli. Le splash page delle prime pagine danno fin da subito un’idea della posta in gioco, e le tavole successive sono sempre all’altezza. Epiche, drammatiche, coinvolgenti, ricche di dettagli… Dragonero è ormai da anni il fantasy al suo meglio, e continua a dimostrare di avere tantissimo da dire. Il Giorno degli Eroi è un crescendo emotivo all’altezza della sua lunga preparazione, vengono tirate le fila della trama e tutto va al suo posto. E non mancano momenti di forte tensione, per i protagonisti e per il lettore, al quale non viene risparmiato nulla…

Come tutte le grandi battaglie fantasy, anche quella della Piana dei Ciclopi ha i suoi retroscena. Uno, che avrà una importanza fondamentale sul finale e probabilmente oltre, è quello narrato nel quinto speciale a colori “La Muraglia dei Troll”. In questa altra storia, sempre scritta da Vietti ma disegnata dal bravo Gianluca Gugliotta, che da un’interpretazione quasi “tronodispadiana” dell’universo di Dragonero, torniamo un po’ indietro, con i nostri Ian, Gmor e Sera chiamati a indagare sulla comparsa di un gran numero di troll nel nevoso regno di Raghnar.

Dragonero Speciale 5

Anche qui ci troviamo di fronte a un ottimo volume, ben scritto e disegnato… ma ormai se siete lettori del Cumbrugliume saprete come ritengo Dragonero di gran lunga la miglior serie Bonelli in edicola. Questo mese ne abbiamo un’ulteriore conferma, con altri tasselli che vanno a completare un universo narrativo sempre più vasto e ricco, ma sempre coerente. Uno dei migliori mondi fantasy immaginati negli ultimi anni! Non vedo l’ora di leggere la conclusione della battaglia, tra un paio di settimane!

 

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 17/06/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 17/06/2019

Rieccoci con l'appuntamento settimanale con le serie tv! Malgrado l'estate sia già qui le novità continuano a fioccare, con almeno un paio di esse a prima vista imperdibili. Volete sapere quali sono? E allora continuate a leggere, no? Novità succulente Cominciamo con...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 10/06/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 10/06/2019

La rubrica si sposta (spero definitivamente) al lunedì. Negli ultimi giorni non sono mancate novità interessanti, giunte a movimentare un periodo assai sonnacchioso: eccole qua! Novità succulente Qualcuno lo potrebbe definire un dono, altri una maledizione... Cassie sa...

L’Italia che scrive – i consigli di giugno 2019

L'Italia che scrive - i consigli di giugno 2019

Da bravo (si fa per dire) autore dilettante di genere sto cercando sempre più di dare il buon esempio leggendo più storie possibile di autori italiani, sia autopubblicati che in uscita per case editrici. Rimarreste sorpresi se scopriste quanto talento e quante buone idee nascono ogni mese...

5 Comments

  1. Arcangelo 24 July 2018
    Rispondi

    Non l’ho mai letto ma ne sento sempre un gran bene, certo da chi non è impegnato a dire quanto faccia schifo la bonelli negli ultimi anni. Ma ha una storia che si porta avanti o è il classico bonelli con volumetti autoconclusivi. Per intenderci è più alla Dylan Dog o alla Orfani?

    • michele 24 July 2018
      Rispondi

      Io ormai ho tagliato gran parte degli acquisti Bonelli, e ora prendo solo Dylan Dog (anche per affetto), Dragonero e la nuova Deadwood Dick… tutta roba con la D! E qualche numero de Le Storie, ok, lo confesso. Dragonero ha una trama che continua, anche se in molti volumi ci sono storie autoconclusive. Probabilmente tra un paio di numeri, alla conclusione di questa saga delle Regine Nere, arriveremo a un buon momento perché i nuovi lettori come te possano cominciarla. In ogni caso se sei appassionato di fantasy ti consiglio di provare a recuperare gli arretrati, in giro si trovano anche a meno di 2€!

  2. danidelucia 25 July 2018
    Rispondi

    Avessi spazio in casa e più materia prima da barattare con fumetti (:D) comincerei subito questa serie perché mi ispira parecchio e sto leggendo tante recensioni positive. Ebbbbrava la Bonelli! Quella doppia splash page è stupenda, chissà se almeno nella larga cerchia di appassionati di fantasy questa serie vende parecchio, se lo meriterebbe.

    • michele 26 July 2018
      Rispondi

      Non so quanto vende! Di voci in giro se ne sentono tante, ma il fatto che abbiano lanciato ben due testate parallele (Dragonero Adventures per ragazzi e Senzanima per un pubblico più maturo) fa pensare che siano soddisfatti…

  3. Johnny Cornerhouse 27 July 2018
    Rispondi

    A me piacerebbe tanto leggerlo, ma recuperare 60 numeri mi scoraggiano parecchio!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.