Dieci serie tv (più una) uscite ad Agosto che proprio non dovreste perdervi

Ebbene sì, c’è vita anche ad Agosto… almeno televisivamente parlando. Ecco dieci serie (più una) uscite nel corso del mese che forse tra un bagnetto e l’altro vi sono sfuggite, ma che non dovreste perdervi!

Fuori classifica: Better Call Saul (stagione 4) 


Fuori classifica perché… devo confessare che non è mai scoccata la scintilla tra me e Better Call Saul. Però la serie ha tantissimi estimatori, e qualcuno addirittura sostiene che sia migliore di Breaking Bad! Pazzi? Forse, ma la segnalazione è d’obbligo, visto che la quarta stagione promette di fare faville.

In originale: negli USA su AMC
In Italia: su Netflix

10- The Sinner (stagione 2) 

La prima stagione era finita tra le (prime) tre iniziate e mai portate a termine, ma The Sinner è una antologica e quest’anno c’è un nuovo caso da risolvere… e ho già letto recensioni che la definiscono meglio della prima, che era retta soprattutto dalla splendida Jessica Biel. Non so se la guarderò mai, ma di sicuro sono curioso…

In originale: su USA Network
In italia: su Mediaset Premium

09 – Tom Clancy’s Jack Ryan

Una intellectual property come quella di Jack Ryan e dei romanzi di Tom Clancy non va sottovalutata… le produzioni di Amazon sono di qualità altalenante, ma negli anni si sono dimostrate anche capaci di stupire. Qui abbiamo uno sforzo produttivo notevole (trailer lanciato durante il Superbowl, tra le altre cose) e un cast interessante. Potrebbe rivelarsi una sorpresona!

In originale e in Italia: su Amazon Prime Video

08 – Mr. Mercedes (stagione 2)  

Tra i romanzi più recenti di Stephen King Mr. Mercedes è stato uno di quelli che ho più apprezzato. Perché allora non ho guardato questa serie? Non lo so proprio… tralaltro ho visto la prima puntata e mi era anche piaciuta! In attesa di recuperarla, do fiducia alla serie e piazzo la seconda stagione all’ottavo posto! Tiè!

In originale: negli USA su Audience Network
In Italia: inedita

07 – Paradise PD 

La formula per la serie di animazione per adulti pare ormai testata, e persino stucchevole. Qualche personaggio fuori di testa, volgarità assortite, se possibile un paio di animali antropomorfi… il gioco è fatto. Paradise P.D. (che a dire il vero esce DOMANI!) però ha qualcosa in più a ispirarmi, visto che è stata creata da uno degli autori dell’esilarante Brickleberry, e le somiglianze si vedono eccome!

In originale e in Italia: su Netflix

06 – The Innocents

The Innocents

Quante riletture di Romeo e Giulietta sono state fatte? The Innocents, stringi stringi, è l’ultima della serie. Un amore contrastato tra due ragazzi inglesi… lui a dire il vero non avrebbe neppure troppi problemi, ma a quanto pare la famiglia di lei nasconde diversi segreti. Teen romance sovrannaturale piuttosto ben fatto. Niente di rivoluzionario, ma non dubito che troverà molti fan.

In originale e in Italia: su Netflix

05 – Ghoul 

La scommessa del mese è questo Ghoul, miniserie horror in tre puntate, indiana ma prodotta dalla Blumhouse. E sappiamo che la Blumhouse difficilmente sbaglia. L’unico mio dubbio è capire quanto sia adattabile a un pubblico occidentale. Ma tra qualche giorno vi farò sapere!

In originale e in Italia: su Netflix

04 – One Dollar 

Un’altra novità molto intrigante. Una banconota da un dollaro passa di mano in mano nell’America post-depressione, legando le vite di coloro con cui entra in contatto. Le loro storie andranno a formare un puzzle che svelerà i segreti e i misteri della piccola cittadina industriale dove abitano… Potenzialmente c’è tanto da dire.

In originale: negli USA su CBS All Access
In Italia: inedita

03 – Disincanto 

Possiamo dire che ci si aspettava molto di più. Personalmente ero convinto che sarebbe finita al primo posto; il ritorno di Matt Groening alle prese con luoghi comuni e assurdità del fantasy aveva potenzialità esilaranti, ma alla fine si arriva con qualhe sbadiglio e un po’ di fatica. Disincanto ha comunque qualche freccia al proprio arco, e giova ricordare che le prime stagioni dei Simpson erano inguardabili, e l’inizio di Futurama non era così sconvolgente. In tempi di binge-watching però qualcosa manca…

In originale e in Italia: su Netflix

02 – Ozark (stagione 2) 

Per molti Ozark è una specie di Breaking Bad in piccolissimo, e la serie non ha fatto parlare molto di sé… ma le disavventure della famiglia Byrde sono riuscite ad appassionarmi, grazie anche a un ottimo Jason Bateman come intensissimo protagonista. Vi consiglio di provarla, vi saprà sorprendere… Forse.

In originale e in Italia: su Netflix

01 – Lodge 49 

Assolutamente a sorpresa, la serie del mese salta fuori da questa produzione estiva di AMC in qualche modo ispirata a un romanzo di Thomas Pynchon, la storia di un ex surfista che vive di espedienti e che finisce per unirsi a una loggia, spinto dal destino. Inevitabile accostarla al mio adorato (e anch’esso incompreso) John From Cincinnati… Surreale, allucinata, sempre con la sensazione che sotto la superficie si nasconda qualcosa di grosso. Da vedere!

In originale: su AMC
In Italia: su Amazon Prime Video

E voi quali serie guarderete, o quali avete visto? Fatemelo sapere nei commenti!

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 16/09/2019

Rieccoci qui col consueto appuntamento del lunedì col Cumbrugliume, per scoprire tutte le novità più interessanti (e non) che potreste cominciare a guardare questa settimana! Novità succulente Per l'unica novità della settimana nei network tradizionali dovete volare in...

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

Novità succulente Questa settimana viva l'Inghilterra! Cominciamo con una nuova serie del network ITV, che ha come protagonista Martin Freeman. Ok, sono molto interessato! A Confession racconta la storia vera dell'omicidio di Sian O'Callaghan, con il protagonista - detective...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 02/09/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 02/09/2019

Novità succulente A volte il nome giusto conta moltissimo: ecco perché sono stato immediatamente attratto da On Becoming a God in Central Florida, nuova serie su Showtime con Kirsten Dunst. La protagonista è una lavoratrice a salario minimo che progetta nel dettaglio la sua...

2 Comments

  1. Pietro Sabatelli 2 September 2018
    Rispondi

    Non ne conosco nessuna e comunque solo su alcune hai la mia attenzione, sopratutto Ghoul, ma non ci scommetterei granché..

    • michele 2 September 2018
      Rispondi

      Ti consiglio assolutamente almeno la prima, la sto finendo in questi giorni ed è un piccolo capolavoro!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.