Il classificone dei personaggi del Trono di Spade dopo la quarta puntata dell’ottava stagione

Forse non ci crederete, ma a me questa puntata è piaciuta persino più della precedente. Finora in questa ottava stagione mi era mancato qualcosa. Cosa? Scopritelo nella classificona dopo il consueto

Menzione d’onore: STARBUCKS

Se è product placement, Starbucks ha fatto un furbissimo capolavoro. Se è un errore della produzione, Starbucks ha fatto un capolavoro e non ha neppure dovuto pagare. Applausi.

10- Jon Snow Aegon Targaryen [VI AVEVO DETTO DI NON DIRLO A NESSUNO!] Jon Snow (settimana precedente: molto fuori classifica)

Di incoraggiamento. Perché nonostante si sia dimostrato quasi inutile sul campo e pessimo stratega tutti quanti continuano ad acclamarlo re. (Certo, c’è da capirli: ha cavalcato un drago, e in un mondo low-fantasy come questo già può bastare. E a confronto con la zia Daenerys anche Toninelli sembrerebbe un grande leader politico.) Perché non può neanche scopare in pace senza subire tutti i sensi di colpa che anni di campagne contro l’incesto gli hanno messo in testa. Perché confida il suo segreto alle sorelle e la maggiore lo spiffera al primo nano di passaggio. Perché tutto contento per il suo nuovo draghetto ha persino ABBANDONATO IL METALUPO IN AUTOSTRADA AL NORD e subito ZAN, drago colpito e affondato. Un po’ è anche sfiga. Aiutiamolo.

9- Jaime Lannister (s.p.: 10)

Si dice che il fine di una vita sia capire chi siamo realmente, e allora accogliamo con un applauso l’illuminazione di Jaime, che ha passato sette stagioni a cercare di autoconvincersi di essere una brava persona e ora che ci era riuscito ha capito che comunque è meglio scoparsi la sorella psicopatica. Forse la domanda di Tyrion avrebbe meritato una risposta: com’è Brienne tra le cosce?

8- Ser Bronn delle Acque Nere (NEW ENTRY)

Spunta dal nulla dentro una stanza con due degli uomini più importanti dei sette regni con una balestra incoccata (ok i bagordi per festeggiare la vittoria, ma un minimo di security in casa Stark? No?), li bullizza per ottenere ciò che vuole e se ne va facendo le pernacchie con le ascelle. Dategli il regno.

7- Varys (NEW ENTRY)

Quando le cose si fanno serie, il ragno tessitore torna a tessere le sue trame. Solo che già da un po’ sembra essere praticamente l’unico ad avere a cuore la sorte del popolo. Nei prossimi due episodi avrà diverse cose a cui pensare…

6- Brienne di Tarth (s.p.: 6)

Ha perso la propria verginità con uno degli uomini più temuti e desiderati dei sette regni, dovrà voler dire qualcosa. Però lo stesso uomo l’ha lasciata dopo tre scopate per tornare dalla sorella. Diciamo pari?

5- Bran Stark (s.p.: 5)

Dovrebbe preoccuparsi di questa guerricciola? Lui ha ottenuto il suo successo, ora non gliene frega più un cazzo di nulla e lo ammette candidamente. Ha vinto lui.

4- Sansa Stark (s.p.: 4)

Non sarà una grande attrice, lo sappiamo anche troppo bene, ma ha perfezionato quello sguardo gelido che senza bisogno di emettere suoni urla a pieno fiato “ODIO QUELLA STRONZA”. Le basta e avanza. L’uccelletto è un ricordo ormai remoto, la nuova Sansa sa quello che vuole e sa come ottenerlo, anche a condizione di infrangere qualche promessa.

3- Arya Stark (s.p.: 1)

In un episodio dominato dalla politica, lei mette le cose in chiaro: “non sono una lady e non mi interessa diventarlo”. Il lavoro di Arya non è finito. La lista ha ancora qualche nome, e ci sarebbe quel piccolo dettaglio della profezia di Melisandre da portare a compimento. Occhi verdi… chi ha gli occhi verdi e siede sul trono?

2- Cersei Lannister (s.p.: 2)

È una gran bastarda manipolatrice, la migliore di tutti. Sta mentendo a Euron come ha mentito a Robert per anni, ha riconquistato (forse) Jaime senza neppure fare nulla, è l’unica ad adottare un minimo di strategia (“ah, questa è l’unica arma che sembra poter fare qualcosa contro i draghi? Ok, costruitemene MILLE”) e tutti cadono nelle sue trappole. L’unico suo problema è che è troppo stronza per poter essere davvero la vincitrice finale del Gioco dei Troni. Forse troppo stronza persino per Martin. Forse.

1- Tyrion Lannister (s.p.: 3)

Ok, mettiamo per un attimo da parte i giochetti con la computer graphic di basso livello, le botte tra eserciti e roba del genere. Quando c’è da bere, tessere piani e… recitare, la statura non conta più. Tyrion è un gigante.

Related posts

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 22/07/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 22/07/2019

Agosto si avvicina, ma i network di tutto il mondo continuano a proporci novità tutte da scoprire insieme!

Il disinfettante

Il disinfettante

Un racconto domenicale un po' stupidino per tutti voi! Il negozio era aperto già da qualche ora, ma ancora non era entrato nessun cliente. Da quando sei mesi prima l'IVA era stata alzata al 33% la crisi che già da qualche anno stringeva l'Italia nella sua morsa si era fatta più...

Le novità più interessanti della settimana televisiva – 15/07/2019

Le novità più interessanti della settimana televisiva - 15/07/2019

Anch a metà agosto non mancano novità e ritorni in tv... scopriamoli insieme!

3 Comments

  1. Cassidy 7 May 2019
    Rispondi

    Tyrion e Varys si riprendono un ruolo di primo piano. La prima parte delle puntata sembrava “Le avventure nell’osteria dell’allegra mutanda”, ma tra un teletrasporto e dei rapimenti a capocchia, anche questa settimana è andata. Oltre alla mia solita preferita Arya, nel giro di due puntate mi sono ritrovato a pensare: «Perché sto patteggiando per Sansa?» (storia vera). Per il resto, pagelle come al solito impeccabili bravo! 😉 Cheers

  2. fperale 7 May 2019
    Rispondi

    Un voto in memoria del povero drago perito in maniera talmente assurda? 😀 Mia moglie è rimasta di cacca… Ma Bran se vede tutto non li poteva avvisare in qualche maniera?

    • michele 17 May 2019
      Rispondi

      Il problema è che a Bran non frega più un cazzo di nulla 😀

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.