Le novità televisive più interessanti dell’inizio del 2019

Il 2018 è finito senza grossi botti, in un’annata televisivamente piuttosto fiacca rispetto alle precedenti. Cambieranno le cose nel 2019? In attesa di ricominciare (presto, ve lo prometto!) con la regolare programmazione del blog, e di introdurre alcune novità, eccovi tutte le migliori novità di questo inizio anno!

A volte ritornano

Luther

Su BBC One è tornata il 1 Gennaio Luther, 4 episodi ancora con Idris Elba come protagonista. Varrebbe forse la pena di guardarla anche solo per lui, plurinominato agli Emmy Awards. In Italia è su Netflix! Seconda stagione per la sitcom di FreeForm Grown-ish (inedita in Italia), spinoff di Black-Ish incentrato sulla figlia che se ne va al college. Quinta e ultima stagione per Gotham (dal 3 Gennaio), la serie sulla città di Batman prima di Batman, che nonostante un sacco di personaggi interessanti non è mai riuscita davvero a ingranare. Lo stesso giorno è ricominciata la ben più interessante Blacklist (su NBC, in italiano su Fox Crime), con l’ottimo James Spader criminale che si consegna all’FBI e collabora con loro. Ovviamente con fini diversi dalla  redenzion. Nuove stagioni anche per la sitcom inglese Catastrophe (dall’8 su Channel 4) e per le americane I’m Sorry (seconda stagione su TruTV), arrivata anche in Italia su Tim Vision, You’re the Worst (stagione finale dal 9 su FX) e Brooklyn 99, che era cominciata alla grande ma ora, arrivata alla sesta serie, mi ha decisamente stancato. Quinta stagione anche per la serie dal mio titolo preferito: la canadese Schitt’s Creek! No, non mi sono mai azzardato ad andare oltre al titolo.

Animo! Animo!

Pinky Malinky

Pinky Malinky (dal 1 Gennaio su Netflix) è la storia di un hot dog antropomorfo e del suo tentativo di scalare i gradini della società. Lo giuro! Si tratta di una vecchia coproduzione con Nickelodeon annunciata e rimandata più volte… finalmente ce l’abbiamo fatta, in esclusiva Netflix! Pare che sia già stata confermata una seconda stagione.

Novità succulente

Manhunt

Se siete lettori del mio blog da molto tempo, saprete quanto ami le miniserie gialle inglesi. Semplicemente hanno qualcosa in più delle altre: attori di grande livello, focus sulla trama, il coraggio di osare e di spingersi oltre. Per questo sono felice di avere appena scoperto Manhunt (3 episodi dal 6 all’8 Gennaio su ITV), sulla vera caccia all’uomo per un serial killer inglese scoperto dopo l’omicidio di una studentessa francese a Londra. Sulla canadese CBC è cominciato il giallo tratto dai romanzi di M.R. Hall Coroner, su una vedova che indaga su dei misteriosi delitti. La Signora in Giallo 2019? NBC ha acquistato i diritti di pubblicazione in tutto il mondo, quindi non dovrebbe essere così male. Se vi è piaciuta The Fosters (mai guardata) sarete felici di scoprire che è appena cominciato anche lo spinoff Good Trouble. Spinoff (cosa è, la moda del momento?) anche per The Goldbergs… Schooled riporta alcuni personaggi agli anni ’90!

Netflix / Amazon Prime / Hulu…

Torna Una Serie di Sfortunati Eventi (dal 1 Gennaio la terza stagione), una delle serie Netflix che più attendevo e che più mi hanno deluso. Per me è una noia mortale, ma so che ha conquistato qualche fan. Fa il suo esordio oggi su Netflix Sex Education, comedy inglese con Gillian Anderson, Asa Butterfield e James Purefoy, su un giovane imbranato e vergine che vive con la madre terapista sessuale. Speriamo ci insegni qualcosa! Su Hulu invece ricomincia una delle mie scoperte casuali più intriganti degli ultimi anni: la folle Future Man… Questa la guardo di sicuro!

La serie della settimana

Project Blue Book

Se devo scegliere una sola novità da seguire penso proprio che la più intrigante della settimana sia Project Blue Book, appena cominciata (l’8 Gennaio) su History Channel. La serie è ispirata al vero progetto Blue Book, lo studio sistematico sugli oggetti volanti non identificati condotto dall’aeronautica militare americana tra gli anni 50 e 60. Nel cast Aidan Gillen, Ksenia Solo e Michael Malarkey, mentre tra i produttori esecutivi spicca il nome di Robert Zemeckis. Le reazioni al primo episodio sono tiepide, ma le potenzialità non mancano!

Intanto in Italia…

Su Rai 1 è cominciata La Compagnia del Cigno, su uno studente di Amatrice che va a fare il conservatorio a Milano (mentre gli immikrati sono negli ohtel!!!!1!), e la quinta stagione di Che Dio ci Aiuti, che credo sia la cosa peggiore che abbia mai avuto la sfortuna di vedere in televisione. Che Dio ci aiuti davvero!

 

 

Related posts

Italian way of Cooking, di Marco Cardone

Italian way of Cooking, di Marco Cardone

Dal titolo potreste forse pensare che Marco Cardone sia uno dei passati vincitori di Masterchef, e che questo sia il suo primo libro di cucina. Non fatevi ingannare! Italian way of cooking è un romanzo, e anche se nelle ultime pagine del volume troverete davvero delle ricette, queste sono molto...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 19/01/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 19/01/2019

Rieccoci con l'ormai classico articolo sulle novità televisive della settimana. La metà di Gennaio ci ha portato alcune serie attesissime e qualche sorpresa... oltre a dei ritorni intriganti. Vediamo insieme il tutto! Novità succulente Vogliamo parlare di una serie ambiziosa? The Passage (su...

Bird Box e l’umanità che non si salva

Bird Box e l'umanità che non si salva

Nel paese dei ciechi anche un orbo è re   No, scusate, ho scelto la citazione sbagliata. Nel paese di Bird Box è proprio il cieco ad essere re! Ma andiamo con ordine. Proprio alla fine del 2018 è uscito su Netflix Bird Box, pellicola che non ha ricevuto inizialmente grosso hype ma...

2 Comments

  1. fperale 10 days ago
    Rispondi

    Vorrei tanto vedere la quinta di Luther, con il ritorno di Alice Morgan..ho letto su diversi blog che alcuni l’hanno già vista anche in Italia, vorrei tanto sapere dove e come 😀

  2. Pietro 9 days ago
    Rispondi

    Ah bene, The Blacklist 😉

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.