Dieci film (più uno) da guardare nelle sale a settembre 2018

L’estate sta finendo, e l’autunno in arrivo porterà tutta una nuova stagione di blockbuster, film di richiamo che si prevede spopoleranno al botteghino. Settembre però pare ancora un mese di passaggio, ricco di film in uscita ma senza grossi titoloni ad accaparrarsi la maggior parte delle attenzioni. Non è necessariamente un male, visto che sono comunque tante le produzioni interessanti. Eccovi dieci (più uno) esempi!

Fuori classifica: SLENDER MAN (dal 6 settembre)

Quello dello Slender Man è probabilmente il più recente esempio di nascita di un mito orrorifico. Nato in un forum pochi anni fa, ha subito solleticato l’immaginario degli appassionati, che l’hanno reso protagonista di storie, cortometraggi, videogiochi, probabilmente ben oltre le più rosee speranze del maestro elementare Eric Knudsen, che l’aveva creato con photoshop pubblicandolo con il suo nickname Victor Surge. Non poteva non arrivare anche il momento del film. Lo Slender Man è una figura iconograficamente potente, quindi l’interesse è garantito. Anche se dal trailer sembra un po’ una stronzatella. Ma non si sa mai!

10 – THE NUN – LA VOCAZIONE DEL MALE (dal 20 Settembre)

Da una cazzatella all’altra… The Nun è il nuovo spinoff della saga di The Conjuring (che prima o poi dovrei decidermi a guardare seriamente), e porta all’attenzione del pubblico il personaggio della suora già vista in The Conjuring 2. L’idea di creare un mondo horror così interconnesso è interessante e i risultati al botteghino stanno pagando. Qui c’è anche Taissa Farmiga che è brava e ormai è divenuta pure lei una specialista dell’horror.

 

09 – LA PROFEZIA DELL’ARMADILLO (dal 13 Settembre)

Io spero davvero che questo film si riveli imperdibile, lo spero con tutto il cuore. Perché il fumetto di Zerocalcare è splendido, perché l’autore romano (ma aretino di nascita!) sa toccare con leggerezza temi importanti rimanendo sempre esilarante, perché potrebbe aprire la strada per altri progetti di questo tipo. Incrocio le dita… perché il trailer mi fa sentire puzza di delusione. Puzza di progetto troppo piccolo, non all’altezza di un bestseller da 18 ristampe e oltre centomila copia vendute. Continuo a incrociare!

08 – DARK CRIMES (dal 6 Settembre)

Quella dell’omicidio con modalità identiche in tutto e per tutto a quelle descritte in un romanzo è una storia talmente inflazionata da apparire poco credibile… eppure pare sia successo veramente, qualche anno fa in Polonia. Il giornalista David Grann ne scrisse sul New Yorker, e l’inchiesta venne raccolta in un libro divenuto (almeno in Polonia!) un bestseller. Ecco il film, e il protagonista è nientemeno che Jim Carrey, in un ruolo iperdrammatico. Il regista è Alexandros Avranas, già Leone d’Argento a Venezia qualche anno fa con il durissimo Miss Violence… insomma, promette bene, no? Il fatto è che l’anteprima di questo film è avvenuta addirittura due anni fa, e in tutto questo tempo la pellicola è rimasta in un imbarazzato stand-by. All’uscita americana (prima dell’estate) i critici l’hanno accolto con pernacchie, e su Rotten Tomatoes ha un rarissimo 0%!

Insomma, mi è venuta voglia di guardarlo per capire come fa a fare così schifo.

07 – GOTTI – IL PRIMO PADRINO (dal 13 Settembre)

Un ricordo vivissimo della mia adolescenza è rappresentato dalla canzone “The King of New York” dei Fun Lovin’ Criminals, che cantavano “Free John Gotti”. Non sapevo chi diavolo fosse, John Gotti, e ai tempi non esisteva Wikipedia, quindi dovetti aspettare qualche anno per vedere soddisfatta la mia curiosità. Il re di New York è stato uno degli ultimi padrini della mafia a far davvero parlare di sé, con un atteggiamento di strafottenza che ha colpito molto… soprattutto il mondo del rap, a quanto pare. Era già stato interpretato da Armand Assante in un film HBO del 1996 e ora… tocca a John Travolta!

Gotti è un altro film a godere del raro privilegio di uno 0% su Rotten Tomatoes… ebbene sì, questo mese ce ne toccano due! Dopo una produzione travagliata e una storia lunghissima è stato un annunciato flop a botteghini, e la cosa più curiosa è che il quadro che pare delineare è quello di un John buon padre di famiglia, con un figlio perseguitato dalla giustizia. Ho un sospetto: non è che il film è stato finanziato dalla mafia? Insomma, va visto pure questo…

06 – UN AFFARE DI FAMIGLIA (dal 13 Settembre)

Facciamoci seri per un attimo, perché dallo 0% su Rotten Tomatoes dei due film precedenti passiamo ora a un altrettanto rotondo 100%! Chissà perché i distributori italiani hanno deciso di rinominare Shoplifters in questo modo. Non è neppure un film passato inosservato, visto che è stato candidato agli Oscar come miglior film straniero ed ha vinto la Palma d’Oro a Cannes. Forse hanno voluto fare una sintesi con il titolo originale, Manbiki Kazoku, che vuol dire più o meno “taccheggiatori di famiglia”. Il mio giapponese è sorprendente. È una storia drammatica di una famiglia dedita a piccoli furti nei supermercati che accoglie in casa una bambina maltrattata dai genitori. Molti di coloro che l’hanno visto dicono che sia un film che ti segna… Facciamoci segnare in positivo, per una volta!

05 – GLI INCREDIBILI 2 (dal 19 Settembre)

Il primo Gli Incredibili era di gran lunga il miglior film sui Fantastici 4… possiamo aspettarci qualcosa di meno? Il ventesimo film Pixar è stato un altro megasuccesso negli USA, dove ha incassato circa 600 milioni di dollari riscuotendo consensi un po’ ovunque. No, niente 100% stavolta (so che ci speravate), ma siamo comunque a un notevole 94%! È un seguito diretto del primo film, e parte esattamente dalla sua ultima scena. Bella cosa non dovere avere a che fare con attori che invecchiano, eh? Tornano quindi Mr. Incredibile, Elastigirl, Violetta, Flash, Edna Mode e tutti quanti. Il primo film rimaneva impresso anche per un notevole doppiaggio, e qui speriamo di rimanere colpiti allo stesso modo. Oltre a Amanda Lear sono stati coinvolti anche Ambra Angiolini, Bebe Vio, Isabella Rossellini, Tiberio Timperi…

04 – SULLA MIA PELLE (dal 12 Settembre)

Ha fatto infuriare gli agenti di polizia, provocato polemiche politiche a non finire, fatto piangere un sacco di persone a Venezia… che per una volta Netflix abbia azzeccato un film giusto? Sulla mia pelle (ovvero la storia dell’ultima settimana di vita di Stefano Cucchi) è un esperimento interessante di film che uscirà contemporamente al cinema e sulla piattaforma di streaming più famosa che ci sia. Un film importante e provocatorio… da guardare con estrema attenzione.

03 – REVENGE (dal 6 Settembre)

Praticamente ogni blogger di cinema che si rispetti ha già visto e recensito questo film. Ma io non sono così rispettabile! Comunque, ne parlano tutti benissimo, un rape and revenge coi controcoglioni, durissimo e pieno di pathos. Un’opera prima tutta al femminile e femminista, che promette benissimo per il futuro della regista…

02 – BLACKKKLANSMAN (dal 27 Settembre)

L’incredibile storia di un poliziotto afroamericano che riesce a infiltrarsi nel Ku Klux Klan sembrava scritta apposta per uno com Spike Lee, un regista che ha vissuto fasi di alti e bassi ma ora pare rigenerato. Alla produzione il Jordan Peele di Get Out sembra essere riuscito a dare almeno parzialmente il proprio contributo. BlacKkKlansman è una satira che nell’America trumpiana ha colpito molto… e non è che noi siamo messi molto meglio.

Anzi.

01 – L’UOMO CHE UCCISE DON CHISCIOTTE (dal 27 Settembre)

Dopo aver letto tutti gli articoli dello speciale Terry Gilliam de La Bara Volante era impossibile scegliere un film diverso al primo posto. L’unico membro americano (ma ormai inglese in tutto e per tutto, avendo rinunciato alla cittadinanza) dei Monty Python è un maestro del cinema la cui arte meriterebbe di essere più universalmente apprezzata. Sappiamo che portare a termine il Don Chisciotte era un suo sogno per il quale si erano quasi perse le speranze… alla fine è uscito qualcosa di diverso da quanto probabilmente anche lui si aspettava, ma va bene così. Sono sicuro che lo amerò.

Related posts

Slowly e il ritorno della lentezza

Slowly e il ritorno della lentezza

La memoria del mio vecchio telefonino a pedali era costantemente piena, così per anni ho badato all'ottimizzazione dello spazio e delle risorse: Telegram, Whatsapp, Facebook, Amazon, Netflix e poco più. Poi per colpa di un passero maledetto che mi è entrato in auto mentre guidavo rischiando...

StartUp – Stagione 2

StartUp - Stagione 2

Mi ero davvero divertito a guardare la prima stagione di StartUp. Mi aveva invogliato la presenza dell'ottimo Martin Freeman, ma alla fine erano stati gli altri personaggi ad appassionarmi, e al netto di qualche difetto la serie si era rivelata un intrattenimento piacevole e intelligente...

Layer Cake: Craig prima di Bond

Layer Cake: Craig prima di Bond

Ultimamente sto guardando Amazon Prime Video anche più di Netflix. Probabilmente presto le cose cambieranno (sono uscite le nuove stagioni di Ozark, American Vandal e Bojack Horseman!), ma l'offerta di film di Amazon mi ha sorpreso più di una volta, così quando ho visto spuntare tra i...

14 Comments

  1. fperale 19 days ago
    Rispondi

    Vorremmo vedere Gli incredibili 2..Della profezia dell’armadillo sono molto timoroso anch’io.. :/

    • michele 17 days ago
      Rispondi

      Comunque credo proprio che finirò per guardarlo!

  2. Cassidy 19 days ago
    Rispondi

    Su “Slender man” e “The Nun” non potrei essere più d’accordo, passiamo a cose più succose, speriamo bene per “La profezia dell’armadillo”, non sono molto convinto però credo proprio che se qualcosa funziona in un fumetto, spesso dovrebbe restare tra le vignette. “Dark Crimes” mi sfizia, enorme gioia per “Revenge” quel film merita di uscire in sala, è una bomba. Sono gasato per il nuovo Spike Lee, perché il regista Newyorkese ne sbaglia tanti, ma quando lì azzecca vengono fuori cosette clamorose (“Inside Man” o “La 25a ora”) visto il tema, spero sia uno di quei film che ha diretto scendendo con il piede giusto dal letto.

    Ti ringrazio per la citazione, mille grazie! Ancora non ci credo, e considerando che la sfiga ci vede non bene ma benissimo, finché non sarà in sala non ci crederò, il Don Chisciotte di Gilliam è qualcosa di speciale solo per il fatto di esistere 😉 Cheers!

    • michele 17 days ago
      Rispondi

      Ho la sensazione che Revenge finirà per essere il film che avrò apprezzato di più questo mese, ma come si fa a non gioire per Gilliam?

  3. danidelucia 19 days ago
    Rispondi

    Il trailer della Profezia dell’Armadillo non mi è andato proprio giù: magari poi il film è diverso, ma per ora non ho grandi aspettative. Degli Incredibili 2 ho cercato di non leggere nessun’anteprima o articoli vari per non rovinarmi la sorpresa 😀

    • michele 17 days ago
      Rispondi

      PEr citare Boris, sembra un film molto italiano!

  4. Il Moro 19 days ago
    Rispondi

    Anch’io sono già sicuro che amerò Don Chisciotte, speriamo bene. Degli altri della lista in realtà non mi interessa più o meno niente… Anche gli Incredibili 2, che dal trailer sembra l’ennesima storia dove la madre lavora e il padre di rivela totalmente incapace di badare alla famiglia. I maschi americani devono essere veramente dei rimbambiti cronici, o gli piace essere dipinti così.

    • michele 17 days ago
      Rispondi

      Ho letto un interessante articolo qualche tempo fa sul modo in cui uomini e donne vengono presentati nel cinema ma soprattutto nella tv americana… una indagine più approfondita sarebbe interessante. La risposta che davano al tuo interrogativo è PUBBLICITA’! Non che ci sia da stupirsi..

  5. mikimoz 19 days ago
    Rispondi

    Ce ne sono un sacco a questa tornata: gli horror li salterei, però Travolta, Cucchi, Revenge meritano per me.
    Gli Incredibili 2 lo vedrò in onore di un amico con cui vidi il primo, al cinema, anni fa.
    L’Armadillo in effetti è qualcosa di particolare, chissà come sarà…

    Moz-

    • michele 17 days ago
      Rispondi

      Di Travolta parlano tutti talmente male da farmelo attendere con grande curiosità… poi i film sulla mafia hanno sempre quel qualcosa che mi spinge alla visione

  6. Pietro Sabatelli 19 days ago
    Rispondi

    Don Chisciotte sinceramente mi ispira poco, mentre tra gli altri quelli che mi interessano di più sono Slender Man e Revenge, non dimenticando Spike Lee 😉

    • michele 17 days ago
      Rispondi

      Diamo fiducia a Gilliam, che dopo tutto questo tempo se l’è meritata!!!

  7. Vincenzo 19 days ago
    Rispondi

    Si ricomincia a fare sul serio, anche se agosto è andato tutt’altro che male per le sale in Italia (nonostante molte di esse fossero chiuse)

    • michele 17 days ago
      Rispondi

      In effetti ho visto i cinema sempre piuttosto pieni. Un paio di uscite discrete hanno sicuramente aiutato!

Rispondi