Il classificone dei personaggi del Trono di Spade dopo la terza puntata dell’ottava stagione

Lo dicevamo la scorsa settimana: si aspettava il botto… e il botto è arrivato! La classificona arriva dopo il consueto…

(molto) Fuori classifica: Jon Snow Aegon Targaryen e Daenerys Targaryen

Una gestione della battaglia da decerebrati (la carica insensata dei Dothraki è da manuale dello stupido), il Re della Notte che prevede e neutralizza ogni loro mossa, tanta frustrazione, un bel po’ di imbarazzo. Dovevano essere i prescelti dal destino… ma in questo episodio il destino puntava molto oltre loro.

10 – Jaime Lannister (settimana precedente: 9)

Quasi dispiace vedere il vecchio (e monco) Jaime faticare come una bestia per avere ragione di “semplici” zombie, a far guadagnare tempo con poche speranze di riuscita mentre la trama che conta si svolge da un’altra parte, con altri protagonisti. L’ammazzasovani si salva perché ce la mette davvero tutta, e perché la resa dei conti con la sorellona lo rimetterà (si spera) al centro della scena, almeno per un’ultima volta.

09 – Melisandre (NEW ENTRY)

Appare quasi inattesa (ma l’aveva detto), fa una magia di grande impatto scenico ma alla resa dei conti completamente inutile, si riprende in qualche modo riuscendo con grande sforzo a fare ciò che i draghi non erano in grado di fare, anche se poi anche quello serve a poco, si riscatta definitivamente ricordando ad Arya cosa le aveva insegnato (e predetto) molto tempo prima. Infine esce di scena, perché il suo compito era ormai svolto. Finale perfetto per un personaggio molto odiato, ma sempre coerente anche nelle sconfitte. Mica poco.

08 – Theon Greyoy (RIENTRO)

Dite la verità, quando la scorsa settimana si era offerto per fungere da ultimo baluardo difensivo per Bran avevate sorriso. Proprio Theon? Non c’era qualcuno più sveglio? E invece il più sfigato dei Greyjoy si comporta da vero uomo eroe, lottando fino all’ultimo respiro e fino al perdono finale. Mica poco (parte seconda).

07 – Jorah Mormont (RIENTRO)

Concludiamo il trittico dei sacrificati con colui che veramente non avrebbe potuto dare di più: Jorah! Presente ovunque per tutto l’episodio, lotta, fatica, prende un sacco di botte ma va sempre avanti. Finisce per fare da scudo umano per la sua regina… che non l’avrebbe meritato, diciamolo. Standing ovation.

06 – Brienne di Tarth (s.p.: 4)

Un vero cavaliere sa quando è il momento di emozionarsi e quando bisogna sporcarsi le mani. L’investitura della scorsa settimana è servita solo a riconoscere ciò che nei fatti era già realtà: Brienne sa combattere, è il vero volto dell’onore nel mondo di Game of Thrones, dimostra sempre grinta e merita riconoscenza da tutti. Tutti i vivi le devono rispetto.

05 – Bran Stark Il Corvo a tre occhi (settimana precedente: 2)

Sapeva già tutto, in fondo. È come quegli attaccanti che non fanno un cazzo per tutta la partita ma alla fine riescono sempre a mettere il loro zampino sul risultato. Sembrava assente come al solito, a volare altrove con ali di corvo, ma alla fine non deve sfuggire come lo spadino ad Arya l’avesse dato lui nella scorsa stagione. Lo stesso usato per cercare di uccidere lui all’inizio della serie. La vita (soprattutto in Game of Thrones) è una ruota…

04 – Sansa Stark (s.p.: 6)

Zitta zitta Sansa continua a guadagnare posizioni, dimostrandosi sempre la più intelligente del gruppo. Questa settimana tira fuori la citazione più memorabile, ricordando a Tyrion che il vero eroismo è guardare in faccia la realtà. Qualcuno lo dica a Jon, tanto per fare un nome.

03 – Tyrion Lannister (s.p.: 3)

Inutile, non lo smuoverete dal podio. Se avesse dei figli con Sansa avrebbero un quoziente intellettivo superiore a tutto il resto del cast messo insieme.

02 – Cersei Lannister (s.p.: 10)

I Dothraki sono stati sterminati, gli Immacolati decimati, l’esercito del nord praticamente non esiste più. Qualcosa mi dice che Cersei sta sorridendo, seduta sul trono di spade. (peccato per quei due draghi, acciaccati ma ancora vivi…)

01 – Arya Stark (s.p.: 1)

La settimana scorsa ha trombato, questa ha ucciso da sola il Re della Notte. Girl power!

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 16/09/2019

Rieccoci qui col consueto appuntamento del lunedì col Cumbrugliume, per scoprire tutte le novità più interessanti (e non) che potreste cominciare a guardare questa settimana! Novità succulente Per l'unica novità della settimana nei network tradizionali dovete volare in...

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DELLA SETTIMANA TELEVISIVA – 09/09/2019

Novità succulente Questa settimana viva l'Inghilterra! Cominciamo con una nuova serie del network ITV, che ha come protagonista Martin Freeman. Ok, sono molto interessato! A Confession racconta la storia vera dell'omicidio di Sian O'Callaghan, con il protagonista - detective...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 02/09/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 02/09/2019

Novità succulente A volte il nome giusto conta moltissimo: ecco perché sono stato immediatamente attratto da On Becoming a God in Central Florida, nuova serie su Showtime con Kirsten Dunst. La protagonista è una lavoratrice a salario minimo che progetta nel dettaglio la sua...

2 Comments

  1. fperale 30 April 2019
    Rispondi

    Arya Stark Rules!!!! Ora tutti si aspettano medesimo il trattamento contro Cersei, sarebbe troppo scontato però

  2. Orso Chiacchierone 30 April 2019
    Rispondi

    Questa vittoria mi fa un po’ paura, non so se saranno ancora così fortunati! 😂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.