Francesco Filippi – Mussolini ha fatto anche cose buone

In un Italia ideale non ci dovrebbe essere bisogno di questo libro. In un Italia ideale avremmo avuto dopo la seconda guerra mondiale il nostro bel processo di Norimberga, i criminali fascisti sarebbero stati estradati e processati, il nostro paese avrebbe fatto i conti con le sue colpe e con il suo passato e oggi nessuno rimpiangerebbe Mussolini, ne parlerebbe come di uno che amava gli italiani e spargerebbe bufale sul suo conto.

Purtroppo, sappiamo tutti che non è così. Sempre più spesso, recentemente e soprattutto su quella fogna che è diventato Facebook, si trovano pseudo-nostalgici di un periodo che non hanno mai vissuto, pagine che esaltano la figura del nostro duce da operetta, persone anche insospettabili che sostengono che sì, forse avrà sbagliato ad entrare in guerra ed allearsi con Hitler, ma fino a quel momento “Mussolini ha fatto anche cose buone”.

Il libro di Francesco Filippi parla proprio di questo: esamina una a una tutte le cose buone che secondo la leggenda popolare avrebbe fatto Mussolini e le smonta con dati, numeri, realtà.

Ha davvero bonificato le paludi? Amava davvero gli italiani? Ci ha dato le pensioni, la tredicesima, uno sviluppo economico mai visto prima, uno status di prestigio nel mondo? O sono tutte balle, propaganda di un regime che troppi italiani si sono vergognati di avere appoggiato fin quasi all’ultimo? Mussolini ha fatto anche cose buone è un testo importantissimo, che dovrebbe essere tenuto sempre a portata di mano per contrastare ogni volta che è necessario il ritorno del fascismo, anche nelle conversazioni di tutti i giorni.

Compratelo su Amazon!

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 16/09/2019

Rieccoci qui col consueto appuntamento del lunedì col Cumbrugliume, per scoprire tutte le novità più interessanti (e non) che potreste cominciare a guardare questa settimana! Novità succulente Per l'unica novità della settimana nei network tradizionali dovete volare in...

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

Novità succulente Questa settimana viva l'Inghilterra! Cominciamo con una nuova serie del network ITV, che ha come protagonista Martin Freeman. Ok, sono molto interessato! A Confession racconta la storia vera dell'omicidio di Sian O'Callaghan, con il protagonista - detective...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 02/09/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 02/09/2019

Novità succulente A volte il nome giusto conta moltissimo: ecco perché sono stato immediatamente attratto da On Becoming a God in Central Florida, nuova serie su Showtime con Kirsten Dunst. La protagonista è una lavoratrice a salario minimo che progetta nel dettaglio la sua...

12 Comments

  1. Il Moro 10 April 2019
    Rispondi

    È sempre difficile capire chi dica la verità in questi casi. Un saggio del genere è troppo politicizzato per dargli totale fiducia. Bisognerebbe mettersi a controllare riferimento per riferimento se dice la verità… Ma dove? Su altri saggi Altrettanto politicizzati, Ma dalla parte opposta?

    • cumbrugliume 10 April 2019
      Rispondi

      Non sono d’accordo: il saggio non contrasta le bufale con una politica di senso opposto, ma (nel 90% dei casi in cui è possibile) con fatti e numeri. Analisi di Pil, potere d’acquisto dei lavoratori, dati ufficiali forniti dal regime stesso”, proprio per evitare ogni possibile risposta.

  2. Nick Parisi 10 April 2019
    Rispondi

    Si, davvero oggi come oggi abbiamo bisogno come il pane di libri come questo. Dipendesse da me renderei obbligatoria la sua lettura nelle scuole…ed anche in certe famiglie.

  3. fperale 10 April 2019
    Rispondi

    Ben vengano libri del genere, il discorso dell’ “ha fatto anche cose buone” si sente sempre più spesso purtroppo… d’altronde Hitler era vegano e ha fatto leggi per la difesa degli animali, non per questo bisogna riabilitarlo 😀

    • Emanuele 10 April 2019
      Rispondi

      Be’, dal mio punto di vista, un vegano è pari ad un lebbroso 😅

  4. Emanuele 10 April 2019
    Rispondi

    Avevo scritto un lungo commento ma per sbaglio ho toccato la risposta ad un altro commento… quindi porca Madonna e un abbraccio! Non riesco a riscriverlo 😢

    • cumbrugliume 10 April 2019
      Rispondi

      Porca Madonna e un abbraccio dovrebbe essere il nuovo saluto ufficiale ❤️

  5. Riccardo Giannini 10 April 2019
    Rispondi

    Ne comprerei una decina di copie solo come segno di riconoscenza all’autore…Anche se poi avesse fatto cose buone…direi che sarebbe ora di archiviare il personaggio e di guardare oltre..lo dico ovviamente ai nostalgici di Mussolini…Tanto un nuovo idolo da votare in politica ce l’hanno già ,ora…e dopo quello ne avranno un altro..

  6. Riccardo Giannini 10 April 2019
    Rispondi

    Ovviamente il “se avesse fatto cose buone” è riferito a Mussolini 😀

  7. mikimoz 10 April 2019
    Rispondi

    Beh ma i treni arrivavano o no in orario?? Nemmeno quello? 😮
    Bel libro, smentisce le bufale di cui molti su FB si fanno incauti portavoce.

    Moz-

  8. Cassidy 11 April 2019
    Rispondi

    Assurdo che sia così, ma è davvero una lettura da tenere a portata di mano ogni volta che qualche fenomeno se ne esce con la frase (fatta) di rito sul Duce. Ottimo consiglio grazie! Cheers

  9. Long John Silver (@JohnSilverITA) 11 April 2019
    Rispondi

    Purtroppo come dici tu in Italia è mancato un vero processo di elaborazione delle malefatte del fascismo, tanto da arrivare a una amnistia generale pur di dimenticare tutto e andare avanti (fino agli anni 80 parlare dell’uso di gas in Libia e Abissinia era eresia pura. Per non parlare del mito di “Italiani brava gente” che continua a perdurare nella massa nonostante ormai si sia documentato ampiamente le stragi fatte dell’esercito italiano nei territori occupati). Ben vengano libri come questo.

    Grazie per la segnalazione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.