Category fumetti

Battaglia – Lo Stalliere & Caput Mundi #1 – Città di lupi

Metto insieme queste due brevi recensioni perché la nuova storia del vampiro Pietro Battaglia e l’esordio in edicola di Caput Mundi rappresentano i primi tasselli dell’Universo Cosmo, un ambizioso progetto narrativo (nato da un’idea di Roberto Recchioni) che legherà più personaggi creati appositamente per la casa editrice, destinati a convivere, a interagire, a influenzare uno le vicende degli altri… insieme proprio a Battaglia, di cui vi ho già parlato altre volte.

Battaglia Lo Stalliere

Dopo tanti misteri italiani vissuti quasi sempre dietro le quinte insieme ai vecchi padroni del nostro paese, era inevitabile che prima o poi Battaglia dovesse scontrarsi con i nostri tempi. Ne avevamo già avuto un assaggio ai tempi della storia con Moana Pozzi, e già allora dicevo che sembrava “il prologo di qualcosa di ...

Read More

Dylan Dog #373 – La Fiamma

Dylan Dog #373 La Fiamma

Si potrebbe fare un post muto, sul nuovo Dylan Dog dei Paguri (Emiliano Pagani alla sceneggiatura, Daniele Caluri ai disegni). La Fiamma può sembrare a prima vista un Maniac Cop qualsiasi, ma letto ieri mentre in Catalogna succedevano quello che succedeva… L’horror (e quindi Dylan Dog) è sempre più efficace quando racconta l’attualità, ma qui sono fin troppi i punti di contatto...

Read More

Dylan Dog – Il Pianeta dei Morti – Nemico Pubblico n.1

Nella copertina dell’ultimo speciale de Il Pianeta dei Morti sembrava che i ritornati stessero inseguendo Dylan Dog, ma a guardare bene si notava come il nostro ingrigito Investigatore dell’Incubo si stesse in realtà muovendo parallelamente a loro. Non un caso. Come non è un caso che nello speciale 30 – Nemico Pubblico n.1 – appena uscito, il nuovo copertinista Marco Mastrazzo (bravissimo) ce lo ritragga fermo, quasi sorridente, ad assistere all’orda di zombie che sta correndo verso qualcos’altro (o chissà, scappando da qualcos’altro), sullo sfondo di una Londra in rovina.

Il Pianeta dei Morti

Un anno fa Alessandro Bilotta giocava con i concetti di fine ed inizio, su consapevolezza ed oblio, sui modi diversi di affrontare la tragedia di un mondo che finisce...

Read More